LA SCOMPARSA DI GIAN LUIGI RONDI

rondiSe ne è andato Gian Luigi Rondi, il maggiore critico cinematografico italiano, che ha attraversato quasi tre quarti di secolo del nostro cinema, dal dopoguerra ad oggi. Nato in Valtellina, vissuto poi a Genova, si era trasferito a Roma nel 1935 e aveva frequentato il liceo Giulio Cesare, dove aveva preso la maturità nel 1940. Abitava ai Parioli da anni, nella casa dove si è spento nella nottata di ieri. Per sua volontà non ci sarà una camera ardente. Rondi era presidente a vita dell’Accademia del Cinema Italiano e dell’Ente David di Donatello, che ogni anno assegna il più prestigioso premio cinematografico italiano. All’ultima edizione dei premi aveva detto: “Io i David li faccio dal ’58, quindi da sessant’anni. Ero un giovanetto quando ho cominciato a occuparmene. Ogni anno abbiamo rinnovato l’elogio e la difesa del cinema, soprattutto italiano, perchè il mio amore e la mia vita sono il cinema, ma soprattutto il cinema italiano. E questo spero che continueranno quest’opera anche i miei successori. Perché eliminare dai nostri amori il cinema sarebbe un gravissimo errore”.

VILLA BORGHESE: QUANDO IL LAGO DIVENTA TEATRO

concerto-villa-borghese-laghetto_ll 25 settembre, alle ore 12, il laghetto di Villa Borghese si trasformerà in un teatro a cielo aperto grazie all’evento gratuito organizzato all’interno della prima settimana  di Roma Europa Festival, ”Riti Marittimi”, l’opera del celebre  musicista e compositore di origini americane Alvin Curran,  in una versione inedita, eseguita dalla Banda della Scuola Popolare di Musica di Testaccio con alcuni studenti del Conservatorio di Santa Cecilia, sotto la direzione di Silverio Cortesi, oltre che dello stesso Curran. Continue reading

CORSI DI TEATRO A VIA TIRSO

tirso-de-molinaCome nel gioco, il teatro richiede la capacità di reagire a stimoli immaginari. L’obiettivo del corso che si tiene al Teatro Tirso de Molina di via Tirso è proprio questo: dare la possibilità di mettersi in gioco, senza inibizioni e paure. Periodo da ottobre a giugno. Due insegnanti qualificati per gruppo. Le lezioni saranno svolte sempre e solo di lunedì con i seguenti orari: 15/17 gruppo Senior (dai 70 anni in poi) – 17/19 gruppo misto – 19/21 gruppo misto – 21/23 gruppo misto. Prenota ora la tua lezione di prova gratuita allo 06 8411827.

BIOPARCO, DOMENICA TANTISSIMI GIOCHI E LABORATORI

BIOPARCODomenica 25 settembre tornano gli Incontri di Natura… al Bioparco! Durante la giornata operatori didattici e zoologici saranno presenti in diverse postazioni dislocate all’interno del Parco; ogni punto sarà un’occasione per conoscere curiosità sugli animali e partecipare a giochi e attività su tematiche ambientali. Dalle ore 11 alle 17 si potrà partecipare a molteplici attività e laboratori BIOPARCOinterattivi, come: ‘Occhio ai denti’ per mettere a confronto i crani di diverse specie, ‘Ricercatore per un giorno’, in cui sarà possibile osservare ed analizzare i reperti come veri scienziati, ‘Predatori della notte’ per scoprire tutto sui rapaci notturni, ‘Dimmi come la fai ti dirò chi sei’ per scoprire l’alimentazione delle diverse specie e tanti altri ancora. Da non perdere durante la giornata i Pasti degli Animali e gli appuntamenti con gli a tuxtu con gli animali (Animali & Pregiudizi e Dai da mangiare a Sofia, l’elefante indiano del Bioparco).

CORSO D’ITALIA: LA CGIL COMPIE 110 ANNI!

CGILLa Cgil, il più grande sindacato italiano, che ha sede in corso d’Italia, compie 110 anni e il 29 settembre festeggerà a Roma in piazza del Popolo, a partire dalle ore 17. Una festa che coincide con il termine della raccolta firme per la Carta dei diritti universali del lavoro iniziata il 9 aprile scorso. La serata di musica e spettacolo vedrà vari artisti alternarsi sul palco: Enzo Avitabile, Paolo Hendel, Med Free Orkestra feat Kutzo e Leo Pari, Modena City Ramblers, Fabrizio Moro, Andrea Perroni. Lo spettacolo sarà presentato da Natasha Lusenti. Ai festeggiamenti parteciperà il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso.

FINO A DOMENICA I FESTEGGIAMENTI PER LA BRECCIA DI PORTA PIA

porta-piaContinuano i festeggiamenti per il 20 settembre, 146° anniversario della Breccia di Porta Pia. Ieri sera, all’interno del cortile, concerto del Coro polifonico Salvo d’Acquisto, che si è esibito in canti patriottici. Questa sera, alle 20:30, ci sarà un altro concerto, che avrà come protagonista la Banda dell’Esercito. Domani, stessa ora, esibizione della Banda della Guardia di Finanza ed infine, domenica, concerto di chiusura della Fanfara dei Bersaglieri. Foto: Lucia Pinna

VIA PAVIA, WORKSHOP SULLA MEMORIA E RICORDO DI ALDO MORO

aldo_moroIl 24 e il 25 settembre alla libreria L’Altracittà di via Pavia 106 si terrà un workshop intensivo per ragazzi dai 14 ai 24 anni dedicato alla sperimentazione linguistica e creativa sulla parola Memoria. Saranno ospiti Edith Bruck e Giovanni Impastato, nonché Agnese Moro che aprirà i lavori la sera del 23 settembre alle 20.45 in occasione dei 100 anni della nascita del  padre, Aldo Moro, lo statista ucciso dalle Brigate Rosse nel 1978.

PIAZZA BOLOGNA: SPUNTA UN TERZO INDAGATO PER IL PESTAGGIO

C’è un terzo indagato. Le indagini della Procura di Roma sulla brutale aggressione avenuta domenica scorsa su un treno della metropolitana della linea B, all’altezza della stazione Bologna, vanno avanti. E mentre viene convalidato l’arresto nei confronti di Antonio Senneca, 24 anni, di Aversa, e Luigi Riccitiello, 26 anni, di Caserta, un nuovo nome compare sul registro degli indagati. L’accusa è per tutti e tre la stessa: tentato omicidio. L’ultimo indagato è stato identificato grazie alle telecamere di sicurezza della metro-b-piazza-bolognastazione e alla testimonianza di un ragazzo che ha anche pubblicato ciò che ha visto su Facebook. Il terzo indagato è un ragazzo, un amico degli arrestati che era in compagnia di una donna, una ragazza che non avrebbe partecipato all’aggressione, ma non avrebbe neanche mosso un dito per difendere la vittima e la madre. Le telecamere di sicurezza hanno inquadrato tutto. Hanno ripreso Antonio Senneca mentre esce da una porta del vagone. Poi rientra e colpisce la vittima alle spalle. Un singolo schiaffo che fa cadere per terra il 37enne Maurizio Di Francescantonio, colpevole di aver segnalato un divieto di fumo mentre viaggiava con la madre a bordo di un treno della metropolitana. Poi Antonio Senneca si sarebbe allontanato (questo affievolirebbe la sua posizione) mentre gli altri due indagati avrebbero colpito al volto la madre della vittima, Elena Vazzaz, di 60 anni. Poi si sarebbero scagliati contro Maurizio Di Francescantonio mentre era per terra. Continue reading