RENZI ALL’HOTEL PARCO DEI PRINCIPI PER PARLARE DI TALK SHOW

«Come è possibile che democrazie consolidate, che prendiamo ad esempio, come quella inglese, francese o tedesca, abbiano solo un quarto dei talk show politici televisivi che abbiamo noi?” chiede Maarten van Aalderen, corrispondente del quotidiano olandese De Telegraaf e fino a pochi giorni fa presidente della Stampa Estera in Italia. “Una risposta c’è, ed è che sono i programmi che hanno il minor costo orario”, azzarda Giuseppe Feyles, coordinatore dell’intrattenimento Mediaset e già direttore di Rete 4. Sono due anticipazioni delle voci del dibattito organizzato dal Rotary Club di Roma all’Hotel Parco dei Principi oggi alle ore 19 in collaborazione con Rai Senior. Continue reading

CINQUANTA FIACCOLE CONTRO IL DEGRADO DELLO STADIO FLAMINIO

Una fiaccolata per il Flaminio. Erano in cinquanta, ma idealmente molti di più, a tenere in mano una torcia di fronte a quel monumento diventato mausoleo dello sport romano. Per denunciare il degrado in cui lo stadio Flaminio versa da anni sotto lo sguardo distratto delle istituzioni, sportive e non. Tribune fatiscenti, spalti inaccessibili, crateri d’umidità negli spogliatoi e nell’infermeria, solo alcuni degli elementi che hanno cancellato l’impianto di viale Tiziano, gioiello d’architettura nel centro di Roma firmato da Antonio Nervi per le Olimpiadi del ’60, dalla geografia dello sport capitolino. I disoccupati del Comitato per il Lavoro Minimo Garantito e l’associazione Radici combattono da mesi una battaglia per restituire dignità all’opera, con l’idea di farne un vettore per produrre nuova occupazione, soprattutto giovanile. Cantanti e gruppi musicali, su tutti i Subsonica, sono già scesi in campo a novembre, in un concerto davanti ai cancelli dello stadio, simulacro dei tempi che furono, quando – era il 2002 – al Flaminio si esibì il mito dei Pink Floyd Roger Waters o, 9 anni prima, Vasco Rossi. Fino a pochi mesi fa invece l’area intorno lo stadio sembrava una discarica a cielo aperto: spazzatura, stracci, carcasse di vecchi scooter. “A settembre abbiamo ripulito l’area dal degrado – ricorda Andrea Mosetti, del Comitato Disoccupati per il Lavoro minimo Garantito – oggi tante associazioni, anche di disabili, sono pronte a impegnarsi con noi. Lo stadio potrebbe essere un’importante occasione per sviluppare lavoro in città, dove un patrimonio enorme di spazi abbandonati potrebbero essere utili per affrontare il problema della disoccupazione”. Continue reading

VIA NIZZA: TANTE MOSTRE PER IL RILANCIO DEL MACRO

Dalla pittura gestuale di Toti Scialoja come ponte tra New York e Roma, e tra dipinti, poesie, e scenografie, all’omaggio a Gillo Dorfles, 105 anni, critico e padre del Mac italiano, ma con studi giovanili di medicina nella capitale, passando per l’astrazione proiettata all’estero di Carla Accardi, siciliana, anima di Forma 1 nel Tridente capitolino. Tre maestri del Novecento per un programma, quello del Macro, presentato ieri, che parte da venerdì con la mostra su Scialoja e arriva fino al giugno del 2016 quando in via Nizza arriveranno gli anni Sessanta, “Tra Pop e dintorni”. Radicamento nella storia e nel territorio, quindi, “con un’attenzione particolare all’opera nelle periferie degli street artist” nostrani, sottolineata dall’assessore alla Cultura Giovanna Marinelli. Ma in una “prospettiva internazionale”, rimarcata dalla neo direttrice Federica Pirani. Quindi il Macro, nelle due sedi di via Nizza e di Testaccio, come “museo della città, del nostro tempo, del mondo”. Limitate nel numero, ma non nella qualità, le presenze internazionali: con il “poverista” greco Nakis Panayotidis, presentato in collaborazione con il Kunst Museum di Berna (dal prossimo 16 aprile). Continue reading

