TEATRO DI VILLA TORLONIA, DOMENICA “IL GIARDINO INCANTATO”

villa torlonia il teatroUno spettacolo dove la musica di un pianoforte, i racconti di antiche fiabe e i disegni di bambini avvolgeranno i cuori degli spettatori. Il secondo appuntamento della seconda edizione del Vtrp2 Festival è dunque dedicato ai bambini di tutte le età, con lo spettacolo “Il Giardino Incantato”. Domenica 27 novembre, alle 16:30, al Teatro di Villa Torlonia (via Lazzaro Spallanzani, 1), le pianiste Sabrina De Carlo e Michela Chiara Borghese, in arte DuoKeira, saliranno sul palco con Caterina Le Caselle, giovane attrice romana, appena reduce dal festival di Venezia con il film “Questi giorni” di G. Piccioni. La suite Ma Mère l’Oye di M. Ravel rappresenta l’elemento artisticamente unificante dell’intero spettacolo. Il tutto sarà accompagnato dai video di Valerio Carosi e dalle illustrazioni di Alessandra Le Caselle. I testi sono di Gino Aldi, psicoterapeuta e scrittore casertano, che da tempo si occupa di educazione. È obbligatoria la prenotazione al numero 060608. Il costo del biglietto è di 5 euro. Fonte: il Messaggero

VILLA TORLONIA, SPETTACOLO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

persefone2_d0Tredici donne in scena, tutte non professioniste, tranne una. Hanno lavorato dallo scorso aprile insieme alla regista e all’autrice, per costruire insieme lo spettacolo attraverso un laboratorio che ha previsto anche due incontri di approfondimento con una psicologa. È nato così il dramma Donne Perse(phone) – Voci di donne contro la violenza sulle donne, in scena venerdì 25 novembre alle 19:30 al teatro di Villa Torlonia. Il mito greco di Persefone, rapita da Ade. La madre Demetra ottiene che la figlia possa tornare sulla terra almeno per metà dell’anno. Continue reading

VIA SAVOIA: AL GOETHE INSTITUT IL FILM “ER IST WIEDER DA!” FA IL BIS

una-scena-del-filmIl 25 novembre 2016, ore 20:30, all’Auditorium del Goethe Institut di via Savoia 15, a grande richiesta si replica la proiezione del film Er ist wieder da! (Lui è tornato!), per la rassegna “Hollywood è lontana” (ingresso libero fino ad esaurimento posti). Cosa accadrebbe se Adolf Hitler si risvegliasse ai giorni nostri? Un film che fonde commedia e satira sociale per riflettere sul presente e su quanto siamo “vaccinati” contro la violenza e il nazismo. Ispirato al romanzo best seller di Timur Vermes con milioni di copie vendute in tutto il mondo.

ALBUMARTE VIA FLAMINIA: MOMENTI DI CONFRONTO SUL FEMMINICIDIO

immagineIl 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. AlbumArte, spazio indipendente per l’arte contemporanea, con il patrocinio dell’Assessorato alle Pari Opportunità del Municipio Roma II, organizza giovedì 24 e sabato 26 novembre alle 19 presso la sede di via Flaminia 122, due momenti di confronto e dibattito tra professionisti che, attraverso le loro esperienze lavorative, analizzeranno una delle piaghe più esecrabile del nostro secolo: il femminicidio. Per informazioni: info@albumarte.org

CORSO D’ITALIA: I LAVORATORI TIM PROTESTANO, CAOS NELLA ZONA

tim-2Oggi pomeriggio i dipendenti della Tim hanno manifestato davanti alla sede della direzione centrale di Corso Italia, nell’ambito della mobilitazione nazionale che porterà allo sciopero del 13 dicembre. Centinaia i lavoratori con striscioni e bandiere. Sacrosanto il loro diritto, sacrosanto il malcontento dei tanti automobilisti, costretti a non accedere su corso d’Italia in direzione Muro Torto e a lunghe file su via Salaria e strade adiacenti.

QUEL CAMION DELL’AMA ALL’ANGOLO DI VIA SAVOIA

Ora non c’è più, ma per due giorni il camion dell’Ama è stato stazionato all’angolo tra via Savoia e via Salaria, proprio sulle strisce pedonali. Probabilmente era rotto. Il che si va ad aggiungere al fatto che l’Ama  da tempo si è resa protagonista di disservizi macroscopici, come è stato pure evidenziato dal Vaticano alla chiusura del Giubileo.

