VIA GIOVANNI DA PROCIDA: INIZIATIVA SULLA DISABILITÀ

20170605_disabilta_logo_d1Giovedì 8 giugno, alle ore 15, con il patrocinio del Municipio II, presso la Sala Teatro dell’I.C. Falcone e Borsellino, in via Giovanni da Procida 16, si terrà l’iniziativa “Disabilità: un modo ingegnoso di vivere”. La disabilità non è una coraggiosa lotta  o “il coraggio di affrontare le avversità”.  La disabilità è un’arte.  È un modo ingegnoso di vivere.

“LA VIRALITÀ DEL MALE”: SE NE PARLA A VIA DEGLI ETRUSCHI

ASSAGGIIl 7 giugno, alle ore 19:30, presso la libreria AsSaggi di via degli Etruschi, Federico Mello presenta: “La viralità del male – Storie di nuovi fanatici”. Ne parlano con l’autore Eva Giovannini e Francesca Nava. Le storie dei nuovi fanatici dicono molto di più di quello che potrebbe sembrare a prima vista. Nella società ipermediatica, al «fanatismo come l’abbiamo conosciuto» si è affiancato un fanatismo nuovo, solipsistico, complottista: «un fanatismo da cameretta», impensabile prima di Internet. Al suo fianco è cresciuto anche un «fanatismo dell’Io», che ha sostituito il primo pronome personale ai sogni collettivi di chi voleva cambiare il mondo. Questo libro racconta i nuovi fanatici, le loro allucinazioni, le loro psicosi.

LIBRERIA KOOB: SI PARLA DE “L’OMBRA DEL CARRUBO”

170609-carrubo-150x231Alla libreria Koob di via Poletti, il 9 giugno 2017, alle ore17:45, presentazione del libro “L’ombra del carrubo” di Marcello Loprencipe (Campi di Carta). L’autore torna in libreria a presentare il suo ultimo romanzo. Ne parlerà insieme a Paolo Nicoletti Altimari. Gli occhi di un bambino di città raccontano la fine della civiltà contadina, una storia appena dietro le nostre spalle eppure già lontana nel tempo. Osservatorio privilegiato, la grande casa dei nonni paterni, in quella terra di Puglia che prima, e più che altrove nel meridione, ha subito il repentino e traumatico passaggio alla modernità. Lì, quel bambino, trascorre ogni anno un mese delle sue vacanze estive. I vari personaggi del romanzo, come Rocco il giostraio, Pinuccio e Nicola, il venditore di ghiaccio, entrano ed escono dal racconto nell’arco di un trentennio, con le loro tante, piccole storie che s’intrecciano alle vicende familiari del protagonista. Tutto sembra destinato ad essere trascinato via dalla corrente della grande storia.

“LA FRANCIA IN SCENA” ALLA BIBLIOTECA NAZIONALE DI ROMA

biblioteca nazionaleDal 6 al 9 giugno, dalle ore 10 alle ore 14, alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, in viale Castro Pretorio, “La Francia in scena”. Si tratta della terza edizione: è la stagione artistica dell’Institut français Italia, realizzata su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, con il sostegno dell’Institut français e del Ministère de la Culture et de la Communication, della Fondazione Nuovi Mecenati, della Commissione Europea (Creative Europe) e del Ministero dell’Istruzione italiano dell’Università e della Ricerca – Afam (Miur – Afam). La novità assoluta della stagione 2017 è il programma “Bibliothèques Vivantes», caratterizzato da performance artistiche e installazioni partecipative in luoghi insoliti e poco sfruttati per lo spettacolo dal vivo come le grandi biblioteche pubbliche e universitarie italiane e le mediateche degli istituiti francesi di diverse città.

VILLA TORLONIA, CONVEGNO DEDICATO A GHIANNI RITSOS

Mercoledì 7 e giovedì 8 giugno alle ore 19 andrà in scena al Teatro di Villa Torlonia il convegno e reading da Erotica. Piccola suite in rosso maggiore / Corpo Nudo / Parola Carnale ,dedicato a Ghianni Ritsos, uno tra i più importanti scrittori greci contemporanei. Curatrice e ideatrice dell’evento è la scrittrice e regista Maria Inversi, qui anche interprete. Dopo gli interventi di Nicola Crocetti (traduttore dal greco, editore e ideatore della rivista villa torlonia il teatro«Poesia») e di Maria Grazia Calandrone (poeta e critico di poesia), in scena con M. Inversi in forma di dialogo musicale, Jaime Séves, chitarrista classico e contemporaneo. Ghianni Ritsos è deceduto nel 1990 dopo aver pubblicato 250 libri tra poesia e rilettura di miti femminili. Proposto nove volte per il premio Nobel alla letteratura, Ritsos vinse il premio Lenin, riconoscimento che dichiarò di amare più del Nobel poiché ambito premio letterario dedicato anche alla pace tra i popoli. Inviso ai regimi dittatoriali greci, subì prigionia e censura. Si deve al lavoro di Nicola Crocetti, grecista e traduttore, amico del poeta dal 1972, la conoscenza di Erotica, come di altri testi di Ritsos.

PIAZZA FIUME: QUANDO PENSI AL PEGGIO E INVECE…

PIAZZA FIUME ALVEAREpiazza fiume l'alveareOrmai siamo tutti condizionati. Stamattina, attorno alle 10:30, a piazza Fiume c’erano due macchine della polizia locale all’altezza della fermata dell’autobus, accanto un contenitore dell’Ama che mandava fumo. La libreria Minerva del sottopasso transennata con il nastro giallo che si usa in queste occasioni. Falso allarme, naturalmente. Il fumo dipendeva dal solito ignoto che aveva buttato una cicca ancora accesa nel contenitore. E la libreria era recintata perché sulla balaustra di ferro che la circonda si era formato un alveare di vespe (o api?) che non aveva trovato di meglio per accasarsi. Ma di questi tempi abbiamo pensato a chissà quali inaspettate e pericolose situazioni…