VIA PO COME UNA DISCARICA

VIA PO 2È tempo di pulizie primaverili. A via Po,  a distanza di qualche decina di metri ci sono due gruppi di cassonetti. Ebbene, accanto agli uni sono stati lasciati un frigorifero e un materasso; accanto agli altri, un bel divano letto dal colore vivace. Viene da pensare che tutta questa roba abbia avuto un unico VIA POproprietario: la coincidenza è troppo evidente. Il nostro indecoroso concittadino avrà pensato bene di non lasciare tutto insieme per mancanza di spazio. E, probabilmente di notte, avrà agito. Ora tocca all’Ama, ma di certo non basterà il solito camion per la raccolta dei sacchetti dell’immondizia.

VIA GUIDO RENI, UN’ALTRA TAPPA DEL PROGETTO SULL’EX CASERMA

citta_della_scienza_via_guido_reni_d0Si è conclusa la prima fase del progetto partecipativo ripreso su invito del Municipio II assessorato ai Lavori Pubblici, Urbanistica, Mobilità, Patrimonio, Personale (assessore Giampaolo Giovannelli) per la definizione dei servizi di interesse locale da insediare all’interno del Programma integrato d’Intervento dell’ex Smmep “Stabilimento militare materiali elettronici e di precisione” di via Guido Reni (Il Piano). Alla definizione dei servizi hanno partecipato più di 15 associazioni. Hanno inoltre contribuito le biblioteche del Comune di Roma, i servizi tecnici del Comune e naturalmente Cassa Depositi e Prestiti Investimenti Sgr, proprietaria dell’area.

TEATRO 7: IN SCENA “UNPERCENTO, PUNIZIONE AD AFFETTO”

Dal 2 al 14 maggio, al Teatro 7 di via Benevento, Centro Teatrale Artigiano presenta:
Fabio Avaro e Enzo Casertano in “Unpercento, punizione ad affetto” di Francesco Stella, con la partecipazione straordinaria di Giorgia Trasselli, regia: Valerio Groppa. Alle dodici, al settimo piano della stanza quarantasette di una clinica romana, Hans, bidello napoletano, ha un appuntamento, ricevuto tramite lettera anonima. Anche Sesto, allenatore romano di bassa categoria, nella stanza quarantasette al settimo piano della stessa clinica, alle timthumb.phpdodici, ha un appuntamento, giunto anch’esso a mezzo lettera. Il problema è che i due non si sono mai visti prima e, ad attenderli nella stanza, c’è solo una bara. Chiusa. Non un fiore, non un biglietto, nulla. Solo loro due, un pallone da calcio e un’affascinante e misteriosa donna che sembra avere molto a che vedere con loro. La possibilità che, tra situazioni comiche e paradossali, i due protagonisti scoprano realmente il motivo della loro convocazione è una su cento. Ma forse è il caso di provare…

VIA SAVOIA: “PERFEKTOMAT”, CONCERTO AL GOETHE INSTITUT

GOETHE INSTITUT“Perfektomat” è il concerto – nell’ambito dell’XI Festival Percorsi Jazz – che si terrà venerdì 5 maggio, ore 20:30, presso l’Auditorium del Goethe Institut di via Savoia 15. Perfektomat riunisce i musicisti jazz tedeschi Joscha Oetz (contrabbasso), Laura Robles (cajón) e Norman Peplow (pianoforte). Grazie a una collaborazione tra il Conservatorio di Musica Santa Cecilia e il Goethe Institut, l’ensemble terrà due concerti nell’ambito dell’XI edizione del Festival Percorsi Jazz, a cura di Paolo Damiani e Danilo Rea. I Perfektomat si esibiranno infatti venerdì 5 maggio alle ore 20:30 all’Auditorium del Goethe Institut e domenica 7 maggio 2017 alle ore 18 presso il Conservatorio di Santa Cecilia. Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Per saperne di più: tel. 06 8440051 info@rom.goethe.org  www.goethe.de/roma

