LIBRERIA KOOB: INCONTRO SUL CORSO DI MUSICA PER PICCOLISSIMI

-musica-e-biberonMartedì 29 settembre, alle ore 16:30, nella libreria Koob di via Poletti, incontro con le insegnanti del corso “Musica e Biberon” (da 0 a 36 mesi), a cura di Giulia Zanchini e Francesca La Via. Un percorso di apprendimento musicale dedicato ai piccolissimi (da 0 ai 36 mesi) che permette di sviluppare quell’attitudine musicale presente in ogni bambino, in modo graduale e gioioso, offrendo l’opportunità di crescere scambiandosi stati d’animo ed esperienze, imparando ad interagire all’interno del gruppo e a star bene con gli altri.

BLOCCATA LA METRO A DA OTTAVIANO A SAN GIOVANNI, E’ CAOS

Cede un pezzo di controsoffitto alla stazione di Piazza di Spagna e un tratto di metro A a Roma è bloccato. Un convoglio, colpito dai calcinacci, è stato evacuato una volta giunto in stazione. La linea è stata interrotta tra San Giovanni e Ottaviano in entrambe le direzioni. “Non ci sono state conseguenze di nessun tipo per i passeggeri – spiegano da Atac – e le operazioni sono state svolte in piena sicurezza. I tecnici sono intervenuti I PASSEGGERI METROimmediatamente per ripristinare la linea. E’ stato attivato un servizio sostitutivo di superficie nel tratto fra San Giovanni e Ottaviano”. Ma intanto è caos traffico. Una folla per metà imbufalita e per metà arresa davanti all’ennesimo guasto dei trasporti pubblici si è riversata fuori dalle stazioni metro. I passeggeri hanno preso d’assalto i bus a San Giovanni verso gli uffici di Prati e in zona Termini. In tilt il traffico. In molti hanno deciso di tornare a casa e prendere l’auto o la moto. L’assessore capitolino ai Trasporti Stefano Esposito, che proprio stamani stava effettuando uno dei suoi giri “in incognito” sulle metro di Roma, aggiunge: “Il dottor Sciarra di Atac ha comunicato che un treno ha urtato la controvolta dove è agganciata la linea elettrica. Ci sarà un’indagine”. Continue reading

AL VIA LA STAGIONE DEL TEATRO OLIMPICO CON “SEMO O NUN SEMO”

teatro-olimpico-semo-o-nun-semoL’ inizio di stagione del Teatro Olimpico (30 settembre-4 ottobre, ore 21; domenica, ore 18) è gioioso e appassionante grazie al tocco sapiente di Nicola Piovani, che dà vita ad uno spettacolo musicale, “Semo o nun semo”, ricco di stornelli, serenate e saltarelli tipici della tradizione romana. Con Pino Ingrosso, Donatella Pandimiglio, Carlotta Proietti, Sara Fois, Massimo Wertmuller; in scena Ensamble Aracoeli.  “Venite giù alla festa de noantri e poi vedete che sapemo fa. Ce so le tamburelle, chitarre e mandolini, li mejo concertini che fanno innamorà, la pira non ce manca, er core ce l’avemo perciò Semo o nun semo? C’è poco da rugà!”

“IO, EDMUND KEAN” AL TEATRO ARCOBALENO DI VIA REDI

Io,%20Edmund%20Kean_0Al Teatro Arcobaleno di via Francesco Redi, dall’8 al 18 ottobre (giovedì, venerdì e sabato ore 21:00 – domenica ore 17:30),  va in scena “Io, Edmund Kean”, scritto, diretto e interpretato da Giovanni de Nava, e con Carmen Landolfi. Della figura di Edmund Kean, leggendario attore inglese a cavallo tra il XVIII e il XIX secolo, si sono occupati, con la scrittura di lavori teatrali incentrati su di lui,  Alexandre Dumàs père, Vittorio Gassman, Raymon Fitz Simons; ora, in questo atto unico di cui è anche autore, Giovanni de Nava, con il suo consueto piglio mattatoriale, rivive, nei panni del Kean, la vita e la carriera del grande attore inglese, il suo disordine esistenziale contrapposto al maniacale rigore e perfezionismo artistico (impasto che gli valse, ad opera di Dumàs père, la definizione di “genio e sregolatezza”, titolo proprio della commedia che lo stesso Dumàs gli dedicò).   Continue reading

