QUEL PASTICCIACCIO BRUTTO DELL’AUDITORIUM

Parafrasando Gadda si potrebbe intitolare ‘Quel pasticciaccio brutto dell’Auditorium’ l’ultima fatica del sindaco Marino. Costretto a licenziare, ancor prima di averlo “assunto” — e sempre che il capo di gabinetto Luigi Fucito non riesca a trovare un cavillo cui appigliarsi — mezzo gotha del bel mondo romano. Dall’ex vicepresidente di Confindustria Aurelio Regina ad Azzurra Caltagirone, passando per Gianni Letta, Lavinia Biagiotti, Luigi Abete e Sabina Florio: reclutati nel pieno dell’estate in uno dei board più prestigiosi della capitale: la Fondazione Musica per Roma. È successo però che dopo la designazione dei 16 nuovi consiglieri di amministrazione avvenuta ai primi AUDITORIUMd’agosto da parte dei tre soci fondatori (Campidoglio, Regione Lazio e Camera di Commercio), il sindaco ha omesso — dimenticato? — di firmare l’ordinanza di nomina che avrebbe permesso l’insediamento del nuovo organo di governo dell’Auditorium, essendo il vecchio ormai scaduto a maggio, con l’approvazione del bilancio consuntivo 2014. Marino è invece partito per le sue vacanze americane, ignorando che nel frattempo un emendamento inserito nel decreto legislativo 78 del 2015, convertito in legge il 6 agosto, cancellava la deroga per le fondazioni culturali e estendeva il tetto di cinque consiglieri a tutti i board (tranne quelli che tutelano siti Unesco). Musica per Roma compresa. Che ora dovrà falcidiare la lista dei suoi rappresentanti. Continue reading

LA LUSSUREGGIANTE FORESTA AMAZZONICA DI VIALE TIZIANO

VIALE TIZIANOA viale Tiziano la manutenzione delle siepi lungo i binari del tram deve risalire all’inaugurazione della linea che collega piazza Mancini a piazzale Flaminio. Tra un po’ ai viaggiatori sembrerà quasi di passare all’interno di una lussureggiante foresta amazzonica che, grazie al servizio giardini e ai nostri amministratori, si trova più o meno al centro di Roma… Foto: Massimo Tallarigo

SABATO “FESTA DI FINE ESTATE” AL VILLAGGIO OLIMPICO

LOCANDINA FESTA FINE ESTATEL’associazione “ i Bambini per il Flaminio” invita tutti alla grande Festa di fine estate che si svolgerà sabato 12 settembre, alle 10.30, presso la cavea di piazza Mancini con il patrocinio dell’assessorato alle Politiche Educative e per la Famiglia del Municipio. In caso di pioggia l’evento sarà rimandato. Per informazioni: e-mail : ibambiniperilflaminio@gmail.com – cell. 348 4605993 – 339 4593201.

MUNICIPIO/1. DAL 16 SETTEMBRE IN FUNZIONE L’ELIMINA CODE

_tupassi_d2Da mercoledì  16 settembre, presso la sede del Municipio Roma II, in via Dire Daua 11, sarà attivo TuPassi®, un innovativo sistema di prenotazione su appuntamento per il Servizio Anagrafico. Con successiva comunicazione verrà dato l’avviso di tale servizio anche presso le sedi di piazza Grecia e via Goito. Chi deve recarsi presso gli sportelli del Municipio per richieste relative ai servizi di Anagrafe, come certificati o carta di identità, potrà prenotare il proprio appuntamento con l’operatore di sportello anche da casa, scegliendo il giorno e l’ora in cui presentarsi, senza più code in sala di attesa. La prenotazione sostituisce il numero elimina code e può essere effettuata: Continue reading

MAFIA CAPITALE, SOLDI IN NERO ANCHE AL BIOPARCO

Bioparco_abbonamenti_d0«Bipop», «Colt», «Car» e perfino un «Bat». Il cifrario della contabilità occulta di Salvatore Buzzi (la procura ha respinto la sua nuova richiesta di patteggiamento) è ora in buona parte svelato. A ricostruirlo è la sua collaboratrice Nadia Cerrito, dipendente della «29 giugno» e vice presidente sulla carta di «Formula Sociale» con la quale Buzzi partecipa all’appalto più remunerativo, quello per il centro di prenotazione unico della Sanità regionale, per il quale rischia il processo l’ex braccio destro di Nicola Zingaretti, Maurizio Venafro. La Cerrito, detenuta con l’accusa di associazione mafiosa e concorso in corruzione, ritenuta attendibile dai pm Giuseppe Cascini, Paolo Ielo e Luca Tescaroli, decifra clienti e fornitori delle coop (quest’ultimi, producendo fatture per prestazioni fasulle, contribuivano alla creazione di quei fondi neri distribuiti da Buzzi a politici e funzionari amministrativi). Continue reading