IL DIAMANTE DI VALLE GIULIA TRA ERBACCE E DEGRADO

Erbacce ovunque. Il quotidiano la Repubblica documenta con una serie di immagini la situazione nella città. Tra i gioielli in preda all’incuria, il “Diamante” dell’Enel ideato dall’architetto Richard Buckminster Fuller e installato a Valle Giulia, ma già invaso da erbacce e degrado, senza che il Servizio Giardini del Comune se ne occupi.

PIAZZA BOLOGNA: PRESA LA BABY GANG DELLE RAGAZZE

Una baby gang al femminile, che a colpi di violenza e minacce ha seminato il panico a piazza Bologna e zone limitrofe, aggredendo passanti, rubando e poi fuggendo a tutta velocità a bordo di un’automobile grigia metallizzata e senza lunotto posteriore. Ora, però, dopo l’ultimo colpo, l’intera banda è finita in manette: tre ragazze di 19 anni, insieme ad una diciassettenne e a due complici di vent’anni, sono state arrestate e trascinate sul banco degli imputati di piazzale Clodio dove il giudice ha convalidato il fermo accusando le giovani di rapina aggravata, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Ieri, l’ultima razzia. Continue reading

VILLAGGIO OLIMPICO, UN QUARTIERE DIMENTICATO?

Un quartiere dimenticato e abbandonato a se stesso. Così scrive oggi Romatoday, riprendendo le considerazioni di un residente. Il Villaggio Olimpico, costruito per le Olimpiadi del 1960, è passato dall’essere un modello esemplare di pianificazione urbanistico-edilizia a un soggetto completamente trascurato dall’amministrazione capitolina. Ad oggi sono molte le problematiche di questo quadrante a ridosso del Centro della città, tra i quartieri Parioli e Flaminio: dalla scarsa manutenzione del verde passando al trasporto pubblico locale fino al degrado sociale. Passano le giunte comunali ma i problemi restano. Dopo gli anni Duemila, si aggiunsero al quartiere due strutture imponenti: l’Auditorium Parco della Musica e il circolo sportivo Futbolclub. Non andò però di pari passo il rinnovamento del Villaggio Olimpico. A parte interventi sporadici, come i lavori del 2002 su piazza Grecia e via Germania o la delimitazione con marciapiede dell’area mercato di viale XVII Olimpiade cinque anni dopo, il quartiere non è mai stato oggetto di una completa riqualificazione da parte dell’amministrazione cittadina. Il Progetto Urbano Flaminio degli anni 2004-2006, presentato dal Municipio II prevedeva un investimento da otto milioni di euro per la riqualificazione di giardini e piazze, interventi sulla viabilità, ristrutturazione dell’edilizia pubblica e privata, realizzazione di spazi di gioco per i più piccoli e un centro sanitario di riferimento per la zona. A distanza di dieci anni il Villaggio Olimpico vive nell’oblio. La cura del verde è di competenza dell’Ufficio Giardini la cui manutenzione avviene raramente. Le ultime decisioni della Giunta Marino hanno svilito il trasporto pubblico locale: nel quartiere l’unico autobus che passa è il 982 con una frequenza molto bassa. Continue reading

RAPINAVANO ROLEX AI PARIOLI, FLAMINIO, SALARIO: PRESI

Sette persone sono state arrestate a Napoli dagli agenti della Squadra mobile di Roma con l’accusa di rapina aggravata. Secondo gli inquirenti i sette facevano parte di una banda specializzata nel furto di orologi di valore, soprattutto Rolex, nei quartieri ‘alti’ della capitale. Almeno sette le rapine di cui sono imputati: in “trasferta” nella capitale, di solito a bordo di due scooter, sceglievano le vittime in base alla zona, allo status sociale e all’auto di valore su cui erano alla guida, per poi minacciarli con una pistola, aggredirli o truffarli simulando la rottura di uno specchietto a un semaforo rosso o all’interno di parcheggi e garage privati. A quel punto li rapinavano rubando soprattutto gli orologi da polso. Continue reading

