“C’ERA UNA VOLTA L’URSS” AD AZIMUT IN VIA FLAMINIA

azimut-urssAzimut, nella sua sede romana di via Flaminia 133, come negli anni precedenti apre le sue porte all’arte rendendo omaggio questa volta alla pittura figurativa d’oltrecortina. Inaugurata venerdì 16 dicembre, da lunedì 19 è aperta al pubblico la mostra “C’era una volta l’Urss” curata da Giovanni Argan, pronipote del grande storico dell’arte ed ex sindaco di Roma, Giulio Carlo Argan. Continue reading

“TIME IS OUT OF JOINT” ALLA GNAM

gnamCon la grande mostra Time is Out of Joint, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea scrive un nuovo capitolo della sua storia portando a compimento l’ampio processo di trasformazione, riorganizzazione e riallestimento – iniziato con la mostra The Lasting. L’intervallo e la durata – con la restituzione al pubblico di spazi completamente rinnovati e con la profonda rilettura delle sue collezioni. Time is Out of Joint, aperta al pubblico fino al 15 aprile 2018, è un progetto di Cristiana Collu, in collaborazione con Saretto Cincinelli e il Collegio tecnico scientifico della Galleria Nazionale e conta circa 500 opere, compresi i prestiti esterni provenienti da musei pubblici e collezioni private, e circa 170 artisti. L’esposizione, il cui titolo cita i versi dell’Amleto di William Shakespeare “The time is out of joint”, sonda l’elasticità del concetto di tempo, un tempo non lineare, ma stratificato.

BIBLIOTECA NAZIONALE, UNO SPAZIO PERMANENTE PER GRAZIA DELEDDA

grazia_deledda_-_ritrattoA viale Castro Pretorio, la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, ha inaugurato giovedì scorso uno spazio permanente dedicato alla figura e all’opera della scrittrice sarda Grazia Deledda (Nuoro, 27 settembre 1871 – Roma, 15 agosto 1936). La mostra intende celebrare in particolare il periodo romano della scrittrice. Grazie Deledda, infatti, si trasferisce a Roma nel 1900 e proprio nella capitale si svolge la grande stagione letteraria: da Elias Portolu del 1903 a Canne al vento del 1913 e La madre del 1920, dalle novelle al teatro. Frequenta così il mondo culturale romano di primo Novecento: Angelo De Gubernatis, Giovanni Cena e l’ambiente della rivista «Nuova Antologia», dove escono a puntate molti dei suoi romanzi, gli artisti esordienti. Stringe rapporti con Sibilla Aleramo, Marino Moretti, Federigo Tozzi. La stessa Roma, i luoghi a lei più cari, trapelano tra le pagine come nelle novelle La Roma nostra e Viali di Roma. Inoltre nella capitale muore ottanta anni fa. Continue reading

“PROFUMI D’ORIENTE”, MOSTRA AL MUSEO CANONICA

museo-canonicaFino all’8 gennaio al Museo Canonica di Villa Borghese, la mostra “Profumi d’Oriente”. La mostra è la seconda di un ciclo, iniziato nel 2015, curato dallo staff del museo e finalizzato alla valorizzazione della collezione conservata nella casa museo dello scultore. In questa seconda mostra sono esposti preziosi oggetti provenienti da diverse aree del Medio ed Estremo Oriente, oggetti collezionati dall’artista in epoche e circostanze diverse. Continue reading