DECORO URBANO: INCURIA E DEGRADO A PIAZZA ARMELLINI

piazza armelliniIl palazzo della Cna, volumi moderni e anima in acciaio e cristallo, si specchia nell’abbandono. Una catena di buche, rattoppi e sampietrini divelti conduce all’ingresso dell’imponente sede del comando generale della guardia di Finanza. Siamo in piazza Armellini, scrigno incastonato tra viale XXI aprile e via Rodolfo Lanciani. Ed è un peccato che, girata la chiave, un cofanetto tanto esclusivo riservi incuria e degrado in abbondanza. Ancora: voragini e la sensazione di aver appena terminato un giro a bordo di vorticose montagne russe. “Il manto stradale è un disastro – spiega Raffaele Della Torre, in sosta al benzinaio che staziona in uno degli angoli della piazzetta – da voltastomaco. I rattoppi cedono al primo acquazzone”. Il giardino in estate somiglia a una giungla: “E in inverno è spettrale – aggiunge Andrea Spinelli, studente che abita a due traverse di distanza – poca illuminazione, gli alberi sono abbandonati a loro stessi. Insomma, inguardabile”. O meglio, alla disperata ricerca del restyling promesso sin dall’era Alemanno e addirittura approvato durante il quinquennio precedente dall’ex Municipio III, di centro-sinistra.

DUE SERATISSIME CON MAURIZIO BATTISTA A VILLA ADA

maurizio-battista

Un Ferragosto di risate per chi rimane in Città. A Villa Ada, sul palco di I love Comico, arriva Maurizio Battista uno degli artisti più amati dal grande pubblico.
“Ero felice e non lo sapevo” – il titolo dello spettacolo portato in scena in due date: il comico sarà infatti il padrone indiscusso di Villa Ada nelle serate del 14 e 15 agosto.
“E’ un’analisi della felicità, non dico come ci si può arrivare ma almeno come la si può assaporare in piccole dosi” – aveva detto prima di portare il suo show in giro per i teatri italiani. Risate dunque assicurate, questa volta nello scenario spettacolare di Villa Ada. Inizio spettacolo alle 21.30.

MUNICIPIO, IN FERIE L’UFFICIO “OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO”

_chiusura_uffici_d3L’ufficio Occupazione suolo pubblico (Osp) osserverà il seguente periodo di chiusura: Ufficio Osp Edilizia di via Tripoli, 136 chiuso al pubblico dal 10 al 31 agosto; Ufficio Amministrativo Osp Edilizia di via Goito, 35 chiuso al pubblico dal 17 al 21 agosto. Le domande dovranno essere consegnate presso l’ ufficio del Protocollo specificando sul modello l’indirizzo e-mail ed il numero telefonico.

ARRIVA L’OK PER LE BICI SU BUS E TRAM: QUALI E QUANDO

bici+busIn bici sul bus, sul tram, sulla metropolitana e sui trenini della Capitale. È già possibile. Lo sostiene il sindaco Ignazio Marino in un post sulla sua pagina Facebook, «una decisione dell’amministrazione che farà piacere ai tanti amici della bicicletta della nostra città». Nel mese di agosto, ma anche durante l’anno sui mezzi pubblici di Roma si potrà portare la bicicletta. Ma solo su certe linee, in realtà, e in certi orari. Sono 11 linee di autobus, dice Marino, 6 di tram e tutte le metropolitane di Roma e le linea della Roma-Lido. «È già possibile, come gli amici ciclisti sanno – spiega il sindaco -, portarla sempre se si tratta di una bici pieghevole; adesso si potrà portare, in orari e giorni specifici, la propria bici e si potrà fare l’ultimo tratto di strada in bicicletta oppure evitare di aspettare il bus notturno e salire in bicicletta, pedalare e tornare a casa». Continue reading

PIAZZA ISTRIA: UNA ROTONDA SUL MARE… DI STERPAGLIE

PIAZZA ISTRIApiazza istria primaNon sono passati tanti mesi dall’inaugurazione della rotatoria di piazza Istria e dal rifacimento della grande aiuola che la caratterizza. Eppure, a giudicare dalla foto pubblicata ieri dal Corriere della Sera, sembra passato un secolo: le piante sono completamente secche e danno un senso di squallore al tutto. La foto in basso mostra invece come era qualche tempo fa la stessa aiuola. Tanto valeva forse cementificare (diciamo per dire)! Attendiamo con fiducia un intervento di bonifica. Come si vede, inaugurare è facile, fare manutenzione molto meno, egregio Municipio…

BIOPARCO: FERRAGOSTO, PER GLI ANIMALI FESTA DEL COCOMERO

BIOPARCOIl giorno di Ferragosto festa del cocomero per gli animali del Bioparco. Per l’occasione, lo staff zoologico distribuirà, nel corso dei pasti di alcuni animali (macachi del Giappone, lemuri catta, orsi, scimpanzé e ippopotami anfibi) decine di cocomeri, interi o a fette, freschi o congelati. Alle ore 11.00 i cocomeri saranno distribuiti al gruppo di 86 macachi del Giappone, insieme ad altra frutta di stagione BIOPARCO 1come susine, banane, meloni, nella piscina dotata di tronchi che fungono da trampolini da cui queste scimmie fanno tuffi spericolati. Alle 11.30 sarà la volta dei lemuri catta, dalla inconfondibile coda ad anelli bianchi e neri, mentre alle 12.30 i tre fratelli orsi – quest’anno maggiorenni – Sandro, Nino e Luca pranzeranno nuotando nella loro piscina dove verranno lanciati cocomeri congelati, BIOPARCO 2insieme a trote e ghiaccioloni a base di frutta. Alle 14.00 sarà organizzato il pasto dei quattro scimpanzé: Bingo, Susy, Edy e Pippi per i quali i guardiani preparano canne di bambù ripiene di yogurt e frutta e ghiaccioli a base di cocomeri. Infine, alle 14.30 pasto a base di grandi cocomeri per Pipa e Mimì, i due ippopotami anfibi, che gusteranno insieme ad altra BIOPARCO 3frutta, erba medica e fieno. Sempre il giorno di Ferragosto, inoltre, doppio appuntamento per l’attività ‘Dai da mangiare all’elefante!’, un incontro molto speciale in cui i bambini potranno dare da mangiare a Sofia, l’elefante asiatico del Bioparco, e ascoltare storie e curiosità raccontate dai guardiani. Due gli appuntamenti, alle ore 12.00 e alle 15.00; prenotazione obbligatoria da effettuarsi il giorno stesso della visita all’ingresso del parco. L’attività è riservata ai bambini; max 50 bambini per turno.

QUELLA BUCA DI VIA RIETI

via rietivia rieti particolareQualcuno potrebbe pensare che i soliti ignoti hanno cominciato a fare un buco sulla strada per penetrare in banca. Così non è, anche se non sappiamo la causa della voragine. Ma conosciamo sicuramente l’effetto. Che è quello della solita, inveterata, mania di riempire tutto, tranne i cassonetti preposti. In questo caso, la buca in via Rieti è stata quasi colmata, addirittura con un cerchione di auto. Almeno saremo sicuri che il malcapitato che dovesse mettere un piede, nottetempo, nella voragine non rischierà più di tanto: ancora qualche oggetto e la superficie del suolo tornerà quasi all’origine… Foto: Lucia Pinna