CESSATO PERICOLO PER IL PALAZZO DI LUNGOTEVERE FLAMINIO?

lungotevere-flaminio-70«Dichiariamo il cessato pericolo e chiediamo al magistrato il dissequestro del palazzo». Presto potrebbero tornare nell’edificio crollato intorno alle 3 della notte tra il 21 e il 22 gennaio scorsi le famiglie del palazzo sul lungotevere Flaminio, al civico 70. «Faccio delle ipotesi – dice l’amministratore Vincenzo Marcialis – ma credo ci vorranno un paio di giorni e poi il magistrato darà il suo ok. In queste settimane sono state rimosse le macerie pericolanti. E sono stati eseguiti interventi per mettere in sicurezza l’intero stabile. Gli interni – aggiunge l’ammistratore – sono stati puntellati. Ci siamo accorti che una superficie che si estende per 12 metri all’interno degli appartamenti in pratica non aveva alcun sostegno e quindi abbiamo dovuto precedere rinforzando la struttura. Quanto è costato lo scherzetto? In tutto – continua Marcialis – sono stati spesi 200 mila euro, centomila in più di quanti ne erano stati preventivati all’inizio». Continue reading

31 MARZO 1935, INAUGURAZIONE DELLA CITTÀ UNIVERSITARIA

LA SAPIENZAIl 31 marzo 1935, il re Vittorio Emanuele III inaugura la Città universitaria di Roma. Durante il ventennio fascista, nell’ottobre 1931, è istituito l’obbligo di giurare fedeltà al duce per tutti i docenti universitari: tre di questi si rifiutarono e persero la cattedra (Ernesto Buonaiuti, Giorgio Levi Della Vida, Gaetano De Sanctis). Nel 1935, al completamento dei lavori pianificati dall’architetto monumentali sta Marcello Piacentini, la nuova Città Universitaria viene inaugurata alla presenza del re e della regina. È una delle più antiche università italiane, nata per volontà di papa Bonifacio VIII che il 20 aprile 1303 con la bolla pontificia In Supremae praeminentia Dignitatis istituì a Roma lo Studium Urbis. Con 103.210 iscritti nel 2015 è la più grande università d’Europa e la quarantatreesima al mondo.

MUNICIPIO: DOMANI CHIUSO LO SPORTELLO ‘PUNTO D’ARGENTO’

punto_argentoIl Municipio II fa sapere che lo Sportello Punto d’Argento di via Dire Daua resterà chiuso venerdì 1 aprile 2016. Rimarrà  attivo il contatto telefonico: 3331772038. Come è noto, lo sportello funziona per disagi di vario genere e dà indicazioni e suggerimenti per affrontare problemi o novità: disagi legati all’ansia e a fobie specifiche, difficoltà relazionali e familiari, disordini alimentari, depressione e in tutte le situazioni in cui le persone abbiano il desiderio di migliorare la qualità della propria vita con l’aiuto di un esperto.

CASA DEL CINEMA, PRESENTAZIONE DELLA VI EDIZIONE DI ‘RENDEZ VOUS’

festival del cinema franceseOggi, alla Casa del Cinema, presentazione della VI edizione del festival ‘Rendez-Vous. Nuovo Cinema Francese’, che si terrà dal 6 al 10 aprile 2016. La rassegna invita il pubblico italiano al viaggio nei territori sempre nuovi del cinema d’Oltralpe, con una programmazione di una trentina di titoli che attraversano tutti i generi, dalla produzione popolare a quella più sofisticata, dai campioni di incasso alle pellicole indipendenti. Come ogni anno, le anteprime saranno accompagnate da incontri, dibattiti, masterclass, animate da artisti francesi e italiani.

