MARIANGELA VACATELLO IN CONCERTO ALLA SAPIENZA

Mariangela-VacatelloProsegue alla Iuc un panorama sulla scuola pianistica italiana con tre concerti consecutivi, concentrati in dieci giorni, che presentano pianisti di tre diverse generazioni. Dopo la generazione di mezzo, rappresentata da Pietro De Maria (28 marzo) e prima di due veterani come Bruno Canino e Antonio Ballista (8 aprile), che formano un duo che ha fatto la storia della musica degli utlimi sessant’anni, è ora la volta di una rappresentante della giovane generazione,  Mariangela Vacatello, sabato 1 aprile alle 17.30 nell’Aula Magna della Sapienza (Città Universitaria, Palazzo del Rettorato, piazzale Aldo Moro 5). Ormai lanciata in una luminosa carriera  artistica che la porta regolarmente in Europa, America, Asia e Africa, Mariangela Vacatello, si è imposta sulla scena musicale fin dall’età di 17 anni vincendo una lunga serie di premi in prestigiosi concorsi nazionali e internazionali. Si è esibita in alcune delle più importanti sedi concertistiche del mondo come il Teatro alla Scala di Milano, Ircam di Parigi, Wigmore Hall di Londra, Weill Hall di New York, Walt Disney Hall di Los Angeles, Oriental Centre di Shanghaj, Accademia di Santa Cecilia di Roma.

VIA PAVIA: RACCONTO DI UNA DONNA CHE ATTRAVERSA IL SECOLO SCORSO

COPERTINAUn’opera prima narrativa nata dal talento di una mamma scienziata, Valeria Pinti, che oggi vive e lavora in Svizzera. È un omaggio a una nonna Ada; è il racconto di una bambina, poi ragazza, mamma e infine nonna. E’ il racconto di una donna che attraversa il secolo breve, il Novecento, e lotta per rendersi davvero quello che è e vuole essere. Una persona libera. Libera di scegliere, di fare o di sbagliare, di studiare, di amare, di vivere. Pioniera del suo tempo, sognatrice e pragmatica, forte e caparbia, sino alla fine si difende da chi solo può toglierle libertà, sogni e ricordi. Un piccolo romanzo che è fatto di ricordi personalissimi e di piccole scene di vita vissuta, divenute bagaglio di esperienze e ricordi per le generazioni a venire. A L’Altracittà, in via Pavia, alla presenza dell’autrice e della giornalista Luce Tommasi, venerdì 31 marzo, alle 18:30.

MACRO, IN POLE IL “DIRETTORE SQUATTER”

Il Macro come il MaaM. Il museo d’arte contemporanea di via Nizza aperto alle associazioni e all’iniziativa dei singoli artisti sul modello della fabbrica occupata sulla Prenestina. Tanto che l’antropologo “squatter” Giorgio de Finis, anima del Museo dell’altro e dell’altrove di Metropolitz (Maam), è in pole per prendere in mano il gioiello di via Nizza riprogettato da Odile Decq. E questo  grazie alla volontà dell’assessore alla Cultura, e vicesindaco, Luca Bergamo, autore di quella “rivoluzione” dei musei del Comune MACROannunciata con la delibera 126 del 26 dicembre scorso. E grande estimatore dell’esperienza del MaaM. A tre giorni dalla fine di marzo, quando dovrebbe entrare in vigore, tra l’altro, l’accorpamento del Macro, della Pelanda di Testaccio e dello spazio espositivo dell’Ara Pacis, sotto l’ala del Palaexpo, Bergamo non vuole scoprire le carte. Troppo stretti sono stati del resto i tempi (4 mesi) per l’assestamento di un tale terremoto amministrativo, con il Macro che, tolto alla Sovrintendenza capitolina, dovrebbe essere affidato alle cure del Dipartimento attività culturali, ossia all’assessorato stesso. Continue reading

VIA TEVERE, VENDITORE ABUSIVO SULLE STRISCE PEDONALI

via tevereVia Tevere, all’angolo con via Isonzo: il furgoncino con vendita abusiva di piante staziona sulle strisce pedonali e quasi non bastasse il suo gestore posiziona un paio di vasi sull’asfalto a complicare ancora di più l’attraversamento dei pedoni. Tanto, i vigili urbani da queste parti sono come i dinosauri: una razza estinta.

FORTE ANTENNE, IN TANTI CONTRO IL DEGRADO

LOCANDINAIl 1° aprile si svolgerà la manifestazione “Insieme per il bene comune Good Deeds Day”. Si tratta di un evento internazionale, nato per diffondere la solidarietà, la cittadinanza attiva e la pratica delle buone azioni, sostenuto e voluto anche dal Municipio Roma II. Nei due giorni precedenti, infatti, si svolgono  in città varie  iniziative e vari eventi,  tra cui quello organizzato dal nostro Municipio su Forte Antenne. È stato scelto come luogo per essere pulito da volontari. Associazioni come Retake, Amuse, Amici di Porta Pia, Amici di Villa Leopardi, Gar, Lega Ambiente, Progetto Forti, Quelli che il Parco, insieme a Volontariato Cevs-Spes, collaboreranno a una giornata di impegno civile e di “svago educativo”.

“GRATTA E VINCI”, 5 MILIONI AGGIUDICATI IN VIALE SOMALIA

la tabaccheriala tabaccheria di viale somaliaLa dea bendata bacia il quartiere Africano. Nella tabaccheria di viale Somalia, al civico 100, sono stati vinti 5 milioni di euro. Sconosciuta l’identità del fortunato che, acquistando un gratta e vinci da 20 euro, si è ritrovato improvvisamente milionario realizzando così il sogno di tutti noi: svoltare la propria vita nell’arco di pochi minuti. Il proprietario della tabaccheria, Gianluca Ortenzi, ora spera anche lui in un piccolo gesto di riconoscenza: “Noi tabaccai non prendiamo alcun premio sulla vittoria dei gratta e vinci. Ieri Lottomatica mi ha contattato per informarmi che la mia tabaccheria ha venduto un biglietto vincente. Non ho idea – prosegue Ortenzi – di chi possa essere il fortunato, anche perché per riscattare il premio occorre recarsi presso la banca convenzionata con Lottomatica, quindi non è detto che si faccia vivo. Io spero che avendogli portato fortuna ora lui o lei possa farmi un regalo, anche in forma anonima”. Fonte: il Tempo