QUELLA TRAGEDIA DELLA DISOCCUPAZIONE A VIA SAVOIA

Il 15 gennaio 1951, duecento ragazze si recarono al numero 31 di via Savoia per rispondere a un’inserzione pubblicata il giorno prima da il Messaggero: “Signorina giovane intelligente volenterosissima attiva conoscenza dattilografia miti pretese per primo impiego cercasi. Presentarsi in via Savoia 31, interno 5, lunedì ore 10-11 e 16-17.” Erano troppe. Per il peso eccessivo la scala crollò su ottanta di loro, ferendone 78 e uccidendone una, Anna Maria Baraldi. “Roma ore 11” è un film di Giuseppe De Santis, ispirato proprio a questa drammatica vicenda di cronaca, seguita allora da Elio Petri, giornalista de L’Unità prima di diventare il grande regista che abbiamo conosciuto.

GLI ALBORI DEL POLICLINICO UMBERTO I

Il Policlinico Umberto I di Roma, dedicato all’omonimo re italiano, fu costruito a partire dal 1883 per iniziativa dell’allora ministro della Pubblica Istruzione, il celebre clinico Guido Baccelli, su progetto di Giulio Podesti e Filippo Laccetti. La costruzione venne completata vent’anni dopo, e l’inaugurazione venne presenziata dal rettore dell’epoca, Luigi Galassi, e dal re a cui poi verrà dedicata, come dicevamo, la struttura. La foto, tratta dal sito www.romasparita.eu, è di epoca incerta.

LA VALLE DEI PLATANI VISTA DAL FOTOGRAFO BEN SARAO

Proponiamo un’altra foto di Ben Sarao (la precedente è stata da noi pubblicata ieri), fotografo di New York, premiato fra i 10 migliori fotografi editoriali al mondo, che ha presentato un progetto all’Accademia Americana a Roma – fotografare gli alberi monumentali di Villa Borghese, comprese modelle desnude –  e ha ottenuto il titolo di “resident artist” all’Accademia per portare a termine il suo lavoro a Villa Borghese. La foto è stata concessa agli Amici di Villa Borghese, il cui calendario dello scorso anno ha ispirato il fotografo americano.