LA SAPIENZA, TAFFERUGLI DURANTE UN CONVEGNO CON LA FEDELI

la sapienzaDisordini e brevi tafferugli tra un gruppo di studenti e le forze dell’ordine alla Sapienza dove era in corso il convegno “Dopo la riforma: università italiana, università europea?”, promosso dall’associazione Treelle alla presenza della ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli. Prevista anche la presenza dell’ex ministro Maria Stella Gelmini. Mentre nella facoltà di Lettere era in corso il convegno, gli studenti, giunti in corteo con striscioni e fumogeni, hanno chiesto di poter entrare. Bloccati dalle forze dell’ordine, hanno cercato di violare la barriera dando vita a brevi tafferugli. La questura ha comunicato che la sapienza 2quaranta persone sono state identificate e, vagliate le loro posizioni, anche grazie alla immagini riprese dalla polizia scientifica, saranno denunciati all’autorità giudiziaria. Cinque giovani sono riusciti a entrare, hanno interrotto il convegno e, dopo aver preso la parola al posto dell’oratore, hanno duramente contestato il ministro Valeria Fedeli. “Voi avete organizzato questo convegno in questo luogo senza avvisare gli studenti. Avete invitato il ministro Gelmini (non ancora presente, ndr) qui dentro”, ha detto ad alta voce una ragazza del gruppetto criticando allo stesso tempo le politiche degli ultimi anni per quanto riguarda l’università. Continue reading

PIAZZALE MANILA: I LAVORI DI RESTAURO DELLA FONTANA AL VIA

IMG_6599Come annunciato nel nostro articolo dell’11 Marzo, sono iniziati i lavori di restauro della fontana di piazzale Manila abbattuta dalla caduta di un pino ormai più di due anni fa (marzo 2015). La fine dei lavori è prevista per la fine di giugno 2017.

La cura del restauro, insieme a quella della fontana delle Api a piazza Barberini, è affidata a Doretta Mazzeschi della CBC – Conservazione Beni Culturali, società cooperativa, una delle più esperteIMG_6601 ditte italiane di restauro di beni culturali. I lavori saranno realizzati dalla società Meesters In, controllata dalla Società Reale Olandese Koninklijke Woudenberg. Società specializzate in restauro architettonico e altresì note per famosi lavori di restauro nei Paesi Bassi, come quelli del Rijksmuseum ad Amsterdam ed il Mauritshuis a l’Aja.

Durante la prima settimana di lavoro la fontana sarà smontata e saranno prese tutte le misure necessarie all’opera di restauro che inizieranno a partire dalla terza settimana. Durante i lavori saranno anche ripristinate le condotte che portano l’acqua alla fontana. I lavori sono naturalmente seguiti dal Comune, dal II Municipio e dal Servizio Giardini.

CASA DEL CINEMA, RASSEGNA DEDICATA A CATERINA BORATTO

borattoDa oggi al 16 marzo la Casa del Cinema dedica una rassegna all’attrice italiana Caterina Boratto con la proiezione di quattro film e la presentazione di due testi a lei dedicati. Il 15 marzo, in particolare, sarà l’occasione di dialogare con gli autori dei libri durante un incontro al quale presenzieranno Paolo Virzì e Lina Wertmüller. Il 15 marzo (di 102 anni fa) nasceva a Torino Caterina Boratto, una delle dive più popolari e appartate del cinema italiano, una donna protagonista di vicende da romanzo e un’attrice che visse letteralmente due volte sullo schermo, in periodi molto lontani tra loro. In occasione del suo anniversario, mercoledì 15 marzo, la Casa del Cinema di Roma renderà omaggio a Caterina Boratto con la complicità di suo figlio Paolo Ceratto, autore insieme a Franco Prono del volume a lei dedicato (Daniela Piazza Editore) e di Paolo Grassini che nel suo “Fellini 8 ½: la genesi del film” (ETS Edizioni) le dedica un vivido ritratto. Negli stessi giorni (da martedì 14 a giovedì 16 marzo) verranno riproposte caterina-borattoalcune delle più significative interpretazioni della diva: dal suo esordio a fianco del tenore Tito Schipa in “Vivere” di Guido Brignone (1936) al poco noto “Le orme” di Luigi Bazzoni (1974) in programma il 14 con la collaborazione di Surf Film, dal celebre “Salò o le 120 giornate di Sodoma” di Pier Paolo Pasolini (1975), presentato in collaborazione con la Cineteca  di Bologna a conclusione di una giornata a tema dedicata all’attrice (15 marzo), fino ad arrivare al sorprendente “Chi più felice di me!” sempre di Guido Brignone (1938) e di nuovo in coppia con Tito Schipa (16 marzo). Altera, elegante, discreta e timida nella vita privata, Caterina Boratto approdò al cinema negli anni ’30 dopo aver frequentato il Liceo Musicale e fu immediatamente scelta per un ruolo da protagonista in “Vivere” a fianco di una star internazionale come Tito Schipa, conoscendo un tale successo popolare da indurre la Metro Goldwyn Mayer a proporle un contratto in America. Continue reading