AGENTI COMMISSARIATO VESCOVIO SCOPRONO CAMPO DI MARIJUANA

commissariato vescovioDroga coltivata nel centro residenziale. È stata scoperta dagli agenti del Commissariato Vescovio, diretto da Fabrizio Sullo. In tutto 9.430 chili, che avrebbero potuto rendere fino a 2.260 dosi. Arrestati tre ventenni, figli di famiglie benestanti. La piantagione di marijuana era nei pressi di un centro residenziale. Dopo aver ispezionato l’intera area, nella boscaglia che da via del Monte di Casa giunge alla ferrovia, gli investigatori sono riusciti a individuare una radura con numerose piante alte circa due metri. A pochi metri di distanza, hanno notato una tenda da campeggio posta al termine di un piccolo sentiero che conduceva direttamente all’interno di una proprietà ubicata nel centro residenziale e sorvegliata da un cane di razza pastore tedesco. I poliziotti hanno così deciso di approntare un servizio di osservazione e appostamenti che si è concluso nel tardo pomeriggio di giovedì scorso quando sul posto sono arrivati tre giovani in compagnia del cane “guardiano”. I tre ragazzi, dopo aver percorso il sentiero, provenendo da una abitazione vicina, si sono fermati in prossimità della tenda da campeggio e, mentre due di loro sono entrati all’interno, il terzo ha raggiunto la coltivazione dove ha reciso un paio di piante per poi trasportarle fino all’interno della tenda. Fonte: il Tempo

PIAZZA VERDI: HOTEL A CINQUE STELLE NELL’EX ZECCA

ex zecca piazza verdiAvrà la «più bella suite d’Europa», garantiscono i rappresentanti della proprietà , e 200 camere extralusso. In più roof e piscina sul tetto, vista Villa Borghese; una Spa e una sala convegni di 800 metri quadri nel semi-interrato; due ristoranti ed un giardino nel cortile interno. Ecco il nuovo hotel che sta per sorgere nel maestoso edificio dell’ex Zecca in piazza Verdi e che con ogni probabilità porterà il marchio della catena canadese Four Season: gli accordi per chi lo gestirà si stanno chiudendo in questi giorni con l’attuale proprietà, la Residenziale Immobiliare 2004 al 75 per cento della CDP, cassa depositi e prestiti immobiliare, e al 25 per cento Finprema spa. Il progetto, che porta la firma dell’architetto milanese Antonio Citterio, è stato illustrato (e una volta al mese sarà «cantiere aperto») a agli abitanti della zona, preoccupati del rumore per i lavori e per la stabilità dei loro palazzi. Continue reading

VIA PANAMA: MAXXI ABUSO E PERICOLO NEL PARCO RABIN

parco rabinUna volta, tanto tempo fa, lì, in via Panama, all’altezza di largo del Bangladesh, c’era un chiosco in legno. Che negli anni si trasformò. Fino a diventare, nel 2002, “un nuovo manufatto di circa 90 metri quadri con struttura in ferro, tamponato lateralmente con infissi in ferro e vetri e copertura di tetto a più falde”, come stabiliva la convenzione stipulata con il Comune di Roma, proprietario del terreno. In realtà però nella sua trasformazione il Panamino – così si chiama ora l’ex chiosco – si è allargato mangiandosi parte del parco che lo ospita, parco Rabin, l’area per cani di Villa Ada. Oggi al posto del chiosco in legno c’è una zona gazebo, una struttura ristorante, una zona “salotto”, servizi igienici, oltre al bar: i 90 metri quadri previsti si sono espansi a macchia d’olio, in un’area “di notevole interesse pubblico”. Continue reading