SAN LORENZO, INEDITI DI DARIO PASSI ALLA FONDAZIONE CERERE

mostraIl segno di Dario Passi affonda le radici nella storia della pittura anche se l’architetto costruisce i suoi quadri dando spazio, volume, luce ai palazzi. Soprattutto romani. Con la personale di disegni inediti alla Fondazione Cerere (a San Lorenzo), Passi torna ad esporre a Roma, la sua città, dopo le esposizioni al Centre Pompidou di Parigi (2012) e al Franc Centre della Valle della Loira mostra 2(2015). Un grande silenzio abita i suoi palazzoni di un metafisico Ventennio. L’artista ha esordito nel clima di ritorno alla pittura di fine anni Settanta-primi Ottanta. Forte il legame con la Transavanguardia di Enzo Cucchi e con la galleria Aam. La mostra, in collaborazione con Divisare e curata da Alexandra Andresen, è accompagnata da una serie di scritti di Achille Bonito Oliva, di Franco Purini e di Giorgio Muratore, grande, compianto studioso dell’architettura del Novecento. Fonte: la Repubblica

MACRODOMENICA IN FAMIGLIA IL 2 LUGLIO

macrodomenica_per_le_famiglie_visita_e_laboratorio_a_spasso_per_il_museo_inventando_tag_largeIl 2 luglio, a via Nizza, MacroDomenica in famiglia, alle ore 11: visita guidata e laboratorio “A spasso per il museo inventando tag…!”. Iniziativa didattica, rivolta a famiglie con bambini da 6 a 12 anni, proposta nell’ambito della mostra Cross The Streets a cura di Paulo von Vacano, che raccoglie e racconta 40 anni di Street Art e Writing. Una visita propedeutica alla mostra permetterà ai partecipanti di conoscere i più importanti artisti che hanno segnato le tappe fondamentali dell’Arte Urbana a livello internazionale e locale. Durante il percorso, i bambini saranno stimolati ad osservare sulle pareti del museo, tra colori, forme e segni, i nuovi linguaggi di comunicazione socio-culturale. Dopo la scoperta delle opere, seguirà il laboratorio didattico nel corso del quale ciascuno progetterà e realizzerà il proprio Tag!

SPARAGNA & C. ALL’AUDITORIUM CON LA SALTARELLA

SparagnaQuesta ottava edizione di Ballo! è dedicata alla riscoperta e alla reinterpretazione dello straordinario repertorio della Saltarella, la tipica danza tradizionale diffusa nell’area dell’Alta Sabina, un territorio segnato recentemente dall’esperienza drammatica del terremoto. In questa area, da sempre, la musica e la danza popolare rappresentano dei segni identitari di grande valore, capaci di creare in ogni occasione  uno spirito comunitario, che coinvolge  e accomuna storie e culture. Per omaggiare questa grande tradizione, lo spazio della Cavea ospiterà stasera alle 21 decine di cantori musicisti e danzatori provenienti da tutta l’area che, uniti al Coro e l’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica  e al gruppo di danzatori tradizionali diretti da Francesca Trenta, proporranno, per la prima volta in Italia, uno spettacolo di grande forza rappresentativa. Saltarella rappresenta, quindi, un’occasione speciale per conoscere la straordinaria ricchezza del patrimonio tradizionale di quella parte degli Appennini e per partecipare ad una grande festa popolare che coinvolgerà il grande pubblico della Cavea  grazie alla forza e all’energia miracolosa  e vertiginosa del suo ritmo.

VIA ANDREA RIPA, SEQUESTRATO CENTRO BENESSERE A LUCI ROSSE

piazza_fiume_centro_benessere-Trattamenti personalizzati nel centro benessere a due passi da corso d’Italia e piazza Fiume, frequentato da professionisti che lavorano nel quartiere. Invece dei massaggi però c’erano prestazioni sessuali fornite da cinque ragazze cinesi coordinate da una maîtresse che la polizia ha arrestato per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Il centro si trova in via Andrea Ripa e gli agenti del commissariato Viminale l’hanno individuato dopo le segnalazioni dei residenti del palazzo stufi del via vai di clienti a ogni ora del giorno. Proprio questo ultimi sono stati identificati e sentiti sulle reali attività svolte nel centro benessere che quindi, dopo l’irruzione della polizia, è stato sequestrato. Fonte: Corriere della Sera

