PARATA DEL 2 GIUGNO: QUESTE LE DEVIAZIONI DI BUS E TRAM

parata2giugno_d0Giovedì 2 giugno in centro, per le celebrazioni della Festa della Repubblica, è in programma la tradizionale parata militare in via dei Fori Imperiali. La cerimonia, alla presenza del Capo dello Statoe delle più alte cariche istituzionali, verrà preceduta da una cerimonia di omaggio alla Tomba del Milite Ignoto. Via dei Fori Imperiali sarà, come sempre nei festivi, pedonale per l’intera giornata, con la deviazione quindi delle linee di bus 51, 75, 85, 87, 118 e n2. Ulteriori chiusure al traffico scatteranno poi, a partire dalle 4 del mattino, su viale delle Terme di Caracalla, via di San Gregorio, via Celio Vibenna, via della Greca, via Ara Massima di Ercole e via del Circo Massimo. Continue reading

FINALMENTE RIAPERTA VIA RIETI DOPO OTTO LUNGHI MESI

VIA RIETI 2“Un fatto straordinario è venuto ad ‘alterare’ gli equilibri del quartiere. Dopo otto mesi è stata riparata via Rieti e la strada è stata riaperta al traffico. Giusto in tempo per le elezioni. Diciamo che ho avuto fortuna”. È questo il commento di Alessandro Ricci, candidato al Comune di Roma nella lista per Roberto Giachetti e promotore in Municipio della fruttuosa azione per risolvere il problema che aveva creato la chiusura di via Rieti, all’angolo con via Velletri, con estremo disagio per pedoni e automobilisti.

TUTTO SHAKESPEARE AL GLOBE THEATRE DA GIUGNO A OTTOBRE

globe theatrePer i  400 anni dalla morte di Shakespeare – il 23 aprile 1616 – il Silvano Toti Globe Theatre presenta una stagione speciale e Gigi Proietti, suo direttore artistico, per la prima volta sarà sul palco, come attore e regista, per omaggiare il grande Bardo con brani da Edmund Kean, di Raymund FitzSimons. Quest’anno si è scelto di privilegiare quei testi che, oltre ad un’ambientazione italiana, hanno come asse portante la giustizia e l’esercizio della legge, temi che, oggi più che mai, può essere interessante osservare attraverso la lente fornita dal drammaturgo e poeta inglese. In cartellone nuovi allestimenti – Il mercante di Venezia di Loredana Scaramella e Il racconto d’inverno di Elena Sbardella. Silvano Toti Globe TheatreTornano poi spettacoli cult delle passate stagioni: Sogno di una notte di mezza estate di Riccardo Cavallo, che festeggia quest’anno 10 anni di repliche e successi; Romeo e Giulietta con la regia di Gigi Proietti e il Re Lear di Giuseppe Dipasquale. Tornano anche la Bedouin  Shakespeare Company e i Sonetti d’amore, un viaggio tra i più bei versi shakespeariani con la regia di Melania Giglio. Previsto infine il laboratorio per attori Macbeth. I contagiati dalla morte, a cura di Daniele Salvo. Si parte il 23 giugno con Mariano Rigillo in Lear e  si chiude il 9 ottobre con un nuovo spettacolo in lingua inglese, The Tempest con la regia di Chris Pickles, coprodotto dalla Bedouin Shakespeare Company. Continue reading

PASSEGGIATA MUSICALE DELLA MEMORIA

WhatsApp-Image-20160523Sabato 4 giugno viene organizzata una passeggiata musicale in memoria di Ugo Forno, quel piccolo ragazzino appena dodicenne morto per mano tedesca la mattina del 4 giugno del 1944. Ugo è il più giovane caduto della Resistenza antifascista italiana.

La passeggiata ripercorre quella che Ugo Forno potrebbe aver percorso andando incontro alla morte. Si parte alle 10:00 dalla scuola Media Statale Luigi Settembrini per raggiungere la casa dove Ugo abitava, il parco Nemorense dove è stata eretta una stele in sua memoria e, infine, dopo aver attraversato ilGiardino Ugo Forno, il ponte ferroviario Ugo Forno.