“SOUNDS OF EXILE”, CONCERTO AL FORUM AUSTRIACO DI CULTURA

Il 31 marzo, ore 20, nella sede del Forum Austriaco di viale Bruno Buozzi, “Sounds of exile”, concerto di Sigrid Hagn e Taner Türker. Ingresso libero fino a esaurimento posti. “Il periodo segnato da disordini politici e ideologie disumane ha costretto troppi compositori all’esilio. Fra loro anche gli austriaci Vally e Karl Weigl, Alexander Zemlinsky, Eric Zeisl, Ernst Krenek, Erich Wolfgang Korngold, Arnold Schönberg, Oscar Straus e Fritz Kreisler. A unire questi autori però non tanto la costrizione all’esilio, quanto il genio musicale che ha permesso loro di trovare, ormai in esilio, una nuova patria nella musica”. Così Sigrid Hagn e Taner Türker introducono il concerto del 31 marzo al Forum Austriaco di Cultura. Continue reading

DOMENICA TUTTI IN BICI A VILLA GLORI E VILLA BALESTRA

Domenica 29 marzo Biciebike & Sherwood, in collaborazione col Gruppo Bicie Pagaia, nell’ambito della diffusione della bicicletta nella Capitale intesa come mobilità, turismo e sport per tutti, organizzano una piacevole passeggiata alla scoperta di Villa Glori e Villa Balestra. La passeggiata, che non presenta difficoltà eccessive, si snoderà su circa 20 chilometri in un ambiente naturale e suggestivo pedalando su ciclabili e tratti nel verde. L’appuntamento, per chi vuole partecipare, è alle 9.30 a piazzale Flaminio lato Villa Borghese.

PARTE DALLA GRANDE MOSCHEA IL TREKKING INTERRELIGIOSO

Il mondo si divide all’insegna delle diverse religioni? Si alzano muri tra fedi e culture, come un millenio fa? Roma risponde a suo modo. E lo fa con una passeggiata ecumenica, anzi di più: undici chilometri di dialogo tra le fedi. E’ “Camminare insieme per credere”, il percorso del primo trekking urbano interreligioso che si terrà domenica 29 marzo nella Capitale: dalla Basilica di San Pietro alla Sinagoga, da Palazzo Giustiniani alla Grande Moschea, per finire al Cimitero Acattolico. Un appuntamento promosso dal progetto “Pontieri del Dialogo” all’interno della federazione di trekking Federtrek e patrocinata dall’assessorato alla Scuola con delega al dialogo interreligioso di Roma Capitale e dall’Intergruppo Parlamentare sull’Immigrazione e la Cittadinanza. L’obiettivo – spiegano gli organizzatori – è quello di “contribuire ad aumentare la conoscenza di luoghi significativi di Roma, favorendo il dialogo interreligioso e multiculturale attraverso uno dei mezzi più semplici e comuni: il camminare”. Continue reading

DAL 21 APRILE METRO B1 PIÙ LUNGA DI UN CHILOMETRO E MEZZO

Martedì 21 aprile, giorno del Natale di Roma, aprirà al pubblico la stazione Jonio, nuova fermata della linea metropolitana B1, come ha annunciato l’Agenzia per la Mobilità di Roma. La linea metropolitana blu della Capitale si allunga di un chilometro e mezzo. E il capolinea della diramazione B1, inaugurata nel giugno del 2012, si sposta da Conca d’Oro a Jonio. La nuova tratta corre in sotterraneo con una galleria unica a doppio binario a circa 25-30 metri dal piano stradale. I lavori per la realizzazione del tratto Conca d’Oro-Jonio sono iniziati nel novembre 2009. Il costo dell’opera si aggira sui 220 milioni di euro, un investimento al 100% del Campidoglio. La stazione Jonio si va ad aggiungere alle altre tre già esistenti: Annibaliano, Libia e Conca d’Oro. La linea B1, già lunga 3,9 chilometri, arriverà con l’apertura della stazione Jonio a superare i 5 chilometri per servire i residenti del quadrante Nord-Est di Roma, in particolare i quartieri Bologna-Nomentano, Trieste-Africano e Montesacro. Continue reading