IL PRESIDENTE GERACE SU MARINO E AMA: “BEH, SÌ, NO, MAH, PERÒ”

MARINO E GERACE A PARCO NEMORENSE DURANTE LA CAMPAGNA ELETTORALEIl presidente del Municipio Gerace e l’assessore Gisci devono avere ‘A beautiful mind': in altre parole, una sorta di disturbo bipolare della mente. Basta leggere il comunicato emesso ieri, in cui passano con disinvoltura dagli elogi sperticati alle critiche più accese nei confronti del sindaco e dell’Ama sul fronte del decoro urbano e dei rifiuti. Insomma, se Gerace buttasse in aria la monetina, questa rimarrebbe in un bilico tutto politico: né testa, né croce. Ma andiamo a leggere l’ardito comunicato.

“Il II Municipio continua ad esprimere un sincero e vigoroso ringraziamento per tutto il lavoro svolto sul fronte rifiuti e decoro della città da parte del sindaco Marino e dell’assessore Estella Marino. La chiusura di Malagrotta è stata un svolta epocale e coraggiosa. Nel rispetto della popolazione del II Municipio non possiamo negare però che, nonostante gli sforzi e le capacità del nuovo management Ama, in primis presidente e direttore generale, ancora non si concretizzino i risultati attesi. Si rilevano forti criticità in tutto il Municipio causate dal mancato svuotamento puntale dei cassonetti che produce piccole discariche a cielo aperto e dalla sostanziale assenza del servizio di spazzamento delle strade. Da giorni segnaliamo tale situazione e nessuno di Ama fornisce rassicurazioni, spiegazioni e soluzioni adeguate. Ribadendo la totale e sincera fiducia al Campidoglio ci sembra doveroso stigmatizzare ufficialmente l’operato di Ama che danneggia, siamo convinti non volutamente, l’immagine e l’ottimo operato della Giunta Marino causando un livello di decoro dei nostri quartieri non accettabile”.

VILLA TORLONIA, IL TEATRO VA IN SCENA CON LA NUOVA STAGIONE

teatro villa torlonia“Il Teatro Torlonia rinasce sotto una nuova luce”, ha dichiarato l’assessore alla Cultura e allo Sport, Giovanna Marinelli, alla presentazione della nuova stagione dello storico teatro romano, riaperto nel 2013 dopo i lavori di restauro. Il programma, ricco di spettacoli dal vivo, mostre, visite guidate, reading e incontri, parte domani con l’inaugurazione della mostra Epifanie Argot – Visioni di futuro fra passato e presente. In questo primo lancio di stagione l’ingresso agli spettacoli è gratuito con prenotazione obbligatoria. Il teatro riprende con un nuovo ruolo. Continue reading

SGOMBERATO CAMPO ABUSIVO TRA VIA MASCAGNI E VIALE SOMALIA

Era stato sgomberato solo qualche giorno fa, ma oggi i vigili urbani sono dovuti tornare sull’insediamento abusivo della Tangenziale Est, in prossimità della Salaria, per bonificare di nuovo l’area. In particolare le baracche erano state costruite nella scarpata boschiva che si estende tra via Mascagni e viale Somalia. I 16 agenti impegnati nell’operazione hanno dovuto faticare non poco per scoprire le 3 persone presenti al INSEDIAMENTO ABUSIVOmomento del blitz e per ripulire la zona, particolarmente ben nascosta e riparata dalla fitta vegetazione. E’ probabile, infatti, che siano almeno una ventina i senza fissa dimora che ogni notte trovano riparo tra quei cespugli. Sono stati trovati materassi, coperte, cucine da campo, e una notevole quantità di rifiuti, circa 10 quintali. Il tutto è stato trasferito dagli stessi agenti a livello stradale, in quanto il tratto impervio ha impedito agli operatori dell’Ama di raggiungere i luoghi e caricare. I tre fermati sono stati portati nella sede della polizia locale a viale Parioli e poi al centro di identificazione per essere denunciati per invasione e occupazione abusiva di suolo pubblico. Lo stesso reparto Nae (Nucleo Anti Emarginazione) del gruppo Parioli della polizia locale di Roma Capitale, solo due giorni fa ,aveva effettuato un altro sgombero dello stesso tipo in un terreno confinante con via Panama, ripristinando il decoro di un’area privata invasa da quintali di rifiuti.