via-savoia

TRASPORTO PUBBLICO: IL 25 NOVEMBRE SCIOPERO DI 24 ORE

SCIOPERO BUSC’è anche la risoluzione del contratto tra il Campidoglio e Roma Tpl, la società che gestisce in affidamento le linee bus che servono le periferie romane, tra le ipotesi su cui sta lavorando il Comune. Il consorzio (composto da Umbria Mobilità, Marozzi e Cotri), vive da anni problemi nel pagamento degli stipendi ai lavoratori e nella garanzia del servizio offerto. La risoluzione del contratto con il consorzio Roma Tpl “è una delle ipotesi sul tavolo ma dobbiamo avere una blindatura giuridica. Nell’ipotesi in cui questa sarà la soluzione bisognerà bandire un’altra gara”, ha spiegato l’assessore ai Trasporti del Campidoglio, Linda Meleo, a margine della Commissione comunale Mobilità. Intanto, per venerdì 25 novembre è in programma uno sciopero di 24 ore che riguarda l’intera rete Atac: bus, filobus, tram, metropolitane e ferrovie regionali Roma-Viterbo, Roma-Lido e Termini-Centocelle. Continue reading

E DOMENICA LA METRO B RESTA CHIUSA

metro b1Domenica 27 novembre la linea della metropolitana B/B1 (Laurentina-Termini-Rebibbia/Ionio) resterà chiusa per l’intera giornata e i treni saranno sostituiti da un servizio di bus navetta. A comunicarlo Atac sul suo sito internet. “La chiusura è stata programmata per consentire il rinnovo dell’infastruttura ferroviaria tra le stazioni di Castro Pretorio e Policlinico – si legge nella nota dell’azienda che gestisce i trasporti pubblici della Capitale – tale rinnovo consentirà, una volta completati i lavori, di eliminare il rallentamento dei treni attualmente previsto nella tratta”. Saranno quindi attivate tre linee di bus navetta che seguiranno i seguenti percorsi: linea MB1, stazione Laurentina-METRO B1 LIBIATermini-Bologna-Ionio; linea MB2, stazione Laurentina-Termini-Bologna-stazione Tiburtina; linea MB3, stazione Piramide-Termini-Bologna-stazione Rebibbia. I bus sostitutivi seguiranno lo stesso percorso della linea metro, effettuando fermate nei pressi delle stazioni chiuse. Uniche eccezioni, le fermate di Colosseo, dove, per la pedonalizzazione di via dei Fori imperiali, il servizio navetta effettuerà fermata in via Celio Vibenna, e di quella di Cavour, in alternativa alla quale si potrà scendere in via Celio Vibenna, altezza piazza del Colosseo, e in largo Brancaccio. Salterà anche la fermata Quintiliani: la fermata alternativa dei bus sarà in via dei Monti Tiburtini, angolo via Filippo Meda. Fonte: la Repubblica

A VILLA ADA TRA GLI ALBERI SPUNTA PINOCCHIO

villa-adaPer la giornata degli alberi a Villa Ada spunta Pinocchio nel ‘bosco delle bugie’, così è stato ribattezzato dall’Osservatorio ambientale Sherwood. Tra la sorpresa dei frequentatori del parco, tante statuine di pinocchio hanno fatto capolino sui ceppi dei pini tagliati nel parco sulla via Salaria. Un flash mob promosso dall’osservatorio  in occasione della giornata nazionale degli alberi, “per sbugiardare la lunga scia di promesse del Campidoglio di rimettere a dimora le centinaia di alberature perse in questi anni”. Continue reading

STASERA L’AUDITORIUM SI FA IN DUE

banner_di-loretoDoppio appuntamento stasera all’Auditorium. Alla Sala Petrassi, ore 21, Massimiliano Di Loreto Quintet con “I suoni dell’anima, l’anima dei suoni”. Cinque musicisti di diversa formazione che si incontrano per dare vita a un’alchimia di ritmi e sonorità che spaziano dalla world più sofisticata al jazz passando per il rock “colto”, storie umane e professionali che si incrociano per un concerto irripetibile. E al centro del progetto la solidarietà per i piccoli pazienti del reparto di Neurochirurgia e Oncologia del Policlinico Gemelli di Roma. Ospiti della serata saranno i banner_mclorin-jackyrappresentanti delle onlus Gene e Le Coccinelle che da sempre offrono sostegno e assistenza alle famiglie dei bambini ricoverati. Invece, alla Sala Sinopoli, sempre alle ore 21, Jacky Terrasson Trio – Cecile McLorin Salvant. La ricetta di Cécile McLorin Salvant è all’apparenza semplice: bella voce, presenza scenica, profonda conoscenza della tradizione, grandi doti d’interprete. Per niente semplice è trovare tutti questi elementi combinati in un’artista di appena ventisette anni. Quanto a Jacky Terrasson, a venticinque anni accompagnava la leggendaria cantante Betty Carter e a ventotto vinceva il Thelonious Monk Award come miglior pianista. Francese per parte di padre, americano per parte di madre, è dotato di una tecnica da virtuoso e ha all’attivo una ventina di dischi a proprio nome. Si può stare sicuri che, insieme, faranno faville.