STAZIONE TIBURTINA, UN CASO RISOLTO FELICEMENTE

stazione tiburtinaEra scesa dal treno diretto a Napoli per fumarsi una sigaretta sulla banchina della stazione Tiburtina. Ma il convoglio con la sua figlioletta di 6 anni è ripartito senza di lei. Quando la polizia ferroviaria dello scalo, impegnata in servizio antiborseggio, al binario 15 alla ripartenza ha notato la donna che in forte stato di agitazione cercava di aprire le porte del convoglio, ormai chiuse, ha domandato cosa fosse accaduto. Lei, in lacrime, ha raccontato ai poliziotti che approfittando della sosta a Tiburtina era scesa a fumare e non si era accorta della chiusura delle porte, lasciando a bordo da sola la figlia di appena 6 anni. Immediatamentegli agenti hanno contattato il personale delle Ferrovie dello Stato in servizio a bordo del treno, fornendo l’esatta posizione della minore e avvertendo contemporaneamente i colleghi della prima fermata in cui si sarebbe fermato quel treno: la stazione Termini. Grazie alle precise indicazioni fornite, la bambina è stata subito individuata e a Termini veniva consegnata agli agenti intervenuti. La donna, nel frattempo accompagnata negli uffici Polfer dello scalo romano, è stata tranquillizzata ed identificata. Dopo le verifiche di rito, le è stata riaffidata la figlia minore, anch’essa identificata ed entrambe proseguivano il viaggio verso Napoli, loro luogo di residenza. Fonte: la Repubblica

I QUARTIERI DEL MUNICIPIO A RISCHIO EMERGENZA IDRICA

NASONE A CORSO D'ITALIAForse  non ci sarà bisogno di fare scorte d’acqua e riempire serbatoi sui tetti, ma per Roma sarà un’estate all’insegna dell’emergenza idrica, con cali di pressione nell’erogazione dell’acqua, problemi di distribuzione e, come ultima soluzione, interruzioni del servizio. L’allarme, che riguarda gran parte della città e durerà per tutti i mesi estivi, arriva da Acea, l’azienda che ha il Comune come socio di riferimento, che nei giorni scorsi ha presentato un documento in cui riconosce, nero su bianco, la criticità della situazione anche nella capitale, anche in vaste aree del centro come Salaria, Parioli, Monti, San Lorenzo, Esquilino, Castro Pretorio. In più le temperature sono in aumento e le massime sfiorano in media i 30 gradi e questo si traduce in un calo della capacità idrica non solo delle fonti di approvvigionamento di Roma, come le sorgenti Peschiera- Le Càpore a Rieti, ma anche delle infrastrutture che portano l’acqua alla capitale. Fonte: la Repubblica

BIOPARCO E CARABINIERI FORESTALI PER LA TUTELA DI PIANTE E ANIMALI

fondazioneBioparco_logoUna convenzione per consentire di lavorare in piena sinergia è stata siglata tra la Fondazione Bioparco di Roma e i Carabinieri Forestali. L’obiettivo è proteggere le specie animali e vegetali minacciate, e sensibilizzare il pubblico alle delicate e importanti questioni che riguardano la tutela della natura. Il Bioparco dunque insieme al Cutfaa, il Comando dell’Arma dei Carabinieri specializzato nella tutela delle specie protette, del territorio e delle acque, e nel campo della sicurezza e dei controlli nel settore agroalimentare, per puntare l’attenzione di tutti sul fenomeno dei crimini ambientali. Come il commercio illegale di fauna e flora in via d’estinzione, i danni arrecati alla conservazione della biodiversità o le attività illecite che compromettono l’ecosistema. E un’opportunità in più anche per illustrare l’importanza e l’efficacia delle azioni di prevenzione, vigilanza e repressione che tutte le istituzioni preposte svolgono in questo campo.

