POLICLINICO UMBERTO I: DEGENTE BULGARO RUBA E VENDE REFURTIVA

policlinicoLo avevano operato da poche ore e si era appena svegliato dall’anestesia. Nonostante questo un bulgaro di 31 anni non si è fatto problemi a rubare telefonini e tablet degli altri pazienti ricoverati come lui nel reparto di chirurgia del Policlinico Umberto I. I furti sono riusciti ma poi il trentenne, fuggito dall’ospedale, è stato scoperto dai carabinieri e bloccato. Il bulgaro aveva infatti venduto gli oggetti rubati in ospedale a un egiziano e un marocchino, di 32 e 28 anni, incontrati in un bar di via La Marmora, ma non si era ancora allontanato dal locale quando sono intervenuti i carabinieri. Gli altri due sono stati arrestati per ricettazione, il bulgaro di furto aggravato.

FLAMENCO!: DA DOMANI ALL’AUDITORIUM

File 07-09-15 15 11 09La sesta edizione di Flamenco! apre domani, martedì 8 settembre, con una anteprima di eccezione: Israel Galvan presenta il suo nuovo “Solo” in prima italiana. Il grande bailaor si esibirà negli spazi insoliti del foyer Sinopoli. La scelta di questo particolare ambiente consentirà all’artista di “guardare negli occhi gli spettatori” e da questo trarrà ispirazione durante la sua esibizione che avrà una durata di 50 minuti. Israel ha dichiarato, con una certa ironia, che nessuno si deve sentire obbligato a rimanere per tutta la durata dello spettacolo che viene eseguito sulla sua ispirazione del momento nel completo silenzio.

Per altre informazioni sulla manifestazione leggere qui.

SPAZZATURA, ECCO LO SPETTACOLO “MOZZAFIATO” DAL PINCIO

PINCIOI tetti di Roma, i palazzi e i monumenti, le cupole. E un mare di sporcizia. La vista dalla terrazza del Pincio lascia senza parole ma a fare più effetto non sono gli scorci della città eterna. Il colle di Villa Borghese a ridosso del centro offre uno spettacolo a dir poco alternativo. Basta abbassare lo sguardo, infatti, e lo scenario è leggermente diverso: rifiuti, immondizia, bivacchi, proprio alle spalle di piazza del Popolo. Un panorama davvero “mozzafiato”, che non sfugge agli occhi dei romani, ormai abituati agli innumerevoli angoli di degrado della città, ma soprattutto a quelli dei turisti. Passeggiando lungo la terrazza del parco ecco la distesa di immondizia: bottiglie di vetro, cartacce, scarti alimentari lasciati macerare al sole. Continue reading

IN ARRIVO NORME PER LA TUTELA DEL DECORO URBANO

mozziconi-sigarette Sarebbe alle viste un provvedimento con il quale andranno sanzionati coloro che buttano le cicche di sigaretta in terra. Prima di addentrarci sull’argomento, ci permettiamo di rilevare che non trovando in giro vigili che sanzionino cose ben più gravi, ci sembra difficile che i pizzardoni possano dare la caccia ai fumatori incivili. A Parigi la sanzione è di 35 euro, a Rotterdam arriva a 100 euro. Nella bozza di regolamento della Polizia urbana di Roma allo studio della giunta è stata inserita, all’articolo 4, una norma che potrebbe diventare un forte deterrente per chi sporca la città con i mozziconi. «Nei luoghi pubblici o aperti al pubblico – si legge nel testo – a salvaguardia della sicurezza e del decoro della città, non è consentito gettare mozziconi o, comunque, avanzi di tabacco». La sanzione dovrebbe aggirarsi intorno ai 150 euro, anche se la cifra potrà essere ritoccata, verso l’alto o verso il basso, quando il provvedimento verrà messo ai voti in giunta. Insieme alla stretta anti-mozziconi, il nuovo regolamento dovrebbe produrre, nelle intenzioni del Campidoglio, un giro di vite a tutto campo sul decoro, con l’introduzione, anche in vista del Giubileo, del divieto di accattonaggio molesto, di bivaccare in luoghi pubblici, di sedersi sui monumenti, di lavare i vetri delle macchine ai semafori. Continue reading

JAMMIN’ 2015, MUSICA ELETTRONICA E ROCK ALL’AUDITORIUM

La musica nella sua dimensione più naturale, senza filtri e limitazioni, come insegnano le radici del jazz. Questo lo spirito che anima l’edizione 2015 di Jammin’ in programma dall’8 al 12 settembre all’Auditorium Parco della Musica, a cura del Saint Louis College of Music di Roma e in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma. Protagonisti giovani artisti custodi di una visione della musica moderna alimentata dalla libertà di creare ed agire, poi concerti di “Italian Jazz on the Road”, un’idea nata al Saint Louis con il contributo del MiBact, che porterà 40 giovani musicisti italiani in tour europeo, da AUDITORIUMRoma a Helsinki, Londra, Barcellona, Berlino. Quindi, ancora, spazio alla musica elettronica intrecciata a rock, melodie e ritmi, voci “collettive” e campi magnetici. Inaugura la rassegna martedì 8 settembre alle 21 la Saint Louis Combo con GeGé Telesforo, esponente di punta dello scat-singing italiano. Ad accompagnarlo sul palco il Saint Louis Jazz Combo diretto da Antonio Solimene; in apertura Three For Play con Vittorio Solimene (piano), Dario Piccioni (contrabbasso) e Alessio Baldelli (batteria). Mercoledì 9 Italian Jazz on the Road con l’A-Trio ospiti Javier Girotto & Rosario Giuliani; l’A-Trio, con Gianluca Massetti (piano), Dario Giacovelli (basso) e Moreno Maugliani (batteria), è nato nel 2012 tra le aule della scuola jazz con la passione per la ricerca e uno sguardo rivolto ai generi musicali contemporanei. Continue reading

AL PARIOLINO NON FAR SAPERE CHE UNA VOLTA CI STAVANO LE PERE

monte_parioliParrebbe che il nome Parioli derivi dalla denominazione data ad un gruppo di colline tufacee prima dell’urbanizzazione dell’area, avvenuta agli inizi del Novecento. Alcuni affermano che il nome derivi da peraioli, per le coltivazioni di peri che vi si trovavano. La collina, infatti, prima di essere abitata aveva grandi estensioni di frutteti. Questa ed altre curiosità si trovano nel libro di Claudio Colaiacomo, “Il giro di Roma in 501 luoghi”, di cui è appena uscita la seconda edizione. Racconta ancora Colaiacomo che il Monte Parioli era anche conosciuto come “Cocomero” per la sua forma tondeggiante, perduta in seguito con l’urbanizzazione.

DUECENTO GIOVANI SCHERMITORI IERI AL BIOPARCO DI ROMA

bioparco 2Al Bioparco di Roma oltre 200 schermitori della Federazione italiana scherma hanno dato vita ad uno spettacolare flash mob (#Fencingmob2015) svoltosi in contemporanea mondiale. L’iniziativa nasce con l’obiettivo di promuovere i valori della scherma. Accolti dal presidente della Fondazione Bioparco, Federico Coccìa, gli schermitori, bioparcoappartenenti al Comitato regionale Lazio di Federscherma, si sono dati appuntamento dinanzi al portale monumentale del Giardino zoologico per una foto di gruppo e poi gli atleti sono stati immortalati in foto e video dinanzi alle aree degli animali: elefanti, giraffe, tigri di Sumatra, lemuri, cammelli, macachi, scimpanzé, leoni…