DONNA TENTA IL SUICIDIO A VIA DENZA: SALVATA DALLA POLIZIA

via denzaGli agenti del commissariato «Villa Glori», l’altro giorno, sono intervenuti in via Denza dove era stata segnalata la presenza di una donna seduta sul cornicione al quinto piano di un palazzo. I poliziotti, visto che non era possibile entrare all’interno dell’appartamento, hanno deciso di passare da una finestra posta all’ultimo piano del pianerottolo. Gli agenti hanno percorso quindi con difficoltà un pezzo di cornicione e, dopo aver raggiunto la donna, mantenendo una distanza tale da non farla agitare, hanno instaurato un dialogo per tranquillizzarla e confortarla. Appena la donna si è calmata i poliziotti l’hanno convinta a rientrare in sicurezza sul terrazzo. La donna, ancora molto scossa e in forte stato di agitazione, successivamente è stata visitata dal personale medico intervenuto per poi essere affidata alle cure dei familiari. Fonte: il Messaggero

IUC: CONCERTO PER I CENTO ANNI DELLA RIVOLUZIONE D’OTTOBRE

l'orchestraMartedì 14 marzo alle 20:30 Yuri Bashmet, il più illustre virtuoso di viola dei nostri giorni, e I Solisti di Mosca, la straordinaria orchestra da camera da lui fondata e diretta, ricordano all’Aula Magna della Sapienza per la stagione concertistica della  Iuc il centesimo anniversario della Rivoluzione d’Ottobre, non con una celebrazione retorica ma con un panorama su quattro dei più importanti compositori del periodo sovietico, che spesso si trovarono in aperto contrasto con il regime e per questo subirono discriminazioni e corsero non pochi rischi. Sono ovviamente Prokof’ev e Šostakovič e inoltre Sviridov e Schnittke. Completa il programma la prima esecuzione a Roma di Preludio, Presto e Lamento di Silvia Colasanti, compositrice tra le più affermate in campo internazionale, che ha dedicato a Bashmet e ai Solisti di Mosca l’esecuzione.

VIA OMBRONE, UNA MOSTRA DEDICATA A DARIO ARGENTO

ARGENTOUna trentina di foto di scena, scattate sui set dei film più celebri, da Profondo Rosso a La terza madre, con un approfondimento dedicato a Suspiria, in occasione dei suoi 40 anni. Fotografie immortali, ristampate su carta, che ripropongono le visioni di Dario Argento, nonché gli incubi di generazioni di italiani. Negli scatti di Franco Bellomo i punti di vista più celebri delle grandi pellicole ARGENTO 2ridisegnano un nuovo confine tra razionale e irrazionale, paura e ossessione, finzione e paranormale. (foto di Franco Bellomo)
Tagli di luce, Galleria SpazioCima, via Ombrone 9, dal 15 al 22 marzo dal lunedì al venerdì, dalle ore 15:30 alle 19:30. Vernissage a ingresso libero fino a esaurimento posti il 15 marzo alle 18:30.

LA MORTE DI GIORGIO MURATORE: FUNERALI A SAN SATURNINO

L’ultima delle sue battaglie l’aveva combattuta pochi giorni fa sulle pagine di Repubblica, per difendere i gioielli dell’archeologia industriale di Roma. E un’altra poco prima per sostenere il vincolo sulle architetture “di ardita bellezza” dell’Ippodromo di Tor di Valle disegnate da Julio Garcia Lafuente alla fine degli anni Cinquanta contro il cemento dello stadio della Roma che le minaccia. È morto ieri Giorgio Muratore, architetto e storico dell’architettura, studioso e firma prestigiosa. E sul suo blog “Archiwatch”, sotto una sua muratorebellissima foto, è apparso un discreto annuncio di poche righe: “Per un ultimo saluto a Giorgio ci vediamo venerdì 10 marzo alle ore 12 alla chiesa di San Saturnino”. Così l’architettura perde un altro dei suoi protagonisti, uno degli strenui difensori della grande cultura della progettazione, titolare della cattedra di Storia dell’Architettura Contemporanea alla storica Facoltà di Architettura di Valle Giulia. Lo avevamo intervistato recentemente sulla Roma industriale di Ostiense, sui suoi segni, dal Gazometro  agli ex laboratori della Mira Lanza, una zona da far rinascere. «A Londra hanno riconvertito il patrimonio industriale, ad esempio con la Tate Modern, i tedeschi lo hanno fanno in una regione intera, la Ruhr» ci aveva detto «Qui a Roma invece non si riesce nemmeno a recuperare lo spazio del porto fluviale. Anzi si assiste alla trasformazione del Consorzio Agrario in un condominio vergognoso. Continue reading