VIA ISONZO: IL PRESIDENTE CONSIP INDAGATO DALLA PROCURA

Sede_Consip_Roma_via_IsonzoIl presidente di Consip Luigi Ferrara, dimissionario insieme alla consigliera Marialaura Ferrigno, è indagato dalla Procura di Roma per il reato di “false informazioni ai Pm”. Ferrara, venerdì scorso durante il suo colloquio con i magistrati che lo avevano convocato in qualità di testimone, avrebbe ritrattato quanto dichiarato in precedenza. Da qui la sua iscrizione nel registro degli indagati. Intanto sulla vicenda Consip si apre lo scontro politico. “Marroni deve restare e parlare”: Matteo Salvini prende la difesa dell’amministratore delegato della centrale d’appalto statale al centro dell’inchiesta giudiziaria che ha coinvolto il ministro Luca Lotti e il padre dell’ex premier Tiziano Renzi. Sabato un intervento del governo ha convinto alle dimissioni due dei componenti designati dal Tesoro – il presidente Luigi Ferrara e la consigliera Marialaura Ferrigno – provocando così la decadenza dell’intero cda di Consip. Continue reading

LE NOTTI INSONNI DI PIAZZA CAPRERA

PIAZZA CAPRERA BY NIGHTMancano  pochi minuti alle 22 quando le prime microcar sfrecciano in via degli Appennini e approdano, sgommando, nella piazza gioiello resa celebre da Ettore Scola in “C’eravamo tanto amati”. Gli stereo sparano musica techno a tutto volume. Non è ancora l’ora del pallone né dei cori da stadio urlati a perdifiato fino all’alba. Ma la notte da incubo in piazza Caprera è già iniziata. Lo sanno i residenti, uniti in un comitato per provare a difendersi dalla “dittatura del rumore”. Lo sanno i ristoratori di quest’angolo incantato del quartiere Trieste, vittime dei danneggiamenti notturni. E, prima della chiusura, costretti a tutelare la clientela dalla PIAZZA CAPRERAmaleducazione delle comitive che si radunano intorno alla fontana realizzata nel 2001 col progetto “Cento piazze”. Intorno alla vasca impreziosita dalle sculture dell’artista francese Jacques Zwobada si radunano le “tribù” della Roma bene. Le stesse che nell’arco della notte si spostano anche in piazza Mincio, piazza Euclide, Villa Balestra. Angoli di città trasformati in discoteche a cielo aperto. Dove le ore sono scandite dal consumo di alcol e marijuana. I decibel salgono senza controllo. I residenti insorgono. “Siamo esausti di passare le notti in bianco per la musica a tutto volume, i cori e le sgommate delle macchinette di queste comitive di cafoni “, si sfoga Francesco Bartocci, impiegato 47enne residente in via dei Laghi, una delle strade che incrociano piazza Caprera. Protagonisti sono i giovani liceali del Giulio Cesare, dell’Avogadro e del liceo Maria Ausiliatrice. Appena 16enni sono “professionisti” del drifting, la derapata in controsterzo eseguita a bordo delle microcar modificate a peso d’oro. Continue reading

SOLSTIZIO D’ESTATE, FESTA DELLA MUSICA: DOVE NEL MUNICIPIO

LOCANDINAIl prossimo 21 giugno, solstizio d’estate, c’è la Festa della Musica di Roma. Artisti, studenti, musicisti e amanti delle note potranno ascoltare, suonare, cantare, divertirsi, organizzare concerti in piazze, cortili, strade, parchi. Chi aprirà la finestra e canterà a squarciagola la sua canzone preferita. Chi organizzerà un live in un luogo della città. Tutta Roma farà musica! Il Museo Hendrik Christan Andersen propone in occasione della Festa della Musica 2017 due concerti. Il primo Centimetri di libera espressione è un viaggio musicale ed emozionale che accompagna l’ascoltatore attraverso la melodia, adattata da Dadàmo, giovane e dotato musicista pugliese, tipica del soul e del jazz. I testi del cantautore sono ricchi di immagini poetiche mai scontate, intrecci di parole tra loro contrastanti che coniugano la denuncia e la poesia, accomunate da un’interpretazione elegante e raffinata.  Il secondo del Duo Paola Gillo e Luigi Danilo Russo è un ritaglio dal repertorio dei grandi classici della canzone popolare americana ed europea, rivisitati ed arrangiati in una visione personale che valorizza la vocalità gospel e soul, sfruttando la sonorità, i ritmi e i colori del jazz, concedendosi a volte di mescolare le carte sulle più famose melodie. Alla Biblioteca europea, alle ore 18, concerto di musica blues con il quintetto Born Blues. Alle 21 l’Ambasciata del Messico, in via Spallanzani, ospiterà il concerto del chitarrista Jorge Birrueta. Continue reading