SAN LORENZO, MUSSOLINI DIVENTA UN TAROCCO

san lorenzoSui muri di San Lorenzo la notte scorsa è comparso un enorme manifesto in risposta allo striscione esposto poche ore prima dai neofascisti di Forza Nuova al Colosseo. Per opera degli attivisti dell'”Achtung banditen fest”  il duce diventa una figura dei tarocchi, “l’appeso”. La gigantografia è stata fissata all’ingresso del tunnel di Santa Bibiana, a poca distanza da piazzale Tiburtino. Così il quartiere “resistente” della Capitale ha voluto rispondere alla provocazione di venerdì. Ieri, alle 15, i giovani del quartiere e i partigiani dell’Anpi hanno sfilato da piazzale Tiburtino al Verano per ricordare i caduti nella guerra della Liberazione. Fonte: la Repubblica

PRIMARIE PD, SI VOTA DALLE 8 ALLE 20: DOVE, NEL MUNICIPIO

primariePDcandidatiOggi si vota per le primarie del Pd, ai gazebo o nelle sedi stabilite, dalle ore 8 alle 20. Per votare bisogna recarsi al seggio con un documento d’identità, la tessera elettorale o la registrazione online. I non iscritti al Pd devono anche versare due euro. Nel Municipio secondo per la Lista Orlando i candidati sono: 1. Gianni Cuperlo 2. Sara Lilli 3. Marco Giordano 4. Carla Fermariello 5. Giuseppe di Marco 6. Alessia Fortino. Per la Lista Emiliano: 1. Annalisa Secchi 2. Fabio Valente 3. Ornella Bergamini 4. Fabio Tittoni 5. Elisabetta Katarzyna 6. Gabriele Cerino. Della Lista Renzi fanno parte: 1. Roberto Giachetti 2. Giuliani Fabrizia 3. Orlando Corsetti 4. Letizia Gallacci 5. Andrea Casu. I seggi sono: Largo Somalia (gazebo) – Piazza Amba Alagi (gazebo) – Via Scarlatti, 9A (sede Pd) – Piazza Melozzo Da Forli (gazebo) – Piazza Euclide (gazebo) – Piazza Fiume (gazebo) – Piazza Grecia (gazebo) – Piazza Ledro (gazebo) – Piazza Sant’emerenziana (gazebo) – Piazza Verbano, 7 (sede Pd) – Piazza Bologna (gazebo) – Piazzale Delle Provincie (gazebo) – Piazza Giovanni Winckelmann (gazebo) – Via Catanzaro, 3 (sede Pd).

DERBY ROMA-LAZIO ALL’OLIMPICO: PARCHEGGI E VIABILITÀ

Roma-LazioDomenica 30 aprile, alle 12,30, ennesimo derby della capitale Roma-Lazio, il quarto della stagione. Il piano di sicurezza e di contrasto alla sosta selvaggia messo a punto da Questura e Polizia locale di Roma Capitale prevede divieti di sosta e fermata ad ampio raggio nell’area tra Foro Italico, Clodio, Tor di Quinto e Flaminio. Dalle 10 stop al traffico, con esclusione dei mezzi di soccorso, pronto intervento e trasporto pubblico, su Ponte Duca D’Aosta e via dei Robilant. Per le auto, confermate delle aree di sosta dedicate a piazzale Clodio, viale XXVII Olimpiade e viale di Tor di Quinto (altezza caserma Salvo D’Acquisto), a cui si aggiungerà quella di Cipro (metro A). Continue reading

A VIA PAVIA APPUNTAMENTO IN LIBRERIA CON DOMENICO DARA

copertinaMercoledi 3 maggio, alla libreria l’altracittà di via Pavia, ore19, incontro con Domenico Dara, autore di Appunti di meccanica celeste (ingresso libero). La prima chiave per leggere gli Appunti di meccanica celeste, secondo romanzo di Domenico Dara (dopo il Breve trattato sulle coincidenze, finalista al Calvino 2013 e poi insignito di vari riconoscimenti, fra cui il premio Corrado Alvaro), ce la dà l’autore stesso nell’esergo, la parte iniziale prima ancora che il testo cominci. Due sono le citazioni che Dara ha scelto di mettere in capo al suo libro, a mo’ di segnali per il percorso che il lettore sta per intraprendere. La prima proviene dal Faust di Fernando Pessoa, quando lo scrittore portoghese scrive che “il mistero supremo dell’Universo, l’unico mistero, tutto in tutto, è che ci sia un mistero nell’universo, qualche cosa, è che ci sia l’essere”. La seconda è firmata da un poeta, Francesco Zaccone, scomparso l’anno scorso e pressoché sconosciuto fuori dai confini della Calabria, ma sicuramente noto e caro a Dara, per avere dedicato i suoi versi in dialetto al paese dove sono ambientate le trame del Breve trattato e di questi Appunti.

