SET DI 007, IL SUPERINSEGUIMENTO NOTTURNO SULLA NOMENTANA

Come avevamo scritto stamattina, c’è stata nottata di riprese sulla via Nomentana, trasformata per l’occasione nel set di James Bond. Chiusa la strada e molte altre traverse nei dintorni; la Aston Martin grigia dell’agente 007 e la Jaguar di Mr. Hinx hanno sfrecciato come bolidi nell’ennesima scena a tutta velocità del film “Spectre”. I residenti sono potuti rientrare a casa solo durante gli intervalli tra una scena e l’altra.

PIAZZA BOLOGNA/2. INTERROGATIVI CHE ATTENDONO RISPOSTE

Riprendiamo quello che scrive Emanuele Iannuzzi di Quelli di piazza Bologna, che fa il punto su importanti e irrisolte questioni: “Le quattro grandi incompiute del nostro quartiere. Centro sportivo di via Como, giardino di viale di Villa Massimo, palestra di Campo Artiglio, Centro Ittiogenico della stazione Tiburtina. Spazi pubblici chiusi, sottratti all’uso dei cittadini, relegati all’abbandono ed al degrado. Un’amministrazione inefficiente, lenta, sorda e cieca di fronte alle esigenze della cittadinanza, che lascia passare inutilmente il tempo senza agire e continuando a privare il nostro quartiere di importanti luoghi di aggregazione e socialità. Quali “mafie”, poteri forti o interessi di pochi, controllano tutto ciò? Perché si preferisce mantenere chiusi ad oltranza questi spazi anziché adoperarsi per riaprirli al più presto? Continue reading

VIA SALENTO, VIA PISA, VIA… CRUCIS

Il Piano di risanamento dell’area fra via Salento e via Pisa, per riaprire il prima possibile l’incrocio al traffico veicolare, prevede la suddivisione degli interventi in due fasi esecutive. Lo comunica l’Acea in una nota al Municipio. La prima fase, che terminerà entro il 15 giugno 2015 consentendo la riapertura al traffico veicolare, prevede la realizzazione di una camera profonda e la successiva riparazione del tronco di collettore crollato. La seconda fase, riguardante soltanto una parte di via Salento, prevede interventi che Acea acqua inserirà in un programma dettagliato, una volta definito lo stato del sottosuolo.

GIORNATA D’INFORMAZIONE SULLA PREVENZIONE DEI TRAUMI FACCIALI

Giovedì 12 marzo, dalle 11 alle 13, presso l’Aula Magna del Liceo Giulio Cesare, sito in corso Trieste 48, si terrà una giornata di informazione e prevenzione promossa nell’ambito dell’ Oral&Maxillo-Facial Prevention Project, con il patrocinio dell’assessorato alle Politiche Educative e per la Famiglia del Municipio Roma II. Il prof. Roberto Becelli e il dr. Simone Staffoli (Uod di Chirurgia OroMaxillofaccialec dell’ Ospedale Sant’andrea di Roma) docenti e relatori presenteranno una relazione dedicata alla Prevenzione dei traumi facciali (causati dai traumi stradali), la diagnostica e il riconoscimento delle lesioni precancerose del cavo orale e il mantenimento di una buona igiene orale, nella prospettiva di una educazione civica moderna. Il progetto, che vede nella giornata presso il Giulio Cesare un’iniziativa pilota, sarà esteso presto su tutto il territorio di Roma Capitale.

ANTONELLO VENDITTI, 66 ANNI SOTTO IL SEGNO DEI PESCI

Antonello Venditti, all’anagrafe Antonio Venditti ha compiuto ieri 66 anni, essendo nato a Roma, a via Zara 13,  l’8 marzo 1949. Considerato fra i più popolari e tra i più prolifici cantautori della cosiddetta Scuola Romana, dal 1972, anno del suo debutto discografico, ha condensato nel suo repertorio canzoni d’amore e d’impegno sociale. Con 30 milioni di copie, è uno tra gli artisti italiani con il maggior numero di dischi venduti. Ma non tutti sanno che Venditti ha fatto le elementari a via Novara, mentre tutti sanno che ha frequentato il liceo “Giulio Cesare”, a cui rimarrà profondamente legato, tanto da dedicargli anni dopo una celebre canzone, intitolata proprio con il nome della scuola. Dopo la maturità classica si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza all’Università La Sapienza, laureandosi in legge nel 1973. Continua gli studi prendendo anche la laurea specialistica in Filosofia del diritto. Ha ritirato la laurea solo nel 1999 in una lezione concerto tenutasi nell’Aula Magna della Sapienza per festeggiare il suo 50º compleanno.

