ANCHE OGGI FERMI I VEICOLI PIÙ INQUINANTI PER LO SMOG

smogA causa degli elevati livelli di polveri sottili (Pm10) nell’aria e al tempo stabile che ne favorisce il ristagno, il Commissario Tronca ha disposto anche per oggi, lunedì 14 dicembre, dalle ore 7.30 alle ore 20.30, il blocco della circolazione per i veicoli più inquinanti all’interno della Fascia Verde.

MUSEO CANONICA, IN MOSTRA GLI OGGETTI D’ARTE DELLO SCULTORE

nello_scrigno_dell_artista_“Nello scrigno dell’Artista” è la prima di una serie di mostre organizzate dai curatori del Museo Pietro Canonica di Villa Borghese per valorizzare la pregevole collezione di oggetti e mobili d’epoca che arredano l’appartamento dello scultore. Si tratta di manufatti e arredi preziosi finora mai messi in risalto in modo mirato. Veri e propri oggetti d’arte, abitualmente in mostra nelle stanze private dell’artista, lungo un percorso museale che offre una visione d’insieme del “mondo” di Pietro Canonica. Una visione suggestiva e carica d’atmosfera che però in molti casi non consente al visitatore di entrare in contatto diretto con questi oggetti o avere informazioni approfondite. Fino al 17 gennaio, al Museo Canonica.

TEATRO TIRSO DE MOLINA: “SEI MAI STATO INNAMORATO?”

TIRSO DE MOLINAAl Teatro Tirso de Molina di via Tirso, dal 16 al 20 dicembre “Sei mai stato innamorato?”. Una “vita” perennemente online, una “vita” di rapporti virtuali e incontri occasionali, quella della nuova generazione, fagocitata e assuefatta dalla dimensione parallela dei social network, identificata e riconosciuta come unica forma esistenziale. Due giovani amici, i nostri protagonisti, due accaniti “tombeur de femmes”, che si trovano inaspettatamente a fare i conti con una crisi, o meglio, un risveglio di Coscienza, fortunatamente, ma ancora sensibile al richiamo dell’Amore. I nostri intrepidi, inesperti in materia di relazioni nel mondo reale, tra gag e incomprensioni, dubbi e ripensamenti, equivoci e inconvenienti, hanno la possibilità di assaggiare la vita… decideranno di morderla? Una commedia brillante dai temi attuali che, con leggerezza, divertenti battute ed esilaranti situazioni, riscopre e rispolvera la legge più vecchia del mondo: “L’amore vince tutto, anche noi cediamo all’amore” (Publio Virgilio Marone).

VIALE CASTRO PRETORIO, EVENTO ALLA BIBLIOTECA NAZIONALE

biblioteca nazionaleL’evento di oggi alla Biblioteca Nazionale di viale Castro Pretorio (ore 17) intende far conoscere e portare all’attenzione degli studiosi gli ultimi tre repertori pubblicati nella Nuova Serie della prestigiosa Collana edita dalla Commissione Nazionale Indici e Cataloghi delle Biblioteche Italiane. Il principio ispiratore della Commissione, sin dalla sua istituzione, è stato quello di realizzare  validi strumenti che, oltre ad essere necessari e indispensabili per una approfondita conoscenza del materiale manoscritto e a stampa conservato nelle biblioteche italiane, ne  favorissero l’approccio da parte degli studio. I due volumi dedicati ai manoscritti classici latini sono il risultato di un attento screening condotto con scrupolo scientifico dai curatori, Francesca Niutta con Maria Gabriella Critelli, e Valerio Sanzotta, rispettivamente nei molteplici fondi manoscritti della Bncr e in quello della Biblioteca Casanatense; il  terzo volume, a cura di Maria Rosa Formentin, porta a compimento la catalogazione dei codici greci della Biblioteca Nazionale di Napoli.

“DISASTER COMEDY” AL TEATRO 7 DI VIA BENEVENTO

Dal 15 al 20 dicembre, al Teatro 7 di via Benevento, la Compagnia Attori per Caos con “Disaster Comedy” di Henry Lewis, Jonathan Sayer e Henry Shields con: Federico DisasterTrastulli, Valerio Colangelo, Maurizio Capri, Christian Trapani, Luca D’Arienzo, Alessia Cocco, Francesco Immè, Tiziana Di Domenico; regia: Luca D’Arienzo Una giovane e disastrata compagnia teatrale tenta di mettere in scena un giallo di serie B.  Gli attori sono scarsi…

ACCADEMIA DI ROMANIA, CONVEGNO DI SOCIOLOGIA

Dimitrie-GustiCorrado%20giniOggi, alle ore 18, alla Biblioteca dell’Accademia di Romania, in piazzale José de San Martin, si parla de “Le relazioni tra la scuola sociologica di Dimitrie Gusti e la sociologia italiana. 1933-1950”. Nonostante gli intensi scambi professionali internazionali e l’ampia apertura culturale della Romania e dell’Italia interbellica, un’esauriente sintesi delle relazioni tra la sociologia romena e quella italiana manca tuttora. Perciò tale saggio si propone di ricostruire e di approfondire i legami della Scuola Sociologica di Bucarest e del corpo docente guidato dal sociologo di fama internazionale Corrado Gini.

RADU LUPU AL PARCO DELLA MUSICA OGGI E DOMANI

Se l’armonia degli opposti ha un fondamento, allora il concerto che vedrà sulla stessa scena il pianista rumeno Radu Lupu e il direttore italiano Fabio Luisi promette grandi emozioni. Uno ascetico e antidivo per eccellenza, l’altro estroverso e loquace, incarnano due condizioni agli antipodi dell’essere ai vertici dello star system internazionale. Ad unirli, l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia nel consueto appuntamento sinfonico all’Auditorium Parco della Musica, dopo sabato 12, anche oggi e martedì 15, con musiche di Wolfgang Amadeus Mozart e Anton Bruckner. Definito “il poeta del pianoforte”, settant’anni compiuti da poche settimane, Radu Lupu è uno di quegli artisti su cui più la critica ha speso parole per raccontare l’intensità delle sue interpretazioni, la RADU LUPUpienezza con cui riesce a rendere la malinconia dell’ultimo Schubert, o a personalizzare il linguaggio di Beethoven. Anche perché è difficilissimo, se non impossibile, che Lupu parli di sé visto che l’ultima intervista pare risalga al 1991 e non c’è verso di persuaderlo neppure con lusinghe promozionali. In una sala di registrazione il grande pianista rumeno non entra da una ventina d’anni ed è un miracolo se, ogni tanto, riemerge dall’oblio qualche vecchia incisione del musicista. Simile in questo a un altro gigante della tastiera, Grigory Sokolov, per Lupu l’unico momento che conta è l’esecuzione davanti a un pubblico vero. Continue reading