VIA DEGLI ETRUSCHI: ALLA LIBRERIA ASSAGGI SI PARLA DELLO SPAZIO

Alla libreria AsSaggi di via degli Etruschi a San Lorenzo, il 15 giugno, alle ore 16:30, incontro con Jan Woerner, direttore generale dell’Esa, Agenzia spaziale europea. Che lo spazio sia ormai entrato a far parte della nostra vita quotidiana è un dato di fatto: la navigazione satellitare e le immagini della Terra vista dall’alto sono gli esempi più noti. La sua naturale evoluzione prevede che le attività spaziali diventino forza trainante del futuro, libreria assaggiispirando nuove tecnologie e nuovi modi di vivere e di pensare. Automazione, miniaturizzazione, connettività, biotecnologie, ma anche un modo per affrontare sfide più complesse come quella del cambiamento climatico, dello sviluppo demografico, delle migrazioni e della salute. Il tutto senza dimenticare il fascino che l’esplorazione spaziale ha da sempre sull’animo umano. Tutto questo è Space 4.0 e ne parlerà (in inglese), rivolgendosi soprattutto alle giovani generazioni, Jan Woerner, direttore generale dell’ Agenzia Spaziale Europea.

AMUSECINEMA A VILLA GLORI: SI PROIETTA “ECCE BOMBO”

Ecce-BomboMartedì 13 giugno, alle 18, con la proiezione di Ecce Bombo nel teatro della Caritas in cima a Villa Glori, prosegue AmuseCinema un nuovo progetto rivolto agli appassionati di cinema e a tutti i cittadini, che presenta in visione  i film più significativi  che descrivono  luoghi del Municipio e assegnano a essi un particolare significato nella storia raccontata. Ecce Bombo è un film di Nanni Moretti del 1978, con alcune scene girate sui barconi in riva al Tevere nel Municipio II. L’evento è gratuito e aperto a coloro che si iscrivono ad Amuse, ai soci Amuse e ai loro amici. La partecipazione è gratuita. Non c’è bisogno di alcuna prenotazione.

CONCERTO DELLA SINFONIETTA ISARTAL ALLA SAPIENZA

Entusiasmo giovanile e rigore tedesco: questa miscela rende un’occasione imperdibile il concerto alla Sapienza dell’orchestra Sinfonietta Isartal, che eseguirà capolavori di Rossini, Beethoven e Mendelssohn. È un programma interamente di grandi capolavori quello che la Sinfonietta Isartal diretta da Winfried Grabe porta all’Aula Magna della Sapienza (Città Universitaria – Palazzo del Rettorato – piazzale Aldo Moro 5) giovedì 15 giugno alle 20:30 per un concerto straordinario della Iuc. La Sinfonietta Isartal è l’orchestra giovanile di Monaco di Baviera e della sua regione ed è formata da studenti degli ultimi Sinfonietta Isartalanni  di conservatorio, che alla spontaneità e all’entusiasmo della giovinezza uniscono il rigore della formazione musicale tedesca: il risultato è un livello paragonabile a quello di un’ottima orchestra professionale. D’accordo col loro direttore stabile Winfried Grabe i giovani musicisti hanno scelto di aprire il concerto con un omaggio all’Italia, l’Ouverture del Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini. Poi passeranno a due dei massimi capolavori della musica sinfonica tedesca, il Concerto per violino op. 64 di Felix Mendelssohn-Bartholdy, con il solista Daniel Nodel, e la Sinfonia n. 7 di Ludwig van Beethoven.

VIA SIACCI: COME USARE IL FLASH? LO IMPARI A PARIOLI FOTOGRAFIA

PARIOLI FOTOGRAFIADomenica 11 giugno, ore 17-19:30, impara a usare il flash di studio a Parioli Fotografia, in via Siacci. Flash professionali e luce continua, ombrelli e softbox, stativi e fondali multicolore: questa è l’attrezzatura che si imparerà a gestire in modo creativo e avvincente per ottenere ritratti a figura intera e in primo piano con la luce artificiale. Durante l’incontro si apprenderà come allestire un set fotografico e come ottenere fotografie in low key, high key o con luce pilota.

