VIA GRAMSCI: INCONTRO SULLA CULTURA ALIMENTARE GIAPPONESE

la cucina del monaco buddistaAppuntamento all’Istituto Giapponese, in via Gramsci, con “La cucina del monaco buddhista di Kakuho Aoe”, domani 25 gennaio alle ore 18:30. Si tratta di una conferenza sulla cultura alimentare e la cucina giapponese, compresa quella vegetariana buddhista shojin ryori, a cura del monaco della scuola Jōdo shinshū e cuoco del tempio Ryokusenji Kakuhō Aoe, attivo fautore dello sviluppo di attività per i giovani, autore di testi di argomento culinario tradotti in varie lingue, nonché membro fondatore del sito web Higanji, frequentato trasversalmente dalle varie scuole buddhiste. In Italia ha pubblicato “La cucina del monaco buddhista” (Vallardi, 2014), che ha riscosso successo di pubblico e critica. Ai partecipanti verranno distribuite due ricette limited edition.

LA SCIENZA SPIEGATA IN PILLOLE ALLA LIBRERIA ASSAGGI

a3_27-gennaio_png1Alla libreria AsSaggi di via degli Etruschi, mercoledì 27 gennaio, alle 19:30, per gli incontri scientifici “Nelle segrete stanze. Sguardi sulle frontiere della ricerca”, tre scienziati esporranno l’idea sulla quale stanno lavorando attualmente. Ciascuno di loro avrà a disposizione 15 minuti. Le parole dovranno essere supportate da immagini, video, oggetti, giochi o esperimenti che rendano quest’idea quanto più semplice e accessibile a tutti. Gli incontri saranno supportati in rete da una diretta Twitter e video-streaming e registrati su supporti audio e video. Gli audio podcast e i video saranno diffusi nel web.

PEPPE SERVILLO ALLA SAPIENZA COL “BORGHESE GENTILUOMO”

peppe servilloPeppe Servillo è il protagonista del “Borghese gentiluomo” di Molière. Il cantante e attore napoletano presenta alla Iuc la sua riduzione di questa famosa commedia, con le musiche di scena composte nel 1912 da Richard Strauss ed eseguite ora dall’Ensemble Berlin, che riunisce alcuni splendidi musicisti degli impareggiabili Berliner Philharmoniker. La prima assoluta di questa originale versione della commedia di Molière, commissionata a Servillo dalla Iuc, avrà luogo martedì 26 gennaio, alle 20:30, nell’Aula Magna della Sapienza (piazzale Aldo Moro 5, Roma). Peppe Servillo – già autore di una rielaborazione del testo dell’Histoire du Soldat presentata alla Iuc nel 2011 e nel 2015 – dà la propria personale versione del “Borghese gentiluomo”, che il pubblico può scoprire nel concerto di martedì.

IL COMITATO ‘PIAZZA CAPRERA’ SCRIVE AL PRESIDENTE GERACE

PIAZZA CAPRERA BY NIGHTIl comitato Piazza Caprera, tramite il presidente, Andrea Prezioso, e il vice presidente, Luca Asterri, hanno chiesto a Giuseppe Gerace, presidente del Municipio, e alla consigliera Titty Santoriello, che si provveda a fare diventare piazza Caprera ‘zona 30’ per tutto l’anno, per prevenire – conseguentemente – la movida estiva, anche attraverso l’installazione di videocamere.

CROLLO AL FLAMINIO, IN CORSO GLI ACCERTAMENTI SUL PALAZZO

lungotevere flaminioQuel giardino pensile dell’architetto Lidia Soprani era da mesi oggetto di un contenzioso con i vicini. Una macchia verde — decine di piante con grossi vasi — che occupava gli 80 metri quadri del balcone dell’appartamento della designer ambientale al sesto piano del palazzo di lungotevere Flaminio 70. Giovedì notte al posto del giardino affacciato sul fiume c’erano solo macerie: il balcone è venuto giù tutto insieme, ha travolto l’appartamento al quinto piano — in ristrutturazione — e si è portato dietro il settimo. Erano le 4 e solo per merito dei vigili del fuoco e dell’inquilina dell’attico — Agea Rodriguez — gli abitanti del palazzo erano già in strada da più di tre ore. Così non ci sono stati feriti, ma è subito apparso chiaro che poteva essere una strage. Continue reading

CARITAS VILLA GLORIA: SPETTACOLO PER IL GIORNO DELLA MEMORIA

VILLA GLORI CARITASSabato 30 gennaio, alle ore 18, presso il teatro delle Case famiglia di Villa Glori, in viale Venezuela 27, spettacolo per il Giorno della Memoria. Insieme, per riflettere sul senso profondo della memoria, non solo storica ma attuale, alla luce dei rinnovati drammi che sta vivendo l’umanità, oggi minacciata dalle atrocità terroristiche dell’Isis e dalla furia bellica contro popolazioni inermi. Lo spettacolo: Il grande conflitto bellico e il genocidio sono da poco terminati quando due bambini ebrei del ghetto di Varsavia, sopravvissuti ai campi di concentramento, giocano in una soffitta piena dei ricordi dei loro genitori uccisi. Lo fanno indossando le vesti del clown. Il clown come essere paradossale, folle, che esprime con la propria maschera e il proprio corpo la follia umana che si è manifestata in questa immensa tragedia.