LIBRERIA KOOB, PRESENTAZIONE DE “LA FACCIA DELLE NUVOLE”

-la-faccia-delle-nuvoleMartedì 26 aprile, alle 18:45, alla libreria Koob di via Poletti, in occasione dell’uscita del nuovo libro, “La faccia delle nuvole”, Erri De Luca incontra i suoi lettori. Continua il dialogo tra Miriàm e Iosèf. Continua con il loro esilio in Egitto, il bambino carico di doni e di pericoli. Oro, incenso, mirra e scannatori di Erode, il Nilo e il Giordano, la falegnameria e la croce: la famiglia più raffigurata del mondo affronta lo sbaraglio prestabilito. In ogni nuova creatura si cercano somiglianze per vedere in lei un precedente conosciuto. Invece è meravigliosamente nuova e sconosciuta. Ogni nuova creatura ha la faccia delle nuvole.

AL GOETHE INSTITUT IL FILM “LO STATO CONTRO FRITZ BAUER”

FILMMercoledì 27 aprile, alle ore 20:30, nell’Auditorium del Goethe Institut di via Savoia 15, proiezione del film Lo Stato contro Fritz Bauer (ingresso libero), regia: Lars Kraume, 104 min., versione originale sottotitolata in italiano. Germania, 1957. Una cortina di reticenza e omertà è calata sui nazisti che si macchiarono di atroci crimini di guerra. È lo Stato stesso a nascondere il suo terribile passato. Ma il procuratore Fritz Bauer non può accettare che uomini come Eichmann si godano la vita liberi e tranquilli. Per scovarlo attiva ogni possibile mezzo e fa di tutto. Perfino rivolgersi al Mossad israeliano.
Alto tradimento o gesto estremo per scuotere le coscienze e ottenere giustizia? Un personaggio mal digerito, contestato, accusato, dimenticato e finalmente riscoperto come un eroe. La Germania riscopre anche con il cinema la sua storia. Lo Stato contro Fritz Bauer (The People Vs. Fritz Bauer) è il vincitore del Premio del Pubblico UBS al Festival di Locarno 2015 dove è stato presentato in anteprima mondiale in Piazza Grande. Diretto da Lars Kraume, nato in Italia e cresciuto in Germania, e interpretato da Burghart Klaussner (Good Bye Lenin!, Requiem, The Reader, Il nastro bianco, Goethe!) esce in sala il 28 aprile distribuito da Cinema di Valerio De Paolis.

UNA DOMENICA DI BUIO PESTO A VIA SALARIA E DINTORNI

VIA ANIENEIeri sera lunghi tratti di strada dalle parti di piazza Fiume erano al buio. Che più pesto non si può. La stessa via Salaria se non ci fossero state le luminarie della sala giochi Rouge et Noir, sarebbe stata VIA SALARIAcompletamente buia. Così via Aniene, salvo l’ingresso dell’Hotel, via Tevere e via Isonzo. Non sappiamo se si tratti di risparmio energetico o di guasto. Resta il fatto che uscire in queste circostanze VIA TEVEREpuò essere molto pericoloso per tutti, dato che il buio favorisce naturalmente i malintenzionati. E poi è anche un problema attraversare la strada: al buio, tutti i pedoni, come le vacche, sono neri…

RICOVERATO AL POLICLINICO AUTISTA DI BUS DOPO INCIDENTE

POLICLINICO UMBERTO IIncidente stradale per un autobus della linea N23. Da una prima ricostruzione della polizia municipale intorno alle 3.30 dell’altra notte il conducente ha perso il controllo del mezzo in via Tiburtina dopo l’incrocio di Casal dè Pazzi ed è finito contro lo spartitraffico. L’uomo, estratto dalle lamiere dai vigili del fuoco, è stato trasportato in ospedale. Feriti in modo lieve due passeggeri, coinvolta anche la conducente di un’altra auto. Da accertare le cause dell’incidente. Atac riferisce in una nota che l’autista è stato ricoverato in codice rosso al Policlinico Umberto I per la frattura di una tibia, ma non è mai stato in pericolo di vita. I due passeggeri invece sono stati refertati in codice verde. Atac ha fatto sapere di aver avviato un’indagine interna per accertare le cause dell’incidente.

“GIORNATA DELLA TERRA”, IL PAPA A SORPRESA A VILLA BORGHESE

PAPA VILLA BORGHESEPapa Francesco non finisce di stupire, con iniziative non annunciate nei programmi ufficiali. Ieri la sorpresa delle confessioni dei ragazzi in Piazza San Pietro per il Giubileo dei giovani. Oggi, a due giorni dalla storica firma dei grandi per l’accordo di Parigi sul clima, la visita non prevista a Villa Borghese per celebrare la Giornata della Terra e partecipare alla manifestazione “Villaggio per la Terra”, dove è stato invitato in particolare per il suo impegno per la difesa del creato, espresso tra l’altro con l’enciclica ‘Laudato sii’. “Una visita a sorpresa, ma  molto gradita come si può immaginare”, spiegano gli organizzatori, tra cui il Movimento dei Focolari. Deserto e foresta. Sono queste le due PAPA VILLA BORGHESE 2immagini a cui il Papa ha detto di aver pensato, ascoltando gli interventi alla manifestazione. Francesco, che pur avendo preparato un discorso, ha abbandonato, come fa spesso, i fogli, per parlare a braccio, ha esortato “a prendere la vita da dove viene, come il portiere nel calcio”. Non dobbiamo, ha insistito, avere “paura di andare nel deserto per trasformarlo in vita”, anche se “avvicinarsi agli altri è un rischio. Ma è anche un’opportunità per me e per la persona a cui mi avvicino”. : “Il deserto è brutto, nel cuore come nelle città, nelle periferie”. E come è importante conoscere gli altri, così è importante non ignorare i conflitti che possono nascere. Insistendo sul deserto in cui ci rinchiudiamo, Francesco ha ribadito che spesso a tutti noi “manca il sorriso, ci manca l’amicizia sociale”, pensiamo solo a noi stessi. Continue reading

VIA AVIGLIANA, SECONDO INCONTRO SUL TEMA DELLA SOLITUDINE

PIAZZA SAN SATURNINOIl Circolo Ozanam ha organizzato, per il 28 aprile, alle ore 18:30, nella cripta della parrocchia di San Saturnino, in via Avigliana 3, il secondo incontro del miniciclo dedicato al tema della solitudine dal titolo: ” La solitudine: cause e rimedi – Possibili risorse di una naturale condizione umana”. Nel primo incontro è stato affrontato il rapporto tra solitudine e letteratura; in quello del prossimo 28 sarà, invece, considerato dal punto di vista sociologico e psicologico. A guidarvi in questo interessante percorso saranno Carla Collicelli, sociologa, accademica ed esperta di scienze sociali, Livio Barnabò, ricercatore e consulente e Giuseppe Magnarapa, neuropsichiatra, pubblicista e scrittore. L’attività del’Ozanam si è incentrata quest’anno sulla solitudine, a seguito dei risultati, emersi dal questionario sui nuovi bisogni sociali distribuito nel quartiere lo scorso anno, dai quali è emersa la presenza di questa condizione che attraversa tutte le età.