A VIA PAVIA SI PARLA DI ‘GIUSTIZIA CLIMATICA’

L'ALTRACITTA'Giovedì 24 settembre, alla libreria “l’altracittà” di via Pavia, alle ore 19, presentazione de La guerra del clima (le proposte del Movimento senza terra del Brasile per la giustizia climatica). Nell’occasione verrà presentato il libro “La lunga marcia dei senza terra. Dal Brasile al mondo”. Intervengono le autrici Claudia Fanti, Marinella Correggia, Serena Romagnoli. Con una testimonianza dei Senza terra di Bahia (ingresso libero).

VIA DEI VILLINI: PROTESTA ALL’AMBASCIATA UNGHERESE

ambasciata unghereseUna mobilitazione davanti all’ambasciata ungherese, a via dei Villini, con cartelli con la scritta “Io sono clandestino, arrestatemi – I’m illegal, arrest me! ” o anche “Io sono rifugiato, arrestatemi! – I’m refugee, arrest me!”. E’ la protesta inscenata da cittadini e associazioni che hanno promosso la “marcia delle donne e degli uomini scalzi” anche al Festival di Venezia. Si sono presentati davanti l’ambasciata a piedi scalzi, proprio come durante la marcia di qualche giorno fa per protestare contro la decisione del governo magiaro di realizzare un muro con il confine serbo per impedire ai profughi di arrivare nel paese.

AUDITORIUM: RITMICHE DEL BRASILE

untitledDopo aver affiancato artisti come Jovanotti, Alex Britti, Mario Venuti, i Negrita e Carlinhos Brown, il percussionista di origine bahiana Neney Santos (nella foto) approda all’Auditorium Parco della Musica di Roma per presentare in anteprima un progetto che affonda le sue radici nelle ritmiche del Brasile più tradizionale, rimestando generi diversificati come afro-samba, candomblé e axé music con incroci di jazz e funk.
Nel repertorio originale, composto da brani inerenti il suo primo cd –  Meu canto – ed inediti che verranno eseguiti in prima assoluta, si contano brani come Blues Pra Xangò, pezzo ispirato alla divinità brasiliana del fuoco e della giustizia, Afroverão, brano composto d’estate insieme ad Andrea Cangianiello (co-autore anche del progetto complessivo) per suggellare un’importante sodalizio artistico e di amicizia e Forró Bom, hit lanciato la scorsa estate che celebra la gioia della danza di coppia seguendo i canoni del Forró, rinomato ballo popolare del Nord-est. Si tratta di canzoni che si ispirano al racconto dell’esistenza e dei sentimenti che l’essere umano, in qualunque dimensione geografica ed interiore è portato a vivere nel quotidiano e che, tra testi e miscellanee sonore, entrano dritte nell’anima.
Special guest della serata sarà Rosalia De Souza (nella foto), 2affascinante ed acclamata interprete – con una voce definita da molti un perfetto connubio di fascino e magia, sensualità e misticismo – delle musiche dei più grandi autori brasiliani, con la quale Neney e il suo gruppo rivisiteranno una serie di classici della Musica Popolare Brasiliana tra cui Berimbau, Canto de Ossanha, Garota de Ipanema, Ferrado, oltre ad un pezzo inedito – scritto dalla stessa De Souza – dal titolo Candomblé.
Da diciotto anni sul territorio italiano e internazionale con concerti di ogni genere, Neney Santos diventa ora il protagonista di un concerto in cui il canto delle sue mani veloci e sicure che scorrono su molteplici tappeti sonori sapranno trasmettere una magia inequivocabile ed unica nel suo genere.
L’album discografico, interamente autoprodotto e da cui è tratto gran parte del concerto, vede la partecipazione – come interpretazione ed arrangiamenti – di ospiti del calibro di Giovanni Imparato, Israel Varela, James Senese, Emiliano Pari, Francesco Santalucia e la cantante cubana Irina Arozarena.