E A VIA SIMETO ABITARONO DUE INSIGNI PERSONAGGI

IMG-20170313-WA0001A via Simeto hanno abitato due illustri personaggi. Il primo, Cesare Aureli, nato a Roma il 7 aprile 1843 da un modesto scultore ornatista, Pietro, si indirizzò alla scultura sotto la guida del padre e completò ben presto la propria formazione artistica nell’ambiente degli scultori romani. La sua copiosa produzione, prevalentemente di soggetto storico e religioso, rivela la derivazione da quella tradizione canoviana presente negli ambienti nei quali si era formato. Dell’Aureli vanno ricordate la statua di Luca della Robbia (sulla fronte del Palazzo delle esposizioni in Roma), la statua di Tommaso Moro (donata dai seminari cattolici a Leone XIII per il suo giubileo, oggi in Vaticano) e il monumento a S.Tommaso d’Aquino, destinato la scrittaalla Biblioteca Vaticana; più noti ed ammirati sono la naturalissima statua del missionario Cardinale Massaia (sul sepolcro di quest’ultimo nella chiesa di S. Francesco al Tuscolo, presso Frascati) del 1893, il gruppo scultoreo di Galileo nell’atto di esporre al poeta Milton le sue teorie (eseguito nel 1912 e lasciato per legato alla università di Roma) e la statua di S. Cecilia in preghiera, nella cripta della chiesa omonima in Trastevere. Ricoprì la carica di consigliere comunale a Roma dal 15 ottobre 1892 al 14 giugno 1907. Morì a Roma l’8 febbraio 1923. Stanislao Aureli, a sua volta, è stato architetto e ingegnere iscritto alla Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Letteratura dei Virtuosi al Pantheon, accademia pontificia nata nel XVI secolo, avente per statuto lo scopo «di favorire lo studio, l’esercizio ed il perfezionamento delle Lettere e Belle Arti, con particolare riguardo alla letteratura d’ispirazione cristiana e all’arte sacra in tutte le sue espressioni, e di promuovere l’elevazione spirituale degli artisti, in collegamento con il Pontificio Consiglio della Cultura».

VILLA BORGHESE, FIN DALLA PORTA COMPARE IL DEGRADO

Non c’è proprio pace per Villa Borghese, da qualunque parte la si consideri. L’ingresso dalla Porta del Popolo – che nel 1830 si volle monumentale coi Propilei di un architetto quale Luigi Canina – potrebbe stare in una qualunque periferia abbandonata. Cassonetti di rifiuti che rigurgitano da ogni parte, il muretto accanto alle colonne di accesso continuamente intaccato e semidiruto, sporcizia ovunque, senza tregua. Finalmente si è VILLA BORGHESEmessa mano alla abolizione dei mercatini ambulanti abusivi che hanno invaso la zona rendendo impossibile il passaggio fra il Flaminio, che resta comunque un bel quartiere, e la Stazione delle Ferrovie di Roma Nord. Uno dei pochi assi ferroviari di Roma, da questo punto di vista gracilissima, e, malgrado ciò, tenuta in condizioni deplorevoli. A volte persino poco rassicuranti. I residenti del II Municipio da anni insistono, guidati da donne intrepide, per tanto tempo la mitica Suso Cecchi D’Amico, ora, fra le altre, la instancabile Karine Robert, per ridare decoro e funzionalità all’intera Villa, a questa vasta area di verde e di musei, creata secoli fa per lo svago dei romani ed ora svilita, nella parte che digrada verso il Flaminio, a suk e a parcheggio di pullman. Continue reading

LA SAPIENZA, ULTIMO APPUNTAMENTO CON BEETHOVEN

13 Quartetto di Cremona ridottadi Francesco Casale

Il prossimo 18 marzo, alle 17:30, nell’Aula Magna della Sapienza (Città Universitaria, Palazzo del Rettorato, piazzale Aldo Moro) ultimo appuntamento con il ciclo della Iuc, Istituzione universitaria dei concerti, intitolato “Esplorando Beethoven” col Quartetto di Cremona. È sicuramente un concerto da non perdere per chi ha già seguito questo viaggio “attraverso Beethoven e un’occasione per approfittare dell’ultimo appuntamento per chi invece abbia perso i precedenti concerti. Era dai tempi del leggendario Quartetto Italiano che l’Italia non aveva un quartetto d’archi famoso e ammirato a livello internazionale come il Quartetto di Cremona, che è ancora giovane, essendo stato fondato nel 2000 presso l’Accademia Stauffer di Cremona, dove i quattro musicisti stavano perfezionandosi. Continue reading

DENUNCIATI IN CINQUE PER TAFFERUGLI AL PALATIZIANO

PALAZZETTO DELLO SPORTÈ di cinque persone denunciate per i reati di lesioni, resistenza a pubblico ufficiale ed oltraggio, il bilancio dei disordini verificatisi domenica pomeriggio nella curva dei tifosi della Virtus al PalaTiziano di via Flamina. A dare l’avvio alla vicenda, una lite tra due tifosi, passati alle vie di fatto. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine per dividere le parti, alle quali si erano nel frattempo aggiunti altri tifosi che hanno operato una forte resistenza, in conseguenza della quale quattro agenti del Reparto Mobile e uno del Commissariato Villa Glori sono rimasti feriti, con prognosi che vanno dai 5 ai 10 giorni. Gli accertamenti hanno permesso agli agenti di individuare cinque dei responsabili dell’accaduto, mentre proseguono le indagini per identificare gli altri tifosi. Fonte: il Messaggero

LIBRERIA KOOB: TOUR LETTERARIO, OBIETTIVO MILANO

170316-milanoAlla libreria Koob di via Luigi Poletti, il 16 marzo 2017, alle ore 18, “Grand Tour – un viaggio nelle città italiane con lo sguardo degli scrittori di oggi”. Terza tappa: Milano, a cura di Elisabetta Bolondi, letture di Maria Zamponi. Si parlerà della Milano di: Ilaria Mattioni, Stelle di panno (Lapis), Dario Crapanzano, Il giallo di via Tadino (Mondadori), Elisabetta Bucciarelli, La resistenza del maschio (Nn Editore), Alessandro Robecchi, Torto marcio (Sellerio), Massimo Canuti, Le coincidenze dell’estate (e/o).