VIA NOMENTANA: CI VOLEVA 007 PER ELIMINARE IL TRAFFICO

Effetto James Bond: la via Nomentana da Porta Pia a via Gorizia è libera dalle auto che abitualmente invadono parcheggi e spartitraffico. Nella notte fra domenica e lunedì, nuovo round di riprese del film Spectre, 24° episodio della saga dell’agente 007, e quindi tre giorni di divieto di sosta (fino a stamattina) con rimozione e body guard e addetti della produzione a presidiare il percorso.

PONTE NENNI, CANOA SI RIBALTA CON DUE PERSONE A BORDO

L’altro giorno, intorno a mezzogiorno alla sala operativa della polizia fluviale sono state segnalate due persone cadute nel Tevere all’altezza del Ponte Nenni dopo che la loro canoa, a causa delle correnti, era andata ad impattare contro il pilone, capovolgendosi. L’intervento degli agenti della Squadra nautica è stato immediato sia da terra che nelle acque del fiume. Quando i poliziotti sono arrivati hanno subito individuato le due persone che, a causa delle forti correnti si trovavano in difficoltà. Una di loro, la donna, è stata soccorsa e accompagnata a riva mentre l’uomo, a causa di un problema alla gamba, dovuto all’impatto e all’iniziale stato di ipotermia, non riusciva a restare a galla. A quel punto, una squadra di agenti hanno lanciato delle sacche galleggianti all’uomo, mentre altro personale a bordo della barca, nonostante le forti correnti, è riuscito a soccorrere l’uomo portandolo a bordo. Entrambi, trasportati al circolo canottieri, sono stati soccorsi.

DAL 12 AL 15 MARZO LA VI EDIZIONE DI “LIBRI COME” ALL’AUDITORIUM

Da “Perfidia”, primo capitolo della seconda tetralogia di Los Angeles dell’autore cult americano James Ellroy, a “Numero zero”, dove la Milano di tangentopoli viene raccontata attraverso giornalisti senza scrupoli di un mensile che non andrà mai in stampa, nel nuovo romanzo di Umberto Eco. Questi alcuni dei libri e degli autori protagonisti degli oltre cento appuntamenti della Festa del libro e della lettura “Libri Come”, curata da Marino Sinibaldi, arrivata alla sua sesta edizione all’Auditorium Parco della Musica da giovedì 12 a domenica 15 marzo e che coinvolgerà anche le biblioteche capitoline. Un programma ricco e variegato, con conferenze, presentazioni di nuove uscite, reading, dialoghi, lezioni e laboratori, che ha come filo conduttore il tema della scuola, dopo l’Europa e il lavoro delle scorse edizioni, e che impegnerà tanti big della letteratura italiana e internazionale a raccontare i loro “maestri” o a porsi nel ruolo di “insegnanti”. Continue reading

GNAM: “LA SCULTURA CERAMICA CONTEMPORANEA IN ITALIA”

Dai capolavori di Leoncillo alle sperimentazioni dell’ultima generazione, pensiero e materia si fondono nelle sale della Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea con “La scultura ceramica contemporanea in Italia”. La mostra, nata da un’idea del maestro Nino Caruso, racconta per la prima volta alla Gnam il percorso della scultura ceramica italiana dagli anni ‘50 a oggi. E lo fa, dal 12 marzo, attraverso 180 opere di 63 artisti, di tre generazioni diverse, che hanno scelto la “terra” come principale (e spesso esclusivo) medium espressivo. Dalla prima generazione di scultori ceramisti — quella dei Nino Caruso, Ivo Sassi, Carlo Zauli, Nedda Guidi, Pino Castagna — che con Leoncillo, o intorno alla sua scuola, si formò, dando lustro a un genere prima ingiustamente considerato “minore”, e elevando la ceramica a linguaggio scultoreo autonomo. Continue reading

PARCO DELLA MUSICA, IL RITORNO DI YURI TEMIRKANOV

Dal genio rossiniano all'”Italiana” di Mendelssohn, per il suo ritorno a Roma Yuri Temirkanov strizza l’occhio alla nostra tradizione musicale. D’altra parte il decano dei direttori d’orchestra russi non ha mai nascosto il suo rapporto d’elezione con il nostro Paese, dove più volte si è esibito con la Filarmonica di San Pietroburgo, formazione che guida ininterrottamente dal 1988, e dove dirige regolarmente le orchestre più importanti (ha guidato, tra l’altro, quella del Teatro Regio di Parma per quattro anni fino alle celebrazioni del bicentenario verdiano). Una presenza costante sempre molto apprezzata e coronata nel 2002 dal Premio Abbiati come migliore direttore. Italiana è anche l’orchestra che avrà di fronte stasera alle ore 21 al Parco della Musica. Continue reading