PIAZZA DELLA MARINA ‘INVASA’ DALLA STREET ART PORTOGHESE

piazza della marinapiazza della marina 2La street art portoghese invade Roma con “Forgotten Project”, la serie di interventi che ha preso il via in piazza della Marina, dove Diogo Machado, in arte Add Fuel, ha completato l’opera “This connection”: un dialogo, in un gioco dicotomico, tra gli azulejos della tradizionale ceramica portoghese e i pavimenti cosmateschi medievali nostrani. Il muro è stato realizzato grazie alla tecnica dello stencil, per evocare la ceramica, e la bomboletta per i poster, che permettono a Machado di ottenere una stratificazione d’insieme. Il progetto, che vede tra i vari patrocini anche quello dell’Ambasciata del Portogallo, è curato da Hugo Dias e Alessandra Arpino, e nelle prossime settimane vedrà altri quattro artisti portoghesi intervenire per la prima volta nelle strade romane: Draw, Bordalo II, Eime e Maismenos.

ECCO IL NUOVO CARTELLONE DELL’ACCADEMIA FILARMONICA

Presentato il cartellone della prestigiosa Accademia Filarmonica Romana: 26 gli appuntamenti suddivisi tra i luoghi deputati del Teatro Olimpico (9), la Sala Casella di Via Flaminia (9) e lo storico Teatro Argentina in sinergia col Teatro di Roma (8). A scorrere il nutrito elenco degli appuntamenti, di cui 5 di danza, si riceve però la sensazione del déjà vu. Infatti molti nomi erano in cartellone già lo scorso anno e alcune produzioni proprio nuove non sono. Come la Carmen inaugurale (22 ottobre) via_Flaminia_-_sede_Filarmonica_romanadell’Orchestra di Piazza Vittorio che è un remake di quanto visto anni fa a Caracalla o il ritorno di compagnie blasonate ma inflazionate come i leggendari Momix del già visto Opus Cactus (9 febbraio) o l’Aterballetto (24-25 maggio), per non dire della coppia d’eccellenza barocca Rinaldo Alessandrini (Stabat mater di Pergolesi con la Mingardo il 10 marzo) e il decantato Concerto romano di Alessandro Quarta (con l’oratorio S. Giovanni Battista di Stradella il 7 aprile).A completare la danza niente di strepitoso con una compagnia di giro russa per La bella addormentata (7 gennaio), l’Astra Ballet e il volenteroso Balletto del Sud di Franzutti ne Le quattro stagioni (27 maggio). Le cose da non mancare sono spesso all’Argentina: in primis il violoncellista Misha Maisky (25 febbraio), un assaggio del Calderon di Pasolini con la drammaturgia di Tiezzi (18 febbraio), La voix humaine di Poulenc con la iridescente voce della Zavalloni, la Serata Schumann con la rivelazione Beatrice Rana (17 marzo). Continue reading

POLICLINICO UMBERTO I, ANZIANA CADE DAL LETTO E MUORE

POLICLINICO UMBERTO ISarebbe morta dopo essere caduta dal letto dell’ospedale. È giallo in corsia al Policlinico Umberto I. Una donna di 81 anni ricoverata nel reparto di cardiologia del nosocomio di via Regina Elena è stata trovata senza vita dieci giorni fa. Secondo quanto denuncia il marito, l’anziana sarebbe deceduta a causa della caduta a terra. Circostanza che è stata smentita dall’ospedale. Intanto la Procura di Roma indaga per omicidio colposo. Al momento non ci sono persone iscritte nel registro degli indagati. Maria Carmelina Frattangelo (questo il nome della vittima) era stata ricoverata per problemi cardiaci. Continue reading

