POLICLINICO UMBERTO I, GARE TRUCCATE SUI RIFIUTI OSPEDALIERI

Con un trucco replicato per quattro anni hanno «rubato» all’Ama il lavoro di smaltimento dei rifiuti di cartone del Policlinico Umberto I facendosi pagare dalla Asl cifre considerevoli per l’esecuzione di mansioni spettanti gratuitamente all’azienda municipalizzata dei rifiuti. Con questa accusa la procura distrettuale antimafia ha chiesto il rinvio a giudizio di tre dirigenti della ditta «Delta Petroli», società vincitrice dell’appalto pubblicato dall’azienda policlinicosanitaria in merito al solo trattamento degli scarti ospedalieri nocivi. A rischiare di finire davanti a un giudice, sono il rappresentante legale Umberto Marpurgo, il figlio Bruno (che svolgeva le mansioni di direttore generale) e il responsabile tecnico, Attilio Albani. Secondo il pubblico ministero Rodolfo Sabelli, l’azienda – tra il 2010 e il 2013 – riuscì a guadagnare 84mila euro gestendo pure l’eliminazione degli scatolini di carta, compito spettante solo all’Ama, alla quale l’Azienda sanitaria locale pagava la Tari. L’escamotage cui ricorrevano per appropriarsi dei compiti della municipalizzata, consisteva, secondo l’accusa contestata dal magistrato, nell’indicare nei formulari da compilare per il trasposto dei rifiuti anche i carichi non previsti nell’appalto, cosi creando confusione nei controlli. Continue reading

PIAZZA GENTILE DA FABRIANO SOMMERSA DA CARTACCE E RIFIUTI

piazza gentile da fabrianoLe condizioni imbarazzanti di piazza Gentile da Fabriano davanti al Teatro Olimpico e a due passi dal Maxxi. Cartacce per terra, cestini dei rifiuti stracolmi a ridosso delle panchine frequentate da mamme e bambini, ma anche dai turisti. Sulla pagina Facebook di «Roma fa schifo» è stato postato un video con le immagini che riportiamo.

IAN BOSTRIDGE ALL’AULA MAGNA DELLA SAPIENZA CON “FAÇADE”

Ian BostridgeSOPHIE DANEMANDopo il suo splendido concerto dello scorso anno, Ian Bostridge torna all’Aula Magna della Sapienza, sabato 22 aprile alle 17:30, per la stagione della Iuc. Il grande tenore inglese, che per la sensibilità, la raffinatezza e la sottigliezza delle sue interpretazioni non ha confronti tra gli interpreti della musica vocale da concerto, ha scelto questa volta di presentare “Façade” di William Walton, una composizione che riflette tutto lo spirito dei folli Anni Venti. Definito dall’autore “an entertainment”, questo brano è basato su alcune poesie di Edith Sitwell e consiste di una serie di brevi pezzi per due voci – una maschile e una femminile – e per un piccolo gruppo di strumenti. Nell’esecuzione di “Façade” Ian Bostridge sarà affiancato dal soprano inglese Sophie Daneman, conosciuta soprattutto come interprete della musica barocca.

MUSICA BAROCCA AL MUSEO PIETRO CANONICA

museo-canonica-la-fortezzuola-e-monumento-all'alpinoOggi, alle ore 11.:30, al Museo Pietro Canonica, “La Passione di Cristo e la musica barocca”. In collaborazione con Roma Tre Orchestra: Martina Loi, soprano; Susanna Valloni, traversiere; Andrea Carboni, violino barocco; Angela Naccari, clavicembalo. Un programma variegato che presenta autori noti e meno noti del barocco, e che offre l’opportunità di ascoltare una delle più belle arie della Passione secondo San Giovanni di J.S. Bach oltre a un’inedita cantata, sempre ispirata alla passione di Cristo, trascritta di recente dal manoscritto conservato a Napoli, nell’archivio musicale del convento di San Gregorio Armeno. Entrambe si avvalgono del flauto concertante che nella sonata di Bach è solista e nella cantata di Vivaldi è di nuovo dialogante con la voce. Pari rilevanza e bellezza si può ascoltare nell’invenzione di F.A. Bonporti, sacerdote come Vivaldi, dilettante come amava definirsi, ma assolutamente originale, seppur di ispirazione corelliana. Chiude il programma il divertente trio di Haendel in mi minore, composizione trascinante e fresca, dal finale decisamente danzante.

TRE GIORNATE SPECIALI SI ANNUNCIANO A TECHNOTOWN

di Francesco Casale

A Villa Torlonia, Technotown si prepara ad accogliere la Pasqua con una serie di attività tematiche speciali rivolte ai ragazzi e alle famiglie che vorranno trascorrere le festività nel villino storico. Le numerose iniziative della ludoteca saranno a disposizione dei visitatori durante le giornate di sabato 15, domenica 16 e occasionalmente anche durante l’apertura straordinaria di lunedì 17. Potranno essere acquistate, come sempre, singolarmente o in pacchetti di due o tre attività. Tra le TECHNOTOWNspecialità pasquali si avrà, dunque, l’opportunità di partecipare a Robovot, il dipingi uova, un’esperienza creativa a metà tra arte e tecnologia che, grazie al supporto dei tutor, consentirà di costruire con i Lego Wedo un vero e proprio tornio robotico con cui dipingere le uova. Oltre a questa attività anche Impronte di luce si colorerà con temi pasquali. Le Rayografie, nate dal contatto tra oggetti vari e materiale sensibile e impresse dalla luce all’interno della camera oscura, potranno essere abbellite con diversi oggetti a tema pasquale. Si potrà in questo modo creare un’opera d’arte e festeggiare la ricorrenza allo stesso tempo. Il programma non si limiterà a queste novità, ma continuerà nella sua forma consueta secondo orari che permetteranno ai piccoli fruitori di scoprire anche tutte le altre attività di Technotown.

I VOLONTARI DI “TAPPAMI” IN VIALE DELLA MOSCHEA

viale della moscheaViale della Moschea riapre al traffico. Ieri pomeriggio “Tappami” è intervenuta, su segnalazione del II Municipio, per riparare la strada chiusa al traffico da ieri sera dopo l’incidente di uno scooterista. Circa 50 le buche che sono state sistemate con decine di sacchetti di bitume. La squadra guidata da Cristiano Davoli, presidente dell’associazione di volontari, è stata aiutata da alcuni ragazzi della Moschea che si sono offerti per scaricare i sacchetti (25kg l’uno). Fonte: il Messaggero

RICOVERATA AL POLICLINICO PER UN PIERCING 14ENNE DI CIAMPINO

POLICLINICO UMBERTO IDesiderava un piercing e, ottenuto l’agognato permesso dai genitori, una ragazzina di 14 anni di Ciampino pensava di aver coronato il suo sogno di adolescente. La gioia, però, per lei è durata poco. Un’infezione le ha fatto rischiare un intervento chirurgico ed è stato così scoperto che il tatuatore che le aveva fatto l’impianto in un orecchio era completamente abusivo. Una vicenda che al momento ha già portato a una maxi sanzione per il titolare dell’attività specializzata in piercing appunto e all’immediata chiusura della stessa, ma che potrebbe avere anche risvolti penali. A distanza di 24 ore dall’impianto del piercing, la 14enne aveva iniziato ad avvertire un forte fastidio all’orecchio e il medico di base, a cui si era rivolta, temendo che la ragazzina fosse vittima di una grave infezione, non aveva esitato un attimo, invitandola a recarsi subito al policlinico Umberto I  di Roma. Continue reading