SAN LORENZO: SGOMBERATO DALLA POLIZIA IL LICEO MACHIAVELLI

liceo-machiavelliGli studenti l’avevano promessa e puntuale è arrivata: un’ondata di occupazioni di licei nel finale dell’autunno romano. Martedì la mobilitazione ha toccato il liceo Machiavellli. In contemporanea al presidio della sede centrale di piazza Indipendenza, i liceali hanno occupato anche la succursale, subito sgomberata dalle forze dell’ordine. Nell’istituto, che si trova in via dei Sabelli, a San Lorenzo, in quel momento c’erano circa 90 studenti. Alcuni si sarebbero allontanati all’arrivo degli agenti. Secondo il racconto del collettivo Gaius, invece, la polizia avrebbe fatto irruzione nella scuola, entrando dal cortile. Subito dopo lo sgombero sarebbe stata anche fermata una ragazza, accompagnata in volante in commissariato per l’identificazione. “La nostra protesta non si fermerà – hanno scritto gli studenti – Non piegheremo la testa di fronte alla controparte, sempre pronta a reprimere la volontà degli studenti che lottano quotidianamente per un cambiamento reale a beneficio di tutti e tutte”. Fonte: la Repubblica

TROVATO UN GECO ALBINO VICINO AL PARCO DI VILLA CHIGI

 IL GECOUn geco albino di circa 20 centimetri è stato trovato ieri, in via Valnerina, vicino al parco di Villa Chigi. L’animale è stato avvistato vicino le giostre dei bambini provocando attimi di paura. A dare l’allarme ai carabinieri sono state alcune mamme. Sul posto i carabinieri del nucleo radiomobile e della stazione di viale Libia che hanno recuperato l’animale. Si tratta di un geco leopardino albino grande circa 20 centimetri. I militari lo hanno preso in consegna e affidato a un cittadino che intende adottarlo.

MUNICIPIO: A VIA DIRE DAUA SI PARLA DI VIOLENZA SULLE DONNE

immagineIl 25 novembre, nella Sala Consiliare “Matteo Bonetti”, in via Dire Daua 11, alle ore 15, convocazione del Consiglio per affrontare il tema della violenza sulle donne, per portare l’attenzione su una tragedia quotidiana che purtroppo spesso viene dimenticata. Interverrà Andrea Bernetti del Centro di Ascolto Uomini Maltrattanti di Roma Onlus (Cam). Sarà presente Jones Mannino dell’Associazione Nazionale Maschileplurale. Organizzazione a cura della Presidenza del Consiglio e della Commissione delle elette del Municipio II.

VA AVANTI NEL MUNICIPIO IL PROGETTO PER I BAMBINI DEI NIDI

Continua nel II Municipio “Una parola dopo l’altra”, il progetto gratuito rivolto ai bambini e alle bambine  dei nidi, alle loro famiglie e ai loro educatori che ha l’obiettivo di conoscere e sostenere lo sviluppo comunicativo e linguistico dei minori tra i due e i tre anni. Secondo i dati emersi dai primi 203 questionari compilati dalle famiglie in 12 nidi, l’incidenza dei bambini con un rallentamento nello sviluppo del linguaggio è del 7%. Un risultato similare a asilo_nidoquello che emerge dall’analisi internazionale.  Nel caso specifico sono stati individuati 11 bambini monolingui italiani e 3 bambini bilingui (di diverse origini) che tra i 24-27 mesi si collocano in una fascia di rischio per lo sviluppo del linguaggio. Da queste prime considerazioni andrà avanti il lavoro nel corso dell’anno scolastico. Un’iniziativa fortemente voluta dall’assessorato alle Politiche educative del Municipio in collaborazione con l’Istituto di scienze e tecnologie  della  cognizione (Istc) del Cnr di Roma e con la Fondazione Fatebenefratelli, che offrono la loro esperienza di ricerca e formazione nell’ambito della psicologia dello sviluppo tipico e atipico del linguaggio e della comunicazione nei bambini.  Continue reading

ALLA SAPIENZA E AL SAVOY IL FILM SUL TERREMOTO GIAPPONESE

il-filmVenerdì 25 novembre il Dipartimento Iso – Istituto italiano di studi orientali – ospiterà, in collaborazione con l’ambasciata del Giappone, la proiezione del film documentario “Tohoku no Shingetsu: A new moon over Tohoku” della regista nippo-canadese Linda Ohama che racconta il ritorno alla quotidianità e alle origini dello spirito giapponese della popolazione colpita dal terremoto e dallo tsunami dell’11 marzo 2011. Shingetsu significa “luna nuova”, una luna che non può ancora essere vista e tuttavia già esiste nel buio del cielo notturno. Il documentario è il risultato di due anni e mezzo di riprese nelle prefetture di Miyagi, Iwate e Fukushima. Il film, che partecipa al Rome Independent Film Festival, sarà proiettato mercoledì 30 novembre alle 18.30 , presso il Cinema Savoy in via Bergamo 25.

A VIA GRAMSCI SI PARLA DEL DIRITTO DI FAMIGLIA IN GIAPPONE

istituto-giapponese-romaGiovedì 24 novembre, alle ore 17:30, nella sede dell’Istituto Giapponese di Cultura, in via Gramsci,  conferenza dal titolo: “Il diritto di famiglia giapponese: storia, problemi attuali e prospettive future”. Un’analisi delle norme che regolano il diritto di famiglia in Giappone alla luce delle problematiche attuali e delle prospettive future, in chiave comparatistica con la legislazione italiana. Introduce e modera Noemi Lanna (Università di Napoli “L’Orientale”). Intervengono Antonello Miranda (Università di Palermo), Dai Yokomizo (Università di Nagoya) e Giorgio F. Colombo (Università di Nagoya). La lingua del simposio sarà l’italiano, ad eccezione dell’intervento del prof. Yokomizo che farà uso dell’inglese.

AUDITORIUM: CUBA, MA NON SOLO, CON OMAR SOSA & YLIAN CANIZARES

sosa-canizaresQuesta sera, all’Auditorium, in Sala Petrassi, ore 21, Omar Sosa & Ylian Canizares. Cuba, ma non solo. Perchè è vero che Omar Sosa e Yilian Cañizares sono entrambi cubani, ma è anche vero che sono due giramondo, nella cui musica si riflette una quantità di esperienze diverse. Sosa ha studiato pianoforte jazz alla prestigiosa Escuela Nacional de Musica dell’Avana, poi ha vissuto in Ecuador, negli Stati Uniti e in Spagna. È capace di incorporare nella sua tastiera la tradizione cubana, la world music, la musica classica, i rituali della santeria, persino il rap e l’hip-hop. Yilian Cañizares è cantante e violinista: nata a L’Avana, ha studiato in Venezuela e vive in Svizzera. Oltre al jazz e alla musica classica, il suo stile dimostra un profondo interesse per le sue radici africane. Da un incontro del genere, ci si deve aspettare una musica lontana da tutti i sentieri prevedibili.