LIBRERIA KOOB, “FAVOLE IN MEZZO AL MARE” PER I PIÙ PICCOLI

favole-in-mezzo-al-mareSabato 26 settembre, alle ore 11, alla libreria Koob di via Poletti (accanto al Maxxi), “Favole in mezzo al mare”, laboratorio di fantasia per bambini dai 4 agli 8 anni. A cura di Maria Zamponi. Un laboratorio come un viaggio, attraverso piccoli giochi e con l’aiuto di una favola a far da guida, per solcare gli oceani del racconto, lì dove, fra tempeste e tramonti fantastici, il tempo e lo spazio si dilatano e la realtà può ribaltarsi. Ognuno sulla propria navicella, come un fiero pirata, ha il suo tesoro nascosto e da lì attinge alle idee più incredibili. Pensare una storia per liberare la fantasia, la capacità di libera associazione e l’abilità di costruzione. Raccontare una storia per giocare con gli altri e con la percezione delle proprie emozioni. Non è così difficile… in fondo raccontiamo storie continuamente! L’incontro è pensato per bambini dai 4 agli 8 anni. Ogni bimbo potrà portare con sé una favola. Si consiglia abbigliamento comodo. Costo: 8 euro. Per informazioni e prenotazioni: Maria Zamponi 339.1369625 / Libreria Koob 06.45425109.

GLOBE THEATRE, “INTESTAMÈ” DI RAGONE E SCARAMELLA

intestame_0019Novità al Silvano Toti Globe Theatre di Villa Borghese. Lunedì 28 settembre, alle ore 21, “Intestamè”, di Carlo Ragone e Loredana Scaramella. “Può da un dolore nascere una risata? L’ingegno comico che spinge alla messa in dubbio di ogni cosa, all’irriverenza, al rovesciamento di ogni certezza , suggerisce che per un evento di grande pesantezza, la leggerezza sia l’antidoto migliore”. Musiche di Stefano Fresi, eseguite dal vivo dal Trio William Kemp.

BIOPARCO: SABATO E DOMENICA APPUNTAMENTO CON LE ‘TIGRIADI’

IMG_2445In occasione della recente apertura dell’Area delle tigri, nel fine settimana (26-27 settembre) il Bioparco organizza le ‘Tigriadi-Olimpiadi del Bioparco’, giornate dedicate alla tigre di Sumatra con giochi e attività di edutainment a tema su questi splendidi felini. Cosa mangia la tigre e come caccia le sue prede? Perché ha le strisce? A queste e a tante altre domande i bambini, in MDG_7127 BAMBINI TIGREcompagnia dei genitori, troveranno una risposta…divertendosi. Le famiglie partecipanti, divise in squadre, si sfideranno per superare una serie di prove e per vincere la medaglia d’oro delle Tigriadi. Ad esempio nello Strisciathlon si scoprirà a cosa servono le strisce, oppure nella staffetta del pasto (Pastaffetta) le squadre si sfideranno a suon di ‘portate’ del pasto delle MDG_6751 tigre Kasihtigri… Quattro gli appuntamenti nel corso della giornata (alle 11.00, 12.30, 14.30 e 16.00); prenotazione obbligatoria da effettuare esclusivamente il giorno stesso della visita presso il desk prenotazioni collocato nei pressi dell’ingresso del parco. Presso l’area delle Tigri di Sumatra, inaugurata di recente, un operatore didattico svelerà curiosità e aneddoti su Kashi e Jasmine, le due tigri del Bioparco. Per tutti i bambini immancabile il trucca bimbi, un trucco speciale per trasformarsi in piccole tigri o nel proprio animale preferito. E poi… spettacoli con i clown e un regalo speciale per tutti i bambini! Il servizio di intrattenimento della giornata è svolto dai Clown Dottori di Ridere per Vivere Lazio, artisti la cui mission è sostenuta dal Bioparco di Roma. Le attività delle giornate sono comprese nel costo del biglietto del Bioparco.