RUBA CARROZZINA PER DISABILI ALLA SAPIENZA: DENUNCIATO

L A SAPIENZA LETTEREGirava per la facoltà di Lettere a bordo di una carrozzina per disabili, il giovane 26enne, romano, e senza problemi fisici, è stato denunciato per furto aggravato dagli agenti della Polizia di Stato. Uno studente disabile, dopo aver lasciato la sua carrozzina elettrica, davanti al centro sportivo universitario, era entrato in palestra, aiutato da alcuni istruttori ed amici. All’uscita però, non ha più trovato il suo mezzo di trasporto, strumento peraltro fondamentale per muoversi autonomamente; accertato che non si trattasse di uno scherzo di cattivo gusto, il giovane ha chiesto aiuto agli amici ed agli istruttori del centro sportivo, i quali si sono immediatamente attivati cercando la carrozzina. Continue reading

BIBLIOTÈ A VIALE CASTRO PRETORIO

biblioteca nazionaleBibliotè è un’iniziativa di valorizzazione dei fondi antichi della Biblioteca nazionale centrale di Roma, in viale Castro Pretorio 105, che prevede un incontro al mese con bibliotecari specializzati nelle diverse discipline legate alle collezioni speciali e ai fondi manoscritti e rari. Il progetto intende far conoscere ad un pubblico più ampio alcuni dei tesori nascosti della Biblioteca attraverso la presentazione di un testimone significativo per ognuna delle varie collezioni, illustrandone le peculiari caratteristiche e i molteplici elementi di interesse.  Il 28 marzo, alle ore 16, “Un manoscritto molto ricercato” a cura di Valentina Longo. In questo primo incontro si ripercorreranno le vicende avventurose di un manoscritto dalla storia millenaria, cui è stata data la caccia in varie epoche e per varie ragioni, e che è stato testimone diretto di eventi storici fondamentali nel corso dei secoli. Seguirà un tè presso il nuovo Bistrot Letterario. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti allo 06 498924.

DUE APPUNTAMENTI PER SAPERE TUTTO SUL RAKUGO

rakugoDopo il kōdan a fine 2016 e il rōkyoku il 2 marzo 2017, è la volta del rakugo (21 e 23 marzo). Il rakugo è il più amato e seguito genere declamatorio, tuttora molto popolare tra giovani e meno giovani. Forte di un repertorio consolidato in secoli di spettacolo, la sua qualità principale è la vena umoristca che caratterizza le storie narrate (in italiano), i cui personaggi prendono vita grazie alla poliedricità della voce del narratore. Aiutato soltanto da un ventaglio e da un fazzoletto, il maestro declamatore dipana il suo racconto fino alla battuta finale, che con un arguto gioco di parole scatena l’ilarità del pubblico. Appuntamenti: martedì 21 marzo, ore 10, Iso Istituto Italiano di Studi Orientali, “Sapienza” Circonvallazione Tiburtina, 4; giovedì 23 marzo, ore 18.30, Istituto Giapponese di Cultura, via A. Gramsci, 74.