SI TUFFA NEL LAGHETTO PER ENTRARE GRATIS AL CONCERTO

VILLA ADAIl concerto di Calcutta val bene la traversata del laghetto di villa Ada. Nelle ultime ore, sta facendo il giro di Facebook il video postato su YouTube da un fan del giovane cantautore di Latina. Nel filmato, che si intitola “Come entrare gratis al concerto di Calcutta”, si vede un ragazzo in costume (con il volto pixelato) nuotare da una parte all’altra del piccolo specchio d’acqua con l’aiuto di una tavoletta da surf. Tutto per raggiungere l’area dell’evento “Roma brucia”, che l’8 luglio ha ospitato l’esibizione del talento pontino e fatto registrare il tutto esaurito al botteghino.  L’impresa è stata rilanciata sui social anche dalla pagina del festival Villa Ada incontra il mondo: “Qui c’è del fantascientifico gente – si legge sul post – tu che hai nuotato tra le carpe contattaci in privato, vorremmo farti sindaco dell’isola. Se solo avessimo saputo della tua impresa eccezionale avremmo anticipato la pulitura del laghetto che faremo sabato”. Infine un avviso per i potenziali emulatori: “Abbiamo aumentato la sicurezza a bordo lago”.

A VILLA ADA TOCCA AI TORTOISE

tortoiseStasera a Villa Ada concerto dei Tortoise. Il gruppo, formato dai polistrumentisti Dan Bitney, John Herndon, Doug McCombs, John McEntire and Jeff Parker, ha sempre prosperato davanti a improvvise esplosioni di inspirazione. E per “The Catastrophist”, la scintilla si accende quando nel 2010 la Città di Chicago commissiona al gruppo la realizzazione di una suite musicata inspirata al jazz locale e alle comunità musicali improvvisate. Come sempre, i Tortoise, con “The Catastrophist”, hanno evocato suoni che non appaiono da nessun’altra parte del panorama musicale di oggi. C’è una profonda e intuitiva interazione tra i membri del gruppo che vengono da due decenni di sperimentazione, revisione e improvvisazione. E in un momento in cui i nostri cervelli sono costantemente bombardati da una miriade di distrazioni, Catastrophist ci ricorda che c’è qualcosa di molto più grande là fuori. Tutto ciò che dobbiamo fare è ascoltare.

I CARMINA BURANA ALLA CAVEA DELL’AUDITORIUM

Una prima esecuzione mondiale affiancherà stasera, alle ore 21, i celebri Carmina Burana di  Carl Orff. Carme, questo il titolo della nuova pagina composta per l’occasione da Nicola Piovani, che così ci descrive la sua creazione: “Al momento di stendere queste note,¬ la partitura di Carme – per coro, cinque strumenti e percussioni – è in piena gestazione, sono immerso nella stesura della partitura e non ne conosco la fisionomia completa, che sarà definita, come spesso mi accade, poco prima della sua esecuzione carminasantaceciliapubblica. Il testo cantato è il Carme quinto di Catullo, uno dei più noti, una breve poesia di carattere diverso dalle altre dello stesso poeta, un testo poco sentimentale, nient’affatto doloroso, spavaldamente gioioso. Si può riassumere in un’incitazione all’amore passionale, da vivere con libertà, infischiandosene delle critiche degli anziani moralisti, ricordando che la vita dell’uomo passa e fugge e che l’unico modo sensato di viverla è godersela, prima del buio finale. Il concetto è molto semplice,  – continua Piovani – ma penso che si adatti bene a essere eseguito in una serata accanto ai goliardici Carmina Burana”. Nella seconda parte del programma un classico amatissimo dal pubblico: i Carmina Burana, poemi del repertorio vocale profano musicati ex novo da Carl Orff, compositore tedesco appassionato di musica antica e noto anche per il grande contributo in ambito pedagogico (alzi la mano chi non ha mai sentito parlare del metodo Orff). Continue reading

GLOBE THEATRE, “IL MERCANTE DI VENEZIA” DAL 22 LUGLIO

il mercante di veneziaDal  22 luglio al 7 agosto, ore 21:15, sul palco del Silvano Toti Globe Theatre va in scena Il Mercante di Venezia (regia e traduzione di Loredana Scaramella) un testo dai toni contrastanti, in cui si affronta il tema della tolleranza e lo scontro fra clemenza e giustizia. Loredana Scaramella presenta un allestimento che vuole mantenere il carattere di commedia, allontanandosi dai toni drammatici delle più recenti messe in scena del testo. Lo fa puntando sul racconto di una grande storia sull’amore e spostando l’ambientazione negli anni a cavallo fra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento, anni euforici, pieni di cambiamenti di costume, di novità e luminosi progressi, che accolgono però i germi silenziosi di un buio futuro.

MUSEO DI ZOOLOGIA: ‘BAT NIGHT’, DUE SERATE DEDICATE AI PIPISTRELLI

MUSEO DI ZOOLOGIA, DUE SERATE DEDICATE AI PIPISTRELLILa notte dei pipistrelli, Bat night, attende gli appassionati sui viali di Villa Borghese. Gli appuntamenti, a cura del Museo civico di Zoologia, sono fissati per  sabato 16 e sabato 30 luglio. Un’escursione guidata da un esperto consente di partecipare all’osservazione, alla raccolta di dati, e soprattutto di riconoscere e conoscere più da vicino questi simpatici chirotteri. Con l’aiuto anche di un “bat detector”  i partecipanti si immergono in un mondo misterioso e affascinante sotto gli alberi di uno dei parchi centrali della Capitale. Un’occasione anche per apprezzare il verde di Roma e il sistema delle vaste aree di parchi e riserve che dalle periferie si estendono fino nel cuore della città. L’escursione dura circa due ore e mezzo. Scarpe comode, dunque, e anche una torcia elettrica sono consigliate per  partecipare ad un’”avventura” adatta ad adulti e bambini. Appuntamento alle ore 20.30 nel piazzale del Giardino zoologico.

VILLAGGIO OLIMPICO, ALBERO CADE PER IL FORTE VENTO

villaggio olimpico albero cadutoAlbero caduto al Villaggio Olimpico, per il forte vento di ieri, tra viale XVII Olimpiade e viale Germania. A dare l’allarme è l’associazione Villaggio dei Bambini: “Nonostante i controlli effettuati in seguito alla caduta dell’albero del 2 maggio proprio sopra ai giochini, è bastato un vento estivo per buttare giù un altro albero. Questa volta non sulle giostre, ma in quel momento sarebbero potuti passare bambini, genitori, nonni”.