SMANTELLATA LA PIAZZA DELLO SPACCIO DI SAN LORENZO

Spaccio droga San Lorenzo 6-2Un continuo via vai di clienti, poi il rapido passaggio di mano con il ‘fumo’ o ‘l’erba’ che finiscono nel palmo del cliente ed il denaro nelle tasche del pusher. Così avveniva lo spaccio di sostanze stupefacenti a San Lorenzo, quartiere della movida romana. Una attività documentata dai carabinieri nel corso di una indagine iniziata nel marzo 2016. Ieri mattina i militari dell’Arma della Stazione di San Lorenzo in Lucina hanno dato dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 9 persone, ritenute responsabili di numerosi episodi di spaccio nel quartiere. L’attività investigativa, denominata “Latium”, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, diretta dal Procuratore Aggiunto Lucia Lotti, ha consentito di individuare gravi indizi di colpevolezza a carico dei nove destinatari di misure cautelari personali. Continue reading

“CHI LI HA VISTI?”, WOODCOCK E SCIARELLI A VILLA BORGHESE

SCIARELLI & WOODCOCKCom’era prevedibile da quando l’inchiesta su Consip è iniziata, il pm Henry John Woodcock è diventato una delle prede preferite dai paparazzi. E con lui Federica Sciarelli, la conduttrice di “Chi l’ha visto?”, anche lei indagata nell’inchiesta. E così rispuntano le foto dei due insieme, a voler dire che Woodcock e Sciarelli condividono, se non i segreti Consip, almeno una buona amicizia. Eccoli a fare jogging a Villa Borghese. Fonte: Corriere della Sera

IL 29 GIUGNO 2000 CI LASCIAVA VITTORIO GASSMAN

gassmanIl 29 giugno 2000 moriva a Roma il grande  Vittorio Gassman, vero cognome Gassmann. Genio versatile, ma con profonde radici nel mondo del teatro più “impegnato”, fondatore e direttore del Teatro d’Arte Italiano. Con Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Nino Manfredi e Marcello Mastroianni fu anche uno dei “mostri”, o “mattatori”, della commedia all’italiana. Soprannominato appunto “il mattatore”, è considerato uno dei migliori attori italiani, ricordato per la sua estrema professionalità, versatilità e magnetismo. La sua lunga carriera da attore di teatro, cinema e televisione in Italia e all’estero comprende produzioni importanti, così come dozzine di divertissement, che gli diedero una vasta popolarità. Nella foto, Gassman nel quartiere Nomentano. Fonte: il Messaggero

FLAMINIO: LA CASA DELL’ULTIMO PIRANDELLO A VIA DEGLI SCIALOJA

Centocinquant’anni dopo, quel Caos di cui allegoricamente era figlio il nonno, regna concreto in casa del nipote. La casa dell’ultimo Pirandello, Pierluigi, nipote del grande drammaturgo e figlio del pittore della Scuola romana Fausto, è la manifestazione di quel conflitto tra Vita e Forma che fu centrale nella poetica pirandelliana. Ogni angolo del grande appartamento in via degli Scialoja, acquistato da Fausto nel 1954, trasuda memoria e cultura, radici e contemporaneità. Il primo piano dell’elegante palazzina nel LA CASA DI PIRANDELLO JRquartiere Flaminio, a pochi passi dal lungotevere, è un tempio pirandelliano. Un piccolo palco dal fondale di velluto rosso dà il benvenuto all’ingresso. Qui, di tanto in tanto, si riuniscono giovani attori per serate di reading dei tanti scritti, lettere, novelle e sceneggiati prodotti dal Premio Nobel alla Letteratura del 1934, custodite gelosamente dal padrone di casa. A prime edizioni fragilissime dei romanzi di Luigi (prezzo: 5 lire), fanno eco a scaffali tracimanti cataloghi di Fausto; ceramiche siciliane si ritrovano accanto a installazioni contemporanee. Il signore ottantanovenne si avvicina appoggiato a un bastone per dare il benvenuto nella sua dimora. Dietro di lui, una gigantografia del padre e del nonno. Continue reading

A SAN BELLARMINO I FUNERALI DELLA VEDOVA DI BERLINGUER

san bellarminoÈ scomparsa a Roma Letizia Laurenti, moglie di Enrico Berlinguer, madre di Bianca, Maria, Marco e Laura. Lo ha reso noto la pagina Facebook su Enrico Berlinguer. La notizia è stata anche confermata da fonti vicine alla famiglia. I funerali si terranno sabato mattina, alle 10, nella chiesa di San Bellarmino ai Parioli.