MUNICIPIO: NELLE ZONE DELLA MOVIDA DECIBEL OLTRE I LIMITI

decibelDecibel che sfiorano il doppio dei limiti consentiti, 55 nelle ore notturne. Venerdì il consigliere dem Orlando Corsetti è andato a rilevare il rumore antropico in alcuni luoghi della movida. E ha scoperto livelli «preoccupanti», da Trastevere a piazza Bologna. A viale Ippocrate frotte di tiratardi fanno cagnara davanti ai bar. E quando dalle finestre piovono secchiate d’acqua, i più esagitati entrano e prendono a calci le porte degli appartamenti spaventando i condomini. «Serve subito un’ordinanza — insiste Corsetti — prima che qualcuno perda la testa». Si allarga, il cerchio della mala movida. Lambisce luoghi non ancora censiti nella lista nera dei più fracassoni. Già alle 11 di sera centinaia di giovani si accalcano davanti ai bar di viale Ippocrate, invogliati dai prezzi più che concorrenziali. Continue reading

VIRGINIA RAGGI COMMEMORA GIACOMO MATTEOTTI

RAGGI COMMEMORA MATTEOTTICominciamo con una autocritica. Sabato sul lungotevere Arnaldo da Brescia si è svolta una piccola cerimonia per ricordare i 93 anni dal rapimento e dall’uccisione di Giacomo Matteotti. Non ci siamo andati e abbiamo fatto male. Non abbiamo registrato che a quella cerimonia così semplice e con un anniversario qualsiasi, per una volta la politica c’era. E ad alto livello. Un messaggio del Capo dello Stato Sergio Mattarella, la presenza del sottosegretario Sandro Gozi e l’intervento della sindaca Virginia Raggi. Che poteva anche stare zitta o recitare due parole di circostanza. E invece ha voluto leggere l’ultimo discorso tenuto da Matteotti alla Camera dieci giorni prima dell’agguato fascista. Una scelta che le fa onore. E non era sola, c’erano il vicesindaco Luca Bergamo, la consigliera regionale Maria Teresa Petrangolini, il sindaco di Civita Castellana Gianluca Angelelli, la deputata Pd Giulia Narduolo e la presidente del Municipio II Francesca Del Bello che poche settimane fa ha partecipato alla sostituzione della targa commemorativa di Matteotti vandalizzata dai soliti idioti. Ho citato tutti questi nomi perché non appartengono allo stesso partito e non erano lì per blandire una parte dell’elettorato. Abbiamo un debito enorme nei confronti di Matteotti e del suo coraggio. Se da 70 anni siamo una Repubblica libera lo dobbiamo anche a lui che non ha potuto vederla. Se la politica lo ricorda può essere solo un buon segno. Che vale la pena sottolineare. Fonte: Corriere della Sera

VILLA MASSIMO: ANCORA LONTANA LA RIAPERTURA DEL GIARDINO

VILLA MASSIMOScrive Massimo Villa su Facebook: “Siamo a giugno e ancora nulla si muove per la riapertura del giardino di Villa Massimo. L’accordo ferreo tra il Pd municipale e il M5S comunale per continuare a perpetrare questa ingiustizia, sul solco dello stesso accordo sinistro in vigore per oltre tre anni durante l’amministrazione Marino-Gerace, non dà alcun segno di cedimento. Ci avevano fatto entrambi l’ennesima promessa vana che entro l’estate il parco sarebbe tornato a disposizione delle famiglie e dei bambini del nostro quartiere, ma è evidente che anche stavolta siamo stati presi in giro. Per aprire il giardino entro luglio, come dichiarato da comune e municipio, già ora dovremmo vedere in azione qualcuno, ma ad oggi constatiamo che non è stato ancora effettuato alcun minimo intervento nemmeno di messa in sicurezza per eliminare le sterpaglie secche o i molti rifiuti accumulati da qualche incivile”.

RADICALI, DA SAN LORENZO AL VIA IL “CANNABIS TOUR”

CANNABIS TOURcannabis tourÈ partito da piazza dell’Immacolata, a San Lorenzo, il ”Cannabis Club tour”, l’iniziativa organizzata dai Radicali Italiani che con un camper toccherà diverse città per chiedere che la legge sulla legalizzazione della cannabis arrivi in aula e venga approvata dal Parlamento. Durante le diverse tappe verrano distribuiti semi e si terranno lezioni sui metodi di coltivazione della cannabis. Fonte: la Repubblica