AUDITORIUM: L’ULTIMA SERA DELL’ANNO AFFIDATA A GIGI PROIETTI

PROIETTIGigi Proietti torna nella Sala Santa Cecilia con Cavalli di Battaglia, un successo straordinario con all’attivo più di venti repliche sempre sold out. Al grande artista romano è affidata  l’ultima serata dell’anno. L’occasione ideale per festeggiare con il pubblico uno degli spettacoli più amati della sua carriera. Cavalli di battaglia è infatti un excursus nel repertorio di Proietti: popolare, drammaturgico, canoro, mimico, poetico, parodistico, comico, umano, multiculturale. Una contaminazione dei generi che caratterizzano i suoi spettacoli e che sono gli ingredienti del suo grande successo. Un’occasione unica, dunque, per rivedere in scena l’artista poliedrico. Proietti è accompagnato da un’orchestra di 25 elementi diretti da Mario Vicari, da un corpo di ballo, da Marco Simeoli e Claudio Pallottini, attori del suo Laboratorio che da diversi anni partecipano ai suoi spettacoli. Ci saranno anche Susanna e Carlotta, le due figlie dell’artista, che sorprenderanno il pubblico con le loro qualità vocali e con la loro vis comica.

TEATRO PARIOLI, 31 DICEMBRE CON TATO RUSSO

teatro-parioliAl Teatro Parioli-Peppino De Filippo sabato 31 dicembre 2016, Capodanno con Gran Cafè Chantant, vaudeville di Tato Russo da Eduardo Scarpetta con Tato Russo che firma anche la regia, Clelia Rondinella, Renato De Rienzo, Mario Brancaccio, Salvatore Esposito, Dodo Gagliarde, Letizia Netti, Carmen Pommella, Francesco Ruotolo, Caterina Scalaprice, Massimo Sorrentino, Diletta Bonè, Antonia Botta, scene di Peppe Zarbo, costumi Giusy Giustino, musiche Zeno Craig, disegno luci Roger La Fontaine e con l’Orchestra Gran Cafè Chantant che eseguirà musiche dal vivo.

CAPODANNO, MUSICA E SPETTACOLI SUI PONTI DEL LUNGOTEVERE

ponte della musica. foto Davide RossiNel cuore della notte dj set davanti al Ponte della musica e al Ponte della scienza ad Ostiense. La mattina vari concerti come quelli dei 100 violoncellisti dei ‘100cellos’. Il pomeriggio, sui ponti della parte centrale della città, l’orchestra popolare italiana di Ambrogio Sparagna, gli spettacoli di Ascanio capodannoCelestini e Massimo Popolizio e la sera il concerto di chiusura dell’orchestra di Piazza Vittorio su Ponte Sant’angelo. Diciotto ore di eventi musicali o culturali, spalmati su circa 10 chilometri, con il minimo comune denominatore lo sfondo dei ponti della città ed ampi tratti dei lungotevere pedonalizzati per circa 24 ore. L’intera manifestazione coinvolgerà oltre 500 artisti e si snoderà dal Ponte della Musica al Ponte della Scienza passando per Ponte Sant’angelo, Ponte Sisto, con un tratto pedonale proprio in mezzo, e per finire a Ponte Vittorio Emanuele e Ponte Garibaldi, anch’essi uniti da una pedonalizzazione della parte di lungotevere che li collega. Su questi palcoscenici si alterneranno i dj di musica dance e elettronica poco dopo le 3, in modo da raccogliere i nottambuli usciti dalle feste, e con il sole del 1 gennaio arriveranno attori, orchestre e musicisti. Alle 10 sul Ponte della Musica parte il progetto per i bambini e i ragazzi giocajazz. Alle 11 seguirà il concerto gospel di james hall e poi arriverà l’accademia nazionale di Santa Cecilia. A seguire tanti eventi, tutti ad ingresso libero. Fonte: la Repubblica