PUNTO EINAUDI DI VIA BISAGNO: SI PARLA DELLE REGOLE PER L’EDILIZIA

Presso il Punto Einaudi Incontri in via Bisagno 3, martedì 28 aprile alle ore 18.30 incontro dal titolo “Edilizia, territorio e sviluppo sostenibile, una questione culturale”, promosso da Punto Einaudi insieme a Civiltà di Cantiere. Prendendo spunto dal saggio “Sostenibilità e innovazione: nuova edilizia e riqualificazione”, edito da Formedil, l’incontro sarà una occasione, per approfondire e riflettere su un tema di grande attualità: opere pubbliche e settore delle costruzioni una risorsa preziosa per il Paese nel segno della qualità e legalità. Coordinato da Franco Mazzetto (architetto-urbanista), parteciperanno alla serata gli autori del saggio, Alfredo Martini (direttore di CiviltàdiCantiere) e Giovanni Carapella (direttore di Formedil).

LIBRERIA L’ARGONAUTA, TRE INTERESSANTI INIZIATIVE

Tre iniziative in questo scorcio di settimana alla libreria L’argonauta di via Reggio Emilia. Oggi, alle ore 19, in occasione dell’iniziativa #ioleggoperché, il nuovo prodigio della letteratura italiana Claudio Volpe, in anteprima assoluta nazionale, vi aspetta con il suo ultimo libro: “Ricordami di essere felice” (Edizioni Anordest). Modera Cecilia Gabrielli, presidente de Il Circolo della Lettura Barbara Cosentino. Giovedì 23, alle ore 18, Emilio Borelli, presenta “Piste Incrociate” (Polaris Editore). Un viaggio tra Marocco Algeria e Tunisia. Nel raccontarsi sarà accompagnato dalla scrittrice Ilaria Guidantoni, autrice di “Marsiglia – Algeri, viaggio al chiaro di luna” (Albeggi Edizioni). Infine, venerdì 24 alle ore 18, Nicola Lofoco, presenta “Il caso Moro. Misteri e segreti svelati” (Gelsorosso Casa Editrice), modera Francesco Neri, giornalista e scrittore de “L’ultimo bunker. La vera storia della cattura di Michele Zagaria, il più potente e feroce boss dei Casalesi” (Garzanti).

MAXXI, PROIEZIONE DEL FILM “THE LACK” DI MASBEDO

The Lack è il primo lungometraggio del duo di artisti italiani Masbedo, al secolo Nicolò Massazza e Jacopo Bedogni, prodotto da In Between Art Film di Beatrice Bulgari (autrice anche del soggetto e della sceneggiatura insieme a Mitra Divshali) in associazione con VivoFilm di Marta Donzelli e Gregorio Paonessa. Il film – presentato in anteprima alle Giornate degli Autori della 71° Mostra Cinematografica-La Biennale di Venezia – sarà proiettato venerdì 24 aprile 2015, alle ore 18 al Maxxi (Auditorium, ingresso libero fino a esaurimento posti). Interverranno con gli autori, Giovanna Melandri, presidente Fondazione Maxxi; Beatrice Bulgari, produttore del film; Mario Sesti, giornalista e critico cinematografico. The Lack propone quattro variazioni sul tema della “mancanza” e ha come protagonisti sei personaggi femminili interpretati da Lea Mornar (Eve), Xin Wang (Xiu), Giorgia Sinicorni (Anja), Ginevra Bulgari (Nour), Emanuela Villagrossi (Greta), Cinzia Brugnola (Sarah). Ognuna di queste donne è immersa in una propria natura silenziosa e primitiva, senza comparse né altri personaggi che accompagnano la loro solitudine.

25 APRILE, TUTTI ALLA CICLOPEDALATA DELLA LIBERAZIONE

L’associazione Biciebike.Sherwood – in collaborazione con Cicli Lazzaretti, Primavera Ciclistica, Legambiente Garbatella, Circolando, Saliscendi, Circolo Bnl, Gruppo TuttinBici Prima Porta Labaro, Sezione Ciclistica Università degli studi di Roma Tor Vergata, Sherwood Iniziative – propone per sabato 25 aprile una pedalata nel centro di Roma. La pedalata non presenta difficoltà eccessive, e si snoderà dal centro storico per proseguire fino a Villa Fiorelli e Villa Lazzaroni, aree verdi che si trovano nella zona sud della città. Sono previste alcune soste in cui un esperto di storia illustrerà i luoghi attraversati. Il primo appuntamento è alle 9:30 a Ponte Milvio, il secondo appuntamento è alle 10:10 a piazzale Flaminio, il terzo appuntamento alle 10:45 a San Giovanni sotto la statua di San Francesco. La pedalata terminerà a Caracalla dove si svolgerà il Gran Premio di Liberazione.

IL CONDUCENTE RISPONDE SUL ‘GIALLO’ DEL TRAM DI VIALE LIEGI

Il 10 aprile scorso era stato fotografato su viale Liegi con due donne in cabina durante il servizio. Ora l’autista del tram Atac si difende: quelle donne che si scorgono nello scatto sfuocato, spiega il suo legale Viviana D’Amico, altro non sono che «la moglie e la figlia minorenne». Spiega l’avvocato che le donne erano state fatte entrare nella cabina comandi per ragioni di sicurezza, «poiché nel vano passeggeri erano state infastidite dagli atteggiamenti molesti di alcuni individui, in stato visibilmente alterato, saliti alla fermata di viale Liegi e scesi a viale Rossini». L’autista, continua il legale, le ha fatte entrare solo per quel breve tratto «non creando alcun disagio al servizio pubblico».

DOMENICA PROSSIMA “BIOCACCIA AL TESORO” AL BIOPARCO DI ROMA

Il Bioparco organizza una BioCaccia al tesoro: un divertente gioco di squadra per grandi e piccini, per scoprire caratteristiche e curiosità degli animali del Bioparco. I componenti delle squadre, in compagnia dei clown del Bioparco, si cimenteranno in quiz, indovinelli, prove di abilità per trovare indizi, raggiungere il traguardo e guadagnare il tesoro finale. La BioCaccia al tesoro è adatta dai 6 ai 99 anni, ma anche i più piccoli saranno benvenuti! L’attività, compresa nel costo del biglietto, si svolge dalle ore 11.00 alle 16.30 ed è su prenotazione, da effettuarsi il giorno stesso dell’iniziativa. Continue reading

E ALL’AUDITORIUM MUSICHE DI CHOPIN: AL PIANO, RAFAL BLECHACZ

Ormai siamo abituati alla presenza di Rafal Blechacz nelle stagioni di Santa Cecilia all’Auditorium. Il pianista polacco, rivelatosi allo Chopin di Varsavia nel 2005, è ormai una delle presenze più applaudite nelle sale di tutto il mondo. Blechacz dice che per lui la cosa più importante nella vita, come nel suonare, è l’essere “naturale”. Forse per questo le sue esecuzioni sono sempre segnate da una sobrietà e un gusto squisito nel tocco e nelle sonorità, da una nobiltà di tono che impreziosisce il senso della composizione. Blechacz si pone come servitore della musica provandosi con rispetto ad esplorarne i segreti. Non poteva mancare quindi Chopin nel recital odierno, alle ore 20:30, con un florilegio di composizioni che comprende Valzer, Notturni, una Polacca e 3 Mazurke. La “naturalezza” del pianismo di Blechacz si misurerà anche con il Concerto Italiano di Bach e nella Sonata op.13 “Patetica” di Beethoven.