A SCUOLA DAL 15 SETTEMBRE. IL “GIULIO CESARE” ANTICIPA ALL’11

Scatta il countdown per la prima campanella per 739.360 studenti del Lazio, di cui oltre 523 mila in provincia di Roma. L’inizio delle lezioni è fissato dal calendario regionale per il 15 settembre, ma in alcuni istituti romani si tornerà sui banchi già la prossima settimana, come al liceo Giulio Cesare, dove le lezioni ricominceranno giovedì 11. Intanto, dopo l’apertura dei nidi comunali e convenzionati, con la novità dei rincari delle rette mensili e del trasporto scolastico stabiliti dal Campidoglio, si avvicina anche per gli alunni più grandi il rientro in classe. In totale, nel Lazio, torneranno a scuola 94.345 piccoli alunni delle scuole d’infanzia, 244.726 delle elementari, 154.350 delle medie e 245.939 delle superiori.

VILLA ADA: ANDREA PERRONI IN REPLICA CON “HAI CAPITO CHI E’?”

Andrea Perroni, romano doc, torna ad esibirsi per il pubblico di Villa Ada come ospite della rassegna estiva teatrale I love comico, con lo spettacolo dal titolo “Hai capito chi è?”. Il cabarettista capitolino, lanciato nello spettacolo da diverse importanti esperienze in tv, cinema e teatro, divertirà il pubblico in due appuntamenti imperdibili: 3 e 7 settembre, nella cornice del laghetto dello splendido parco pubblico.

MUSEO CANONICA, IN MOSTRA “SGUARDI SONORI. STARS”

Il 3 settembre inaugura al Museo Canonica di Villa Borghese la mostra “Sguardi Sonori. Stars”. Al centro dell’esposizione i ritratti artistici ‘sonori’ con opere audiovisive di circa 80 artisti e ‘fisici’, con opere dedicate alle star delle scorse edizioni di Sguardi sonori. La linea che segue la mostra è quella del Ritratto: il Ritratto fisico con la presenza di 50 opere dedicate da Carlo Fatigoni agli artisti di Sguardi Sonori, il Ritratto Sonoro a cui hanno contribuito con opere audiovisive circa 80 artisti italiani e stranieri che confluiranno in due installazioni all’interno del museo. Inoltre ci saranno delle installazioni site specific create dall’Associazione FaticArt e dagli artisti Piero Mottola e Florindo Rilli. Il giorno dell’inaugurazione si svolgeranno delle performances di Mita Medici, Imma Piro, Tomaso Binga, Mimma Pisani, Gaia Riposati, Roberta Vezzosi, Laura Muncaciu e Genco Gulan.

TORNANO LE PASSEGGIATE DI AMUSE

Tornano le passeggiate di Amuse, l’Associazione Amici Municipio Secondo. Giovedì 11 settembre alle 16:30 ci sarà la passeggiata urbana su lungotevere Arnaldo da Brescia e dintorni, da Ponte Matteotti a Ponte Margherita. Nel percorso, grazie alla cortesia della Soprintendenza sarà possibile entrare a Villa Helene per una visita guidata al Museo Andersen e grazie alla Cassa dei Geometri si potranno visitare i più significativi ambienti di Palazzo Corrodi, il palazzo dove abitò Trilussa e da dove fu diffuso nel 1924 il primo programma radiofonico italiano. Appuntamento all’angolo tra lungotevere Arnaldo da Brescia e Ponte Matteotti. La passeggiata terminerà alla fine di lungotevere Arnaldo da Brescia, all’altezza di Ponte Margherita. La partecipazione è riservata ai soci di Amuse. Possono prenotare, oltre ai soci, coloro che alla prenotazione abbiano compilato, fino alla sua registrazione, il modulo di adesione ad Amuse e si impegnino a perfezionare l’iscrizione prima dell’inizio della Passeggiata, versando la quota annuale (€ 15).