PER IL FORTE VENTO CADE UN ALBERO A PIAZZA LEDRO

piazza ledroContinua l’allarme per la caduta di alberi in città. L’ultima segnalazione è a piazza Ledro, nel quartiere Trieste, ieri pomeriggio, quando un grosso albero si è schiantato a terra. Sul posto i vigili urbani e i pompieri hanno impiegato diverse ore prima di riuscire a liberare la strada dalla pianta. Nessun passante è rimasto coinvolto nel crollo e salve anche le macchine parcheggiate nelle vicinanze. Fonte: la Repubblica

PINCIO, FESTA PIROTECNICA PER SAN PIETRO E PAOLO

PINCIOStasera, alle 21:30, torna sulla terrazza del Pincio la tradizionale “Girandola”, festa pirotecnica dell’Ottocento che si ripete, nel suo nuovo corso, per la sua undicesima edizione. Per la seconda volta si svolgerà sopra piazza del Popolo, mentre negli anni passati si teneva sulle terrazze di Castel Sant’Angelo. La rievocazione storica dello show pirotecnico ottocentesco, della durata di venticinque minuti, sarà eseguita sulla terrazza del Pincio in sincronia con un repertorio musicale classico per festeggiare i patroni di Roma San Pietro e San Paolo. La manifestazione, sempre molto suggestiva, e seguita da un grande numero di spettatori, è dedicata questa volta a Gioacchino Ersoch, l’ultimo architetto che nel 1887 realizzò, proprio al Pincio, una delle scenografie pirotecniche più suggestive della sua epoca. Infatti sono sue alcune delle coreografie di fuochi che saranno presentate quest’anno al Pincio dall’ideatore e progettista della Girandola 2017, Giuseppe Passeri. Fonte: la Repubblica

ECCO LE TRE FOTO VINCITRICI DEL CONCORSO DI AMUSE

concorsoconcorso 1Ieri, durante AmusEstate, la festa che si è svolta nel pomeriggio presso la Caritas di Villa Glori, è avvenuta la premiazione del concorso fotografico, che aveva come tema l’Acqua nel Municipio Secondo. Pubblichiamo, a riguardo le prime tre foto classificate. Nell’ordine: la più grande a sinistra, la vincitrice del primo premio, dal titolo “Il regno di concorso 2Apollo-Villa Massimo” di Daniela Gigante; la seconda, “Acqua antirumore sui binari in via Flaminia” di Corinna Angiolino; la terza, “Nostalgia dell’acqua-Villa Ada” di Luciano Valle.

TORNEO DI SCACCHI A VILLA TORLONIA E AL PINCIO

scacchi00000_d0Torna Scacchi in città, manifestazione organizzata dalla Federazione Scacchistica Italiana in collaborazione con Roma Capitale (Assessorato Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi), per “promuovere una disciplina dall’alto valore sociale, educativo e inclusivo – afferma una nota del Campidoglio – in sedi di particolare fascino culturale e paesaggistico”. Dopo il preludio del 28 maggio sulla piazza del Campidoglio si prosegue con quattro appuntamenti: il 29 giugno a Villa Torlonia, il 16 luglio al Pincio, il 29 settembre a Villa Lais e il 15 ottobre a Villa Carpegna. In occasione della festa dei patroni Santi Pietro e Paolo a Villa Torlonia, dalle 10 alle 13, gli appassionati di scacchi possono sfidarsi all’ombra del bosco di querce della villa. Ci saranno tre aree di gioco tra loro indipendenti, una per l’esibizione in simultanea, una per il gioco agonistico ‘rapido’ (con orologio segnatempo) e una terza per appassionati di ogni livello con assistenza di istruttori federali. In tutto 50 postazioni . Partecipazione gratuita, patrocinio accordato da Unicef e Coni Lazio (dal 1988 gli scacchi sono una disciplina sportiva associata al Coni).