TUTTO SU PIAZZA BOLOGNA E DINTORNI IN UN LIBRO

Sabato 2 aprile, alla libreria l’altracittà di via Pavia, alle ore 11, “Guida verace di un quartiere eccentrico. Piazza Bologna”. Presentazione insieme con le autrici Alice Muzzioli e Francesca Gabrielli (ingresso libero). Sapevate che a piazza Bologna ci sono la casa di Pirandello, un giardino segreto, il gelato alla liquirizia Amarelli, una biblioteca in cassetta, porcacchia e grattaculo, un’accademia degli scacchi, ben sei teatri (di cui librouno invisibile) e una guida che vi accompagni ad esplorarli? Tutto ciò e molto di più in questa grandiosa, geniale e imperdibile guida di quartiere. 160 pagine divise nelle sezioni Eplorazioni (inclusi tre itinerari culturali e lo Speciale Villa Torlonia), Mangiare e Bere, Negozi, Cose da Fare (con tante idee anche per i bambini), Suggerimenti per la Vita Pratica (ad esempio dove parcheggiare) e Cartine (per trovare farmacie aperte la domenica o gli orari delle poste). La guida è illustrata e lascia spazio all’immaginazione: potrete colorare con i vostri colori preferiti tutti gli sfondi o le illustrazioni. E’ corredata di cartine per non perdersi mai nei grovigli di strade cercando le palazzine più belle dall’inizio del Novecento ad oggi. Questa è la prima ed unica guida esistente su piazza Bologna ed è stata redatta da due piazzabolognesi doc. Si rivolge a turisti di passaggio, residenti e studenti fuori sede. Per ciascuno ci saranno delle sorprese! Contiene dritte su negozi strani, ristoranti nascosti e angoli affascinanti che non t’aspetti. Se “Ci vediamo alle poste” vi suona familiare, questa è la guida che fa per voi. E se al contrario non vi dice niente… beh, non vi è venuta voglia di scoprirlo?

MACRO: ACQUA E ORO, LA MOSTRA DI MARÍA VERÓNICA LEÓN

macroLa più famosa città lagunare del mondo incontra la Città Eterna nel progetto espositivo “From La Biennale di Venezia to Macro. International Perspectives”, dal 31 marzo al 17 aprile in mostra negli spazi di via Nizza 138. Ma le installazioni e le fotografie che occuperanno muri e zone del museo non ritrarranno né Roma, né Venezia, perché il progetto – ideato e curato da Paolo De Grandis e Claudio Crescentini, promosso da Roma Capitale-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e organizzato in collaborazione con Pdg Arte Communications – punta a macro 1esporre e condividere solo le più interessanti prospettive d’arte internazionale. La prima mostra a dare il via all’iniziativa è “Gold Water: Apocalyptic Black Mirrors II” di María Verónica (curata da David Rosenberg), artista recentemente premiata in Ecuador come “Donna dell’anno”: nella hall del Macro saranno posizionati due grandi container con fotografie e installazioni di video-arte. Un’opera ispirata ad acqua e oro, che rappresentano salute ed economia globale e che pur essendo fondamentali per l’uomo sono spesso contrastanti, dato che per estrarre l’oro molto spesso vengono distrutte fonti d’acqua. Dei temi l’artista parla digitalmente, con video girati personalmente e successivamente editati con disegni, fotografie, simboli, tagli, testo e suono manipolato. Così l’acqua appare vitale e i suoi cambiamenti da uno stato all’altro, forza della natura, vengono riproposti in forma digitale e high-tech, grazie all’ausilio della grande macchina del tecno-teatro e della macro 2coreografia industriale. L’oro, l’altro protagonista, viene rappresentato nelle mani ecuadoriane che lo modellano con martellatura e rilievo, per poi uscire dalla sua fisionomia originale e incontrare la tecnologia. L’innovazione sta anche nel percorso. Non dei visitatori ma delle opere: secondo uno studio avviato oltre dieci anni fa dagli ideatori del progetto, i significati di scatti, figure e installazioni cambiano a seconda della scatola che li contiene. Così anche da Venezia al capitolino Macro, dove infatti verranno ricomposte e rimodellate site-specific. Macro, via Nizza 183, dal 31 marzo al 17 aprile, ore 10.30-19.30.

MASSACRATO IL MARCIAPIEDE NUOVO DI VILLA NEMORENSE

via nemorense cartelli elettoralivia nemorense 3Non sono tanti mesi che il marciapiede che gira attorno a Villa Nemorense è stato rifatto. Qualcosa sarà pur costato. Ma non sembra che chi ha ‘curato’ la posa dei cartelloni elettorali se ne sia reso conto più di tanto. E così tra un po’ vedremo là sopra i faccioni dei vari politici che ci prometteranno, magari, di riqualificare il territorio… Foto: Lorenzo Grassi

SOLITO SUV SUL MARCIAPIEDE E ALTRE MERAVIGLIE

VIA NEMORENSEVIA NEMORENSE 2Perle quotidiane dai nostri quartieri: il solito Suv che deve obbligatoriamente salire sul marciapiede in via Nemorense; sempre in via Nemorense, installazione stradale simbolica con cartellone arrugginito che cerca di trascinare nella propria rovina il povero oleandro e ci riesce; infine, quotidiano furgone che “acceca” il semaforo in corso d’Italia. Alle prossime immancabili. (Alessandro Ricci)

CORSO D'ITALIA