BIOPARCO: RIAPERTO IL CENTRO ESTIVO

BIOPARCORiaperti i battenti del centro estivo del Bioparco. Dal 22 agosto fino alla riapertura delle scuole, dal  lunedì al  venerdì, con orario 8.30 – 16.30, porte aperte per bambini e ragazzi dai 4 ai 13 anni. Il soggiorno include anche il pranzo e la merenda nel pomeriggio. Ogni giorno i giovani e giovanissimi sono guidati alla scoperta degli animali, incontrano i guardiani che li accudiscono e partecipano ad attività ludiche, ricreative e di socializzazione. Sono aperti un orto didattico e la Fattoria degli animali domestici, laboratori teatrali, sportivi, espressivi, naturalistici e manuali. Quest’anno si lavora sul tema: Inchieste bestiali – reportage dal mondo animale. Ogni settimana gli ospiti  sono coinvolti in una ricerca alla scoperta dei  segreti, delle curiosità  e degli aneddoti riguardanti gli abitanti del Bioparco. E ogni volta viene scelto uno stile diverso per raccontare le scoperte. Dal reportage fotografico al documentario, dal diario di viaggio al  giornale, o anche le forme adatte allo  spettacolo teatrale, alle trasmissioni radio, alle interviste e ai talk show.

PIAZZA BUENOS AIRES: IERI BUS FERMO SULLE ROTAIE PER GUASTO

PIAZZA BUENOS AIRES 1Guasto tecnico sul bus a piazza Buenos Aires ieri mattina alle 7.50: mezzo fermo sulle rotaie del tram e traffico in tilt. Tre le linee coinvolte dai ritardi, fino alle 8.45 infatti la circolazione sulle rotaie è stata interrotta per consentire la rimozione del bus della linea 83 in panne. Atac ha predisposto il servizio navetta sostitutivo tra piazza Galeno e piazza Risorgimento con deviazione delle linee 3 e 19 che transitano per la piazza. Inevitabili comunque i disagi per i pendolari, come ha raccontato un’utente al sito Romanderground: “La linea 83, vettura 4172, alle ore 7:40 circa si è bloccata in mezzo a piazza Buenos Aires, esattamente sui binari del tram ed ha paralizzato tutto il sistema tranviario da via Regina Margherita in poi. L’autista dice che non può fare nulla. Alle ore 8:05 circa intervengono i vigili urbani, chiamati dalla PIAZZA BUENOS AIRESsottoscritta, ma dichiarano di avere competenza solo sulla viabilità e non sui binari. La rimozione spetta ad Atac. Alle ore 8:20 interviene finalmente il carro attrezzi dell’Atac che anziché spostare il bus di quei pochi centimetri sufficienti al ripristino della normalità, lo aggancia ma resta lì, sulle rotaie dir. Policlinico, paralizzando pure la circolazione dei tram nell’altro senso. Tutto bloccato con i meccanici Atac, intervenuti dopo circa un’oretta, che tentano una riparazione sul posto. Alle 8:30 arriva una navetta che carica tutto il “bestiame”: me ne vado affranta… Insomma sono partita da Viale Somalia alle 7:15 e sono arrivata a Valle Giulia alle 9 circa”. Il traffico è tornato regolare per tutte le linee coinvolte solo in mattinata. Sul posto, insieme ai tecnici Atac, sono intervenuti anche i vigili urbani di zona per smaltire il traffico causato dal bus rimasto bloccato.

VIAGGIO TRA GLI INVISIBILI DI VILLA BORGHESE

villa borgheseIl ragazzo sta poggiato indolente su uno steccato di legno. Le cicale cantano a tutto spiano, quasi non si ode altro lì intorno, nel cuore di Villa Borghese, tra via Veneto e piazza Barberini, la Galleria nazionale d’Arte moderna e piazzale Flaminio. Il caldo è torrido. Lui è senza maglietta. Aspetta un cliente. Se ci si guarda intorno si vedono corpi maschili che camminano in mezzo ad alberi e cespugli muovendosi come fantasmi, villa borghese 1surreali in quest’atmosfera surreale. Qualche metro più in là passa un pedalò con una famiglia a bordo, poi una bici, un altro pedalò e, ancora, turisti a piedi a decine. Tutti alla ricerca della fontana di Venere, dei Giardini Segreti, della Galleria Borghese, in short e macchina fotografica digitale, cartine e guida in villa borghese 2mano. Ma qui, nel caldo rovente del Galoppatoio, il mondo è tutto un altro. “Laggiù vivono gli africani, in mezzo ai cespugli, vedi?” racconta Guido (il nome è di fantasia, ndr) che a Villa Borghese passa le giornate “ormai da anni” dice, perché “è un posto che amo, con la sua anima oscura ma anche gentile”. “Gli africani li porta qui villa borghese 3un tizio che dice di aver lavorato all’Unicef e di essere andato via perché aveva avuto un infarto. Non so se ci guadagna sopra, ma ogni tanto arriva con uno nuovo e lo piazza lì” continua, indicando un cespuglio che gira tutto intorno a quello che è diventato un ‘appartamento’. “E laggiù villa borghese 4vedi? Gli altri appartamenti” con la mano segnala cespugli e ancora cespugli. “Là dietro, invece, accanto ai box dei cavalli, ci sono due tende. Ci vivono dei tizi che erano stati portati via dalla polizia non troppo tempo fa: gli avevano anche offerto un’abitazione. Ma, niente, sono tornati. Si lavano qui” spiega, indicando una specie di tubo rotto che goccia acqua. “E lì” conclude, “in mezzo a tutte quelle fratte, c’era una tettoia: ci vivevano, ma con tutto il vento che ha fatto quest’inverno ci è caduto sopra un albero. E l’ha distrutta”. Arriva un immigrato; ha la pelle scura, indossa una maglietta rossa, un grosso sacchetto bianco gli pende da una mano, la schiena è curva. ‘Entra’ nel cespuglio; poco dopo ne esce, senza più sacchetto. Continue reading

VIA LIVORNO E DINTORNI SENZ’ACQUA IL 23 E 24 AGOSTO

mappa via lorenzo il magnificoSospensione idrica, il 23 e il 24 agosto, in via Lorenzo il Magnifico e alcune strade limitrofe. Come comunica Acea, “per consentire urgenti e indifferibili interventi di manutenzione straordinaria volti a migliorare la qualità del servizio idrico offerto alla cittadinanza”, è “inevitabile la sospensione del flusso idrico a partire da martedì 23 agosto alle ore 11.00 fino a mercoledì 24 agosto alle ore 11.00 alle utenze ricadenti nelle seguenti strade: via Lorenzo il Magnifico, da via Stamira a via Teodorico, via Giovanni Da Procida, via S. Ippolito, via Del Carroccio; via Ludovico II, via Matilde di Canossa, via Eleonora D’Arborea, via Berengario, via Pandolfo I e via Boemondo”. Continue reading