DONNA SCOMPARSA IL 3 MARZO RITROVATA A VILLA BORGHESE

VILLA BORGHESEIeri, poco dopo mezzogiorno, un ragazzo che lavora in una delle infrastrutture di Villa Borghese, ha notato una donna che vagava senza una meta apparente.  Il ragazzo ha subito avvisato il 112 Nue (Numero unico delle emergenze) ed in breve è giunta una pattuglia del commissariato Salario-Parioli, diretto da Antonio Roberti, che ha preso in custodia la donna. La stessa, molto somigliante a una 67enne marchigiana i cui familiari avevano denunciato la scomparsa da circa una settimana e della quale se ne era occupata anche la trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?”. I poliziotti, dopo aver verificato attraverso la banca dati interforze, la veridicità della segnalazione, hanno accompagnato la donna, con il tatto e la delicatezza che queste situazioni richiedono, presso il commissariato. Da lì gli agenti si sono messi in contatto con i familiari della 67enne che, in breve tempo, sono giunti in commissariato. Fonte: la Repubblica

LA SAPIENZA, PER I CONCERTI IUC TORNA EMMANUEL PAHUD

unnamedA grande richiesta, dopo il sensazionale successo dello scorso anno, Emmanuel Pahud “il re dei flautisti” torna sabato 11 marzo alle 17.30 alla Iuc, in duo col pianista Eric Le Sage (Aula Magna della Sapienza, Città Universitaria, Palazzo del Rettorato, Piazzale Aldo Moro 5). La carriera di Pahud è contrassegnata dalla varietà del repertorio (che spazia dal barocco alla musica contemporanea, passando per il jazz) e dall’attesa che circonda ogni sua esibizione. Oggi suona nel mondo intero ed è ospite dei più grandi festival e delle principali orchestre (London Philharmonic, Nhk Symphomy di Tokyo, Orchestre Philharmonique de Radio France e ancora le orchestre di Copenhagen, Olso, Helsinki, Montecarlo, Baltimora, Bruxelles, Barcellona, Monaco di Baviera, ecc.). I suoi cd hanno ricevuto riconoscimenti prestigiosi come cd of the Year di Classica Magazine,”Diapason d’Or, Record Academy Award del Giappone e ben sei Echo Klassik Awards.

CASTRO PRETORIO: TENTA DI AGGREDIRE DONNE IN METRO

METRO B CASTRO PRETORIOUn uomo ha tentato di aggredire stamane poco dopo le 6.30 un gruppo di donne sulla linea B della metropolitana di Roma, alla fermata di Castro Pretorio. L’uomo, probabilmente con disagi psichici e alterato dall’alcool, si è avventato su un gruppo di passeggere. Terorizzate, un paio di loro hanno cercato riparo nella vicina caserma di Castro Pretorio dell’esercito. Immediata la risposta dei soldati dislocati sul posto nell’ambito dell’operazione a tutela degli obiettivi a rischio per l’allarme terrorismo islamico. L’uomo è riuscito ad allontanarsi in direzione della Stazione Termini, ed è attualmente ricercato. Fonte: la Repubblica