AUDITORIUM/3. LEZIONI DI JAZZ, SI PARLA DI JOHN COLTRANE

lezioni_jazzDomani, al Teatro Studio Borgna dell’Auditorium, ore 11, Fondazione Musica per Roma presenta “John Coltrane. I passi di un gigante della musica”, ritratti di jazz a cura di
Stefano Zenni. A cinquant’anni dalla morte, ripercorriamo gli aspetti più noti e meno noti di una delle personalità musicali più influenti del Novecento, per scoprirne la formidabile parabola e la sua durevole influenza sulla musica d’oggi.

AUDITORIUM/2. GIAMPAOLO ASCOLESE IN “JAZZ…!!”

ascoleseStasera, al Teatro Studio Borgna dell’Auditorium,  ore 21, Giampaolo Ascolese in “Jazz…!!”. Guest Mauro Zazzarini, sax tenore premio “Jazz Awards, miglior musicista italiano di jazz 2011”. Introduzione concerto e riferimenti storici, Gerlando Gatto. Piccola storia del Jazz, ideata da Giampaolo Ascolese e suonata da un tipico Quintetto Jazz. I musicisti cercano di spiegare, con la musica ed i racconti anche vissuti assieme ai più grandi Jazzisti della storia, il fenomeno musicale del nuovo millennio, il Jazz, dando una collocazione storica e cronologica al repertorio suonato, anche con l’aiuto di uno storico giornalista: Gerlando Gatto.  Il concerto e le descrizioni storico-formali, prendono spunto dal libro di Giampaolo  Ascolese “Tim & Tom, viaggio nella Musica Jazz” con le illustrazioni di Marie Reine Levrat.

AUDITORIUM/1. GIOVANNI TRUPPI, STASERA, CON “SOLO PIANO”

truppiDopo una lunga tournée e alla vigilia di un tour conclusivo col suo pianoforte tascabile che toccherà Europa ed Italia, Giovanni Truppi registra in presa diretta le canzoni più emozionanti del proprio repertorio per piano e voce. Sette brani estratti dai suoi tre dischi più un inedito, otto tracce che descrivono l’essenza della sua scrittura. Giovanni Truppi è nato a Napoli nel 1981. Ha pubblicato tre dischi: “C’è un me dentro di me”, “Il mondo è come te lo metti in testa”, “Giovanni Truppi”. Nel 2015 è stato ospite del Premio Tenco dove ha ricevuto il Premio Nuovo Imaie per la migliore interpretazione; sempre nel 2015, ad Aprile, è stato Artista del Mese su Mtv Italia per Mtv New Generation. Ha collaborato con Antonio Moresco per la scrittura della canzone Lettera a Papa Francesco I ed ha partecipato come chitarrista alle registrazioni dell’ultimo disco di Edda. Nel corso del 2014 ha progettato e costruito un proprio pianoforte, unico al mondo, ottenuto modificando un piano verticale. Il risultato è uno strumento dalle dimensioni inferiori allo standard, smontabile ed elettrificato tramite una serie di pick-up che permettono di amplificarlo. Tra il 2013 e il 2016 è stato protagonista di un lungo tour di circa 300 concerti, con la sua band e da solo. Stasera, all’Auditorium.

“LA DOPPIA VITA DI SABATO E DOMENICO” AL TEATRO DELLE MUSE

la-doppia-vita-di-Sabato-e-Domenico2Al Teatro delle Muse di via Forlì, fino al 7 maggio, Wanda Pirol – Rino Santoro – Geppi Di Stasio in “La doppia vita di Sabato e Domenico”,scritto e diretto da Geppi di Stasio. L’immaturità dell’uomo genera il forte desiderio di conoscere e pilotare l’idea che gli altri avranno di noi dopo la morte. E’ da questo spunto che parte l’idea della divertente commedia già andata in scena con bellissimo successo la precedente stagione. Un capolavoro di moderna comicità con travestimenti e malcelati equivoci che raccontano due opposte filosofie di vita: l’amore infantile, idealizzato e l’amore pratico e terreno.

