RIPESCATO IL CORPO DI UN UOMO AL LUNGOTEVERE DELLE NAVI

vigili fuoco tevere-2“C’è un cadavere nel Tevere”, questa la segnalazione arrivata poco dopo le 10:00 di ieri mattina dall’area del lungotevere delle Navi, al Flaminio. Una macabra scoperta con il corpo privo di vita della persona, un uomo, recuperato poi dai vigili del fuoco del Comando Provinciale di Roma all’altezza di Ponte Regina Margherita. Portato sulla banchina da due natanti dei pompieri, al lavoro anche con una squadra di terra, l’uomo potrebbe essere lo stesso sparito alle 7 del mattino dello scorso 10 agosto, quando alcuni testimoni attivarono la macchina dei soccorsi dopo aver visto una persona lanciarsi nel Tevere all’altezza di Ponte Risorgimento. Consegnato il corpo agli investigatori di polizia, sul caso indagano gli agenti del Commissariato Prati. Fonte: Romatoday

VIA CUPA: VENTI ESPULSI DOPO IL BLITZ DELLA POLIZIA

CENTRO BAOBABIn venti sono stati espulsi. Lo stesso provvedimento potrebbe riguardare anche altri dieci migranti identificati dalla polizia nel corso della quarta operazione in poche settimane davanti all’ex centro Baobab di via Cupa, al Tiburtino. Gli espulsi non avevano i requisiti degli altri «transitanti» provenienti da zone di guerra e richiedenti asilo. Attimi di tensione quando qualcuno fra le centinaia di etiopi e somali accampati in strada – in tanti anche in serata – hanno tentato di forzare il blocco degli agenti: due migranti denunciati per resistenza a pubblico ufficiale, un poliziotto ferito a una mano. Al termine della giornata gli identificati sono stati 90, uno dei quali è stato ricoverato all’Umberto I perché sospettato di aver contratto la scabbia. E a metà pomeriggio una cinquantina di donne sono state trasferite in «relocation» nel centro di via Ranzani a Rocca di Papa, mentre una decina di uomini sono stati accompagnati nel centro della Croce Rossa in via Ramazzini, al Gianicolense. Continue reading

VILLA ADA: PAOLO RUFFINI IN “UN GRANDE ABBRACCIO”

Paolo-Ruffini-VllaAda-Paolo Ruffini in “Un Grande Abbraccio” stasera a Villa Ada. Uno spettacolo comico e commovente, è un’opportunità di scoprirsi e di abbandonarsi a teatro con movimenti, improvvisazioni, balli, monologhi; tutti tesi a esaltare la vita, l’amore e le relazioni umane. Oltre a Paolo Ruffini, autore ed ideatore dello spettacolo, si esibiscono sei attori con disabilità, appartenenti alla compagnia livornese Mayor Von Frinzius. Il pubblico sarà il terzo protagonista di questo che più che uno spettacolo, si potrebbe definire un evento, continuamente irripetibile. Alla fine, platea e attori si troveranno sul palco, nella meraviglia della condivisione di un gesto umano, così semplice da essere ormai provocatorio: un grande abbraccio.