IN UNA GUIDA TUTTO (O QUASI) SU PIAZZA BOLOGNA E DINTORNI

12410561_10153959275604434_3506938817574361707_nUna interessante guida con curiosità e informazioni utili su piazza Bologna e dintorni è uscita in questi giorni. Sapevate che hanno vissuto da queste parti personaggi illustri come Pirandello, Rita Levi Montalcini, Enrico Fermi? La guida vi dice anche tutto su cinema, teatri, ristoranti, musei, itinerari, curiosità. Si può acquistare da Cus Cus in via Arezzo 39.

“STREMATE DALLA LUNA” IN SCENA AL TEATRO 7 DI VIA BENEVENTO

teatro 7Dal 19 gennaio al 7 febbraio, Barbara Begala, Federica Cifola, Beatrice Fazi, Barbara Foria, Giulia Ricciardi al Teatro 7 di via Benevento, in “Stremate dalla luna” di Giulia Ricciardi regia: Michele La Ginestra.  Dopo aver stremato… ehm… esaurito il Teatro7 la stagione scorsa con “Parzialmente Stremate”, tornano Mirella, Marisa, Elvira e Silvana… più stremate che mai! A “peggiorare” la situazione c’è una quinta stremata:…

IL MERCATO DI ‘CAMPAGNA AMICA’ PER 2 DOMENICHE ALL’AUDITORIUM

campagna-amicaSi rinnova l’appuntamento con la filiera corta tra i consumatori romani e le imprese agricole laziali. Domenica 17 e domenica 24 Gennaio sarà possibile degustare e acquistare i prodotti freschi, stagionali, tipici e tradizionali provenienti un po’ da tutto il Lazio, in grado di offrire le migliori garanzie in termini di qualità, di sicurezza e di un legame stretto con il territorio e le tradizioni locali. L’iniziativa si colloca nell’ambito del progetto “Una filiera agricola tutta italiana e firmata dagli agricoltori”. Una filiera tutta agricola, in quanto gestita per una parte sempre più importante direttamente dagli agricoltori; italiana, in grado di trasferire i valori distintivi del vero Made in Italy fino al consumatore; firmata, nel senso che renda visibile e riconoscibile “l’italianità” al consumatore tramite la creazione di una “firma” che distingua l’intero prodotto agricolo autenticamente Made in Italy, basandosi sulla trasparenza della filiera, sull’indicazione dell’origine in etichetta e sul legame del prodotto con il territorio che lo esprime.

MAX GIUSTI AL TEATRO OLIMPICO CON “PEZZI DA 90″

Prima puntata della nuova trasmissione "Riusciranno i nostri eroi", condotta da Max GiustiDal 19 al 24 gennaio, al Teatro Olimpico, i mille volti di Max Giusti con “Pezzi da 90″: da Biagio Antonacci al tipico vigile romano, da Ligabue a Vasco Rossi. E ancora: Lotito e la sua Lazio, Al Bano tornato a Sanremo, Malgioglio sosia del presidente Mattarella. Ma attenzione! Mentre leggete queste righe, Max sta creando un nuovo personaggio… È vestito di bianco, si affaccia e benedice?!?

QUELL’INCOMPRENSIBILE STATO DI DEGRADO A VALLE GIULIA

valle giulia dintorniAnche in questo caso non è successo niente: parole, promesse. Perfino progetti. Nulla di fatto. Valle Giulia, tra il Flaminio e i Parioli, mostra il tono dimesso di un ambiente storico, culturale e paesaggistico che dovrebbe essere di prima qualità ma che ristagna da anni in un incomprensibile stato di degrado. In questa area ci sono nove Accademie straniere valle giulia dintorni 2(Romania, Belgio, Olanda, Svezia, Danimarca, Austria, Britannica, d’Egitto e giapponese), la Galleria nazionale d’arte Moderna, il museo Etrusco, la facoltà di Architettura e un paio d’ambasciate. Dieci anni orsono il decadimento del sito, confinante con villa Borghese e villa Strohl-Fern, era già evidente da un pezzo, tanto che il sindaco Walter Veltroni assieme all’Università valle giulia dintorni 3predisposero un piano di rinascita per creare addirittura una «Valle della Cultura». Il progetto avrebbe dovuto essere realizzato entro il 2011, in cui cadeva il centenario dell’Esposizione Universale ospitata a Roma nel 1911 per i cinquant’anni dell’unità nazionale. Basta fare una passeggiata tra le strade, le monumentali scalinate (una è dedicata a Bruno Zevi, storico e critico di architettura) e il trasandato verde dell’area per rendersi conto di come stanno le cose. Alle spalle della statua equestre di Simon Bolivar, Libertador dell’America Latina, proprio di fronte alla palladiana Accademia Britannica, un «buco» nella balaustra in colonnette che dà sulla grande piazza Thorvaldsen. Continue reading