La passeggiata sarà accompagnata da memorie e interventi musicali.

AUDITORIUM: STORIA, TEATRO E MUSICA SUL 2 GIUGNO DEL 1946

auditoriumStoria, letteratura, teatro e musica si uniscono, mercoledì 1 giugno all’Auditorium Parco della Musica, per ripercorrere a 70 anni dal 2 giugno 1946 i momenti fondamentali che hanno portato alla fondazione dei nostri valori e delle nostre istituzioni democratiche, per riflettere sul nostro passato prossimo e su un evento che ancora oggi influenza il nostro presente.  Alle 17, per La Storia, verrà raccontato il contesto nazionale e internazionale dell’immediato Dopoguerra, il passaggio dalla monarchia alla Repubblica, il dibattito politico e storiografico che ne è seguito, ma anche la “prima volta al voto” delle donne, la battaglia per l’emancipazione femminile. Sul palco due storici, una scrittrice e una testimone d’eccezione: Emilio Gentile racconterà il dopoguerra e il passaggio dalla monarchia alla Repubblica; Paolo Mieli si soffermerà sul dibattito politico e storiografico; Dacia Maraini parlerà del voto delle donne, accanto a una testimone d’eccezione, Marisa Rodano. A tenere il filo della maratona Paolo Di Paolo, che darà voce a scrittori di ieri e di oggi. Alle 21, per Il Teatro e la Musica, Marco Baliani, Lella Costa, Sorelle Marinetti portano in scena La notte prima (testi di Marco Baliani, Lella Costa, Paolo Di Paolo). Il racconto della lunga notte del 1° giugno 1946 attraverso la voce di due personaggi indecisi sulla scelta referendaria. Un affittacamere a Roma, un salotto di Milano, una radio: le emozioni e le attese di un momento fatale. Al pianoforte Christian Schmitz, al clarinetto Adalberto Ferrari.

PIAZZA DI SIENA: SI CHIUDE CON UN BRIVIDO IL CONCORSO IPPICO

piazza di sienaIl Lazio chiude sul podio. Ieri mattina al concorso ippico internazionale di Piazza di Siena il quintetto di cavalieri composto da Ascanio Tozzi Condivi, Olga Cerasi, Sofia Manzetti, Viola Maria Martini e Federica Tella ha regalato alla regione il trofeo della Coppa dei Giovani-Bruno Scolari. Un successo per il Lazio, che è così salito sul gradino più alto del podio seguita dai cavalieri del Veneto e della Toscana (terzi). Nel pomeriggio, invece, brutto incidente nell’ovale di Villa Borghese. Durante la seconda manche della gara individuale più importante, il tedesco Marco Kutscher  ha sbagliato i tempi di avvicinamento all’ostacolo e il cavallo è inciampato nelle barriere ricadendo di lato su Kutscher. Continue reading

PARIOLI, DA SEMPRE QUARTIERE VIP

monte_parioliUn termine che sembrerebbe evocare il campo-base di una comunità montana: ma purtroppo, al di là dei nomi che parlano di Monti, i Parioli sono scesi dalla vetta irraggiungibile dell’immaginario. Proprio a poco più dei cento anni di storia, visto che il quartiere nacque nel 1911. La direttrice di viale Bruno Buozzi (che si chiamava via dei Martiri Fascisti), congiunge i Parioli all’omonimo viale che segna un suggestivo confine, lambendo Villa Borghese e racchiudendo al proprio interno Villa Balestra e Villa Glori. Polmoni verdi che il grande principe Antonio de Curtis, in arte Totò, «respirava» nelle sue passeggiate, uscendo dalla casa in fondo a via Gramsci. E passando spesso davanti al palazzo di viale Bruno Buozzi dove ha abitato l’allenatore Claudio Ranieri e ha una boutique Giuditta Saltarini, vedova di Renato Rascel col quale visse in una splendida dimora in via Tre Madonne. Continue reading