PARIOLI: ARRESTATA COLF CHE DERUBAVA I PROPRIETARI

oggi i parioliA tradirla è stato un bracciale in oro bianco con brillanti rubato in un appartamento ai Parioli. La proprietaria ne aveva denunciato la scomparsa insieme ad altri oggetti di valore ma alla polizia aveva raccontato anche che la porta della sua abitazione non era stata forzata e che le stanze non erano state messe a soqquadro. Per gli investigatori del commissariato Salario-Parioli non era tuttavia una novità: nelle ultime settimane infatti hanno ricevuto molte denunce simili e i loro sospetti si sono concentrati su una colf romena di 35 anni che ha lavorato in tutti gli appartamenti svaligiati prima di licenziarsi improvvisamente. A incastrare la cameriera – che è stata denunciata per furto aggravato e continuato – è stata la perquisizione del suo alloggio, dove sono stati trovati sia il bracciale sia altri gioielli e anche una somma di denaro in valuta danese sparita da un altro appartamento. Inoltre gli agenti hanno scoperto che la romena si era recata spesso negli ultimi tempi in alcuni «comprerò» del quartiere per vendere oggetti d’oro come hanno confermato i titolari dei negozi e anche le immagini della video sorveglianza. Un altro indizio del suo coinvolgimento nei furti avvenuti ai Parioli da giugno a oggi. E ora si indaga per scoprire se la 35enne abbia agito da sola o con l’aiuto di complici. Fonte: Corriere della Sera

VIA CUPA: OPERAZIONE IDENTIFICAZIONE DEI MIGRANTI

via cupaSono iniziate ieri all’alba le operazioni di identificazione presso la tendopoli di via Cupa autogestita da gruppi di volontari. Lo comunica la Questura di Roma. L’operazione, disposta con ordinanza di servizio dal Questore D’Angelo e condivisa in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, è la quarta di questo genere effettuata nelle ultime settimane. L’obiettivo è quello di mantenere sotto controllo la presenza di migranti in luogo al di fuori del circuito di accoglienza previsto. La posizione di ciascuno dei presenti sarà vagliata dopo il fotosegnalamento e la conseguente identificazione con l’adozione di provvedimenti di inclusione nel sistema di richiedenti asilo, di assistenza nei casi di particolare disagio o di minori, ovvero di espulsione dal territorio nazionale ove ve ne ricorrano i presupposti. All’operazione hanno partecipato anche le strutture deputate all’assistenza del Comune di Roma. Al vaglio la posizione di due persone accompagnate al Commissariato per resistenza a pubblico ufficiale.  Fonte: il Messaggero

A “ROMA INCONTRA IL MONDO” ARRIVA ADRIANO BONO

reggae-circus“The Reggae Circus” lo spettacolo di Adriano Bono che fonde musica live e arte circense, arriva stasera sul palco di Villa Ada. Adriano Bono, autore, cantante e polistrumentista attivo dalla metà degli anni ’90 sulla scena Reggae Italiana con le sue ex – band “Radici Nel Cemento” e “Tribù Acustica”, sarà sul palco di Villa Ada con il suo nuovo album “Reggae Caravan”. Nel 2009 inizia la sua carriera solista con due album 996 Vol. 1 dedicato ai sonetti del poeta romano G. G. Belli nel 2012 e “The Reggae Circus” tutto dedicato al suo omonimo spettacolo circense nel 2014.

ALLA CASA DEL CINEMA SI PROIETTA “LA FINESTRA SUL CORTILE”

Stasera alla Casa del Cinema, ore 21, proiezione all’aperto di “Rear window” (La finestra sul cortile), di Alfred Hitchcock, in versione originale con i sottotitoli in italiano. Il fotoreporter “Jeff” Jefferies (James Stewart), avendo riportato una frattura a una gamba, è costretto ad un lungo periodo d’immobilità che trascorre nel proprio appartamento. La monotonia di LA FINESTRA SUL CORTILEquesta vita di recluso è resa per lui sopportabile dalle visite di Lisa (Grace Kelly), una ragazza innamorata di lui, e dalla continua osservazione dei fatti altrui attraverso la finestra sul cortile. Tra i vicini sottoposti al suo controllo attira in modo particolare la sua attenzione un certo Thorwald, commesso viaggiatore in bigiotterie, alle prese con una moglie malata e bisbetica. Una notte Jefferies osserva lo strano andirivieni di Thorwald, munito di una valigia di alluminio. Il giorno dopo e nei giorni seguenti il reporter non vede più la signora Thorwald, né può notare alcun indizio della sua presenza nell’appartamento: dicono che sia partita, ma lui subodora un delitto. Aiutato da Lisa, Jefferies si darà da fare per raccogliere delle prove che confermino la sua ipotesi…