PARIOLI: OPERATORE CROCE ROSSA RUBA SOLDI A UNA DEFUNTA

Un operatore della Croce rossa è stato arrestato per furto mentre stava effettuando un intervento con l’ambulanza ai Parioli, in via Barnaba Tortolini, per il decesso di un’anziana di 80 anni. L’uomo, un 33enne incensurato, sposato e con un figlio, una volta nell’appartamento ha aperto un cassetto del comodino vicino al letto dell’anziana, dove ha trovato banconote per oltre 2.000 euro che ha infilato nella tasca del camice. Il via tortolinigesto è stato però notato da una agente di una pattuglia del commissariato di Polizia Villa Glori a sua volta giunta nell’appartamento dell’anziana, che gli ha intimato di tirare fuori quanto aveva infilato in tasca. Vistosi scoperto, l’operatore è corso fuori dalla casa, raggiungendo l’ambulanza dove ha tentato disperatamente di nascondere i soldi. Ma anche questa volta gli agenti sono riusciti a vederlo e dopo aver recuperato il denaro l’hanno ammanettato. La Croce rossa ha deciso di sospendere “dal lavoro con effetto immediato l’intero equipaggio dell’ambulanza”. Continue reading

IL BLITZ DELLA POLIZIA A VIA MUSA

via musaAlla fine è stato sgomberato lo studentato occupato «Degage!», al civico 10 di via Antonio Musa, nella zona di Villa Torlonia. Lo stabile era abitato da universitari e lavoratori precari dal 6 aprile 2013. Quel giorno di due anni fa gli attivisti dei Blocchi precari metropolitani avevano dato l’assalto a diversi immobili sfitti. Stranieri, studenti, disoccupati: un «esercito» composto da circa 700 persone aveva occupato 13 palazzi disabitati srotolando striscioni di protesta. Fra questi anche lo stabile di via Musa, con l’ intenzione di creare alloggi per gli universitari. Il progetto era stato chiamato «Degage!», come il grido («Vattene!») dei tunisini che cacciarono Ben Ali all’inizio della primavera araba. Al termine dello sgombero circa venti studenti sono stati denunciati sgombero_studentato_via_musaper occupazione abusiva dalla polizia. Due di loro, un brasiliano e un marocchino, non in regola con i documenti, rischiano l’espulsione. Un ragazzo, affetto da gravi disturbi di emicrania, si è sentito male durante il blitz ed è stato ricoverato al Policlinico. Via Galeno è stata chiusa al traffico. «Abbiamo fatto le procedure di identificazione e ora stiamo aspettando gli altri», ha raccontato Alessia, studentessa fuori sede che viveva dentro l’edificio di via Musa dal 2013. Continue reading

VERANO/2. DEGRADO E SPORCIZIA NEL CIMITERO MONUMENTALE

imageSituazione fuori controllo al cimitero del Verano. Qui riposano grandi artisti e personalità del passato, come i fratelli De Filippo, Aldo Fabrizi, Gabriella Ferri, Trilussa il patriota Goffredo Mameli o il presidente della Repubblica Giuseppe Saragat. Ma i visitatori da qualche mese trovano brutte sorprese al loro arrivo a San Lorenzo. Innanzitutto la sporcizia. Gli aghi di pino ormai invadono qualsiasi tipo di strada o passaggio permetta di raggiungere i settori d’interesse e, insieme alle pigne e alle altre foglie che cadono dagli alberi mettono in difficoltà soprattutto le persone anziane. Ai bordi delle strade principale, i cassonetti sono pieni di immondizia, mentre anche all’ingresso degli edifici che contengono i loculi la sporcizia è palpabile. Continue reading