TEATRO KEIROS, SCULTURA E MUSICA

30-APRILE-yy211Uno spettacolo originale, nato da un’idea del pianista Aldo Dotto e dello scultore Nicola Biagini, entrambi toscani, con lo scopo di trovare una simbiosi ideale fra musica e scultura. Durante la performance del pianista, lo scultore modella davanti al pubblico una scultura in creta, rendendo concrete e tangibili le emozioni suscitate dalla musica ed assecondando con la sua gestualità l’andamento del suono, durante l’atto creativo. Il suono, per sua natura caduco ed intangibile, si cristallizza e diventa materico nella scultura in creta.

DOMENICA SI VOTA PER LE PRIMARIE DEL PD: DOVE NEL MUNICIPIO

primariePDcandidatiDomenica si vota per le primarie del Pd. Nel Municipio secondo per la Lista Orlando i candidati sono: 1. Gianni Cuperlo 2. Sara Lilli 3. Marco Giordano 4. Carla Fermariello 5. Giuseppe di Marco 6. Alessia Fortino. Per la Lista Emiliano: 1. Annalisa Secchi 2. Fabio Valente 3. Ornella Bergamini 4. Fabio Tittoni 5. Elisabetta Katarzyna 6. Gabriele Cerino. Della Lista Renzi fanno parte: 1. Roberto Giachetti 2. Giuliani Fabrizia 3. Orlando Corsetti 4. Letizia Gallacci 5. Andrea Casu. I seggi sono: Largo Somalia (gazebo) – Piazza Amba Alagi (gazebo) – Via Scarlatti, 9A (sede Pd) – Piazza Melozzo Da Forli (gazebo) – Piazza Euclide (gazebo) – Piazza Fiume (gazebo) – Piazza Grecia (gazebo) – Piazza Ledro (gazebo) – Piazza Sant’emerenziana (gazebo) – Piazza Verbano, 7 (sede Pd) – Piazza Bologna (gazebo) – Piazzale Delle Provincie (gazebo) – Piazza Giovanni Winckelmann (gazebo) – Via Catanzaro, 3 (sede Pd).

LA SAPIENZA CAMBIA VOLTO

LA SAPIENZACentocinquantatre milioni di euro per cambiare volto alla Sapienza. Dalle nuove biblioteche di Lettere e Giurisprudenza alle ulteriori 200 residenze universitarie che nasceranno in via Osoppo. E poi la realizzazione del nuovo campus per la facoltà di Architettura al Borghetto Flaminio, i laboratori per la ricerca ingegneristica che verranno ricavati nei 2.500 metri quadrati dell’ex capannone acquisito recentemente dalle Ferrovie a ridosso della stazione Tiburtina e molto altro. Un grande piano di riqualificazione reso possibile dall’accordo siglato dal Rettore, Eugenio Gaudio, con la Banca europea per gli investimenti (Bei) che ha erogato un finanziamento a tasso fisso per 114milioni 675mila euro, ai quali si aggiungono i 38milioni 225 mila euro nelle la-sapienza[1]disposizioni dell’ateneo. Si tratta del più cospicuo finanziamento che la Bei (creata esattamente 60 anni fa con i Trattati di Roma del 1957 appena celebrati) ha finora erogato a favore di una università italiana. Il Piano. “Il piano – afferma Gaudio – tre origine dalla volontà manifestata già all’epoca della mia candidatura alla guida della Sapienza per un miglioramento complessivo del’ateneo e attua le linee programmatiche 2014-2020, nelle quali si sottolineava l’esigenza di aumentare e migliorare i servizi per gli studenti”. L’accordo siglato il 21 dicembre scorso con la Bei che sostiene l’operazione per il 75%, “è frutto di un paziente lavoro di tessitura – continua Gaudio – ma è anche figlio dell’efficenza amministrativa e di un bilancio con il segno più”. Continue reading