SAN LORENZO, ARRESTATO PARCHEGGIATORE ABUSIVO

Controlli vigili Movida San LorenzoL’altra notte, nella zona di San Lorenzo, il personale del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato ha arrestato un cittadino algerino, O.A. di 52 anni, che dovrà rispondere di tentata estorsione e di minacce aggravate. Nella circostanza, l’uomo si era improvvisato “parcheggiatore” nei pressi del viale dello Scalo di San Lorenzo, luogo frequentato soprattutto da giovani, amanti della movida, nelle ore notturne. L’equipaggio in transito è stato fermato da un ragazzo il quale, visibilmente agitato, ha raccontato ai poliziotti di aver subito una violenta aggressione, mentre si trovava in compagnia di altri 4 amici, da parte di un cittadino nordafricano. L’uomo in questione, pretendeva da ogni automobilista un euro per il parcheggio. Al rifiuto dei giovani di corrispondere quanto richiesto, li aveva minacciati brandendo con una grossa pietra. I poliziotti, dopo averlo individuato, lo hanno fermato e condotto negli uffici di polizia per gli atti di rito, al termine dei quali è stato arrestato. Dagli accertamenti effettuati, sono emersi a suo carico numerosi precedenti di polizia nonché un provvedimento di espulsione dal territorio italiano. Fonte: il Messaggero

VIA SAVOIA: “CITTADINI D’EUROPA”, DIBATTITO AL GOETHE INSTITUT

Divano verdeGiovedì 13 aprile 2017, ore 19, nella Sala Conferenze del Goethe Institut di via Savoia 15, dibattito su “Cittadini d’Europa. Vent’anni di storie migratorie a confronto”. Sul divano verde del Goethe Institut ne discutono: Martin Kordic, scrittore, e Arbèr Agalliu, giornalista.Modera Annalisa Camilli, Internazionale. Traduzione simultanea e live streaming. Ingresso libero.Info: tel. 06 8440051info@rom.goethe.org www.goethe.de/roma

CORREVA L’ANNO 1910 AL LAGHETTO DI VILLA BORGHESE

Un magistrale fotomontaggio di romaierioggi.it. Alle spalle di questo gruppo in posa vediamo, contornato da querce e lecci, il piccolo lago di Villa Borghese. Questo venne aperto da Antonio Asprucci che insieme al figlio Mario pose sull’isola artificiale, tra il 1785 e il 1792, il tempio di Esculapio. Inoltre vi fu inserita la Fontana delle Maschere (un bacino con maschere e delfini eseguiti sul disegno di Giacomo Della Porta) e la Fontana dei Satiri di Giovanni Nicolini, che però risale al 1925. Per quanto riguarda il tempio, sui capitelli corinzi sono raffigurati gli animali sacri al Dio della medicina: il caprone, il gallo e il gufo. Fra le altre statue, vi sono le due ninfee ad opera di Vincenzo Pacetti e Agostino Penna. Fonte: www.romaierioggi.it