CENTOQUARANTACINQUE ANNI FA, LA BRECCIA DI PORTA PIA

Il 20 settembre 1870, noto anche come il giorno della Breccia di Porta Pia, con l’entrata dei bersaglieri a Roma, sancì l’annessione della città al Regno d’Italia e la fine dello Stato Pontificio e del potere temporale dei papi. L’anno successivo la capitale d’Italia fu trasferita da Firenze e Roma.

VILLA CHIGI, PIANTUMATI DUE CILIEGI PER LA PACE

ASILO VILLA CHIGIDue ciliegi per la pace sono stati piantumati nei giardini dell’Asilo Nido Villa Chigi e della Scuola dell’infanzia Primaria – Contardo Ferrini, alla presenza del vicepresidente Emanuele Gisci del Municipio II. I ciliegi sono donati da Skal Roma – Associazione internazionale dei professionisti nel settore del turismo che, insieme all’Associazione Amuse, patrocina e promuove la missione di Cassie De Pecol. Cassie è una giovane americana che, per conto della fondazione Iipt (International Institute of Peace through Tourism), sta facendo il giro del mondo per richiamare l’attenzione dei media su pace e cooperazione tra i popoli, anche attraverso la piantumazione di alberi nelle città che visita. “Non abbiamo esitato a metterci a disposizione dell’iniziativa – ha dichiarato Gisci – perché la riteniamo di grande impatto divulgativo, in particolare per i ragazzi delle scuole e soprattutto in questo momento in cui di Pace si sente un gran bisogno”.

VISITE GRATUITE AL CIMITERO MONUMENTALE DEL VERANO

Prende avvio il ciclo autunnale di “Una Passeggiata tra i ricordi”, il programma di visite culturali gratuite del Cimitero Monumentale del Verano, ideato da Ama. In concomitanza con le “Giornate Europee del Patrimonio” romani e turisti possono nuovamente avvicinarsi con guide competenti al patrimonio storico, artistico, architettonico e letterario custodito all’interno dello storico cimitero romano. In occasione dell’anniversario dell’ingresso dei bersaglieri a Roma attraverso la breccia di Porta Pia, viene dato particolare risalto al percorso dedicato al Risorgimento italiano con l’itinerario “La memoria di chi ha fatto l’Italia” che ricostruisce le vicende che portarono all’Unità nazionale proprio attraverso i numerosi personaggi sepolti al Verano. verano_mameli_Nel percorso anche la visita al monumento funebre dedicato al patriota e letterato Goffredo Mameli (nella foto). L’itinerario guidato è proposto in via eccezionale oggi, 20 settembre, alle 10. Le visite guidate, della durata di circa 2 ore, proseguono per tutti i fine settimana successivi fino al 22 novembre, con appuntamenti speciali nel periodo della Commemorazione dei defunti. Gli altri percorsi: Volti e memorie di Roma. Due secoli di storia e cultura della città eterna ripercorsi attraverso le vite di poeti e artisti romani (sabato 19 alle 12); Storie al femminile tra Ottocento e Novecento. Il tessuto della storia, della politica e della cultura italiana raccontato con la prospettiva dello sguardo femminile di donne che hanno dato lustro al nostro paese (sabato 19 alle 15); Monumenti al Verano. Un museo all’aperto. La storia dell’arte italiana tra Otto e Novecento studiata visitando le numerose opere custodite nel cimitero monumentale (domenica 20 alle 12); La città del Verano. Tre generazioni di architetti e urbanisti. La storia dell’architettura e dell’urbanistica dall’800 ai nostri giorni, narrata e testimoniata dal cimitero nel suo complesso, dalla fondazione allo sviluppo novecentesco (domenica 20 alle 15). Prenotazione obbligatoria al call center dei Cimiteri Capitolini 06492361 (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 14). Appuntamento al gazebo all’ingresso principale del cimitero, in piazzale del Verano 1. Tutte le visite sono effettuate con l’ausilio di guide specializzate e supporti audio. Informazioni: www.cimitericapitolini.it 

LIBRERIA ASSAGGI: SI PARLA DI RIABILITAZIONE PSICHIATRICA

copertinaMartedì 22 settembre, alle ore 19:15, alla libreria AsSaggi di via degli Etruschi, si parla del saggio “Recovery. Nuovi paradigmi per la salute mentale”, a cura di Antonio Maone e Barbara D’Avanzo. Interverranno: Cristiano Castelfranchi, Roberto Mezzina, Elisabetta Rossi, Sandro Spinsanti. Il volume raccoglie e integra contributi di alcuni fra i più noti protagonisti del movimento internazionale per la recovery (la riabilitazione psichiatrica) e offre al lettore italiano una panoramica sintetica ma esaustiva dei suoi vari aspetti. L’attenzione è centrata sulla restituzione al paziente dell’esercizio della scelta e dell’autodeterminazione. Il risvegliarsi della speranza, un rinnovato senso di sé e del proprio destino rappresentano i temi centrali del paradigma della recovery e costituiscono il fondamento di una nuova assunzione di responsabilità rispetto a se stessi, alla malattia, alla società.