SAN LORENZO: ROMENO TROVA PORTAFOGLI E LO RICONSEGNA

Una storia a lieto fine con protagonista in positivo un imprenditore edile romeno trapiantato nella Capitale da diversi anni. Marius Porumb, questo il nome dell’uomo che la scorsa settimana ha trovato in strada a San Lorenzo, un portafogli e senza pensarci su un momento ha deciso di riconsegnarlo al legittimo proprietario. La notizia resa nota dal blog iromeni.com della giornalista romena Miruna Cajvaneanu. A raccontare quanto accaduto lo stesso imprenditore edile romeno: “E’ successo la settimana scorsa, mentre tornavo dal lavoro. L’ho visto per terra, l’ho aperto e dentro c’era tutto: carte di credito, documenti, 65 euro e il documento da poliziotto”. Marius Porumb ha quindi deciso subito di rintracciare il legittimo proprietario: “Domenica, primo giorno libero, sono andato all’indirizzo scritto nei documenti. Ero con mia moglie – racconta ancora l’uomo – che ha riconosciuto il signore, che ritornava con la spesa. Sono andato da lui, mi sono presentato e gli ho consegnato il tutto. Anche lui era con sua moglie, che aveva le lacrime agli occhi. Continue reading

SCATTATI I SIGILLI PER IL BAR DI VILLA NEMORENSE

“So’ passate sei Amministrazioni, che volete fa’?”. Così un signore risponde a una residente che punta il dito contro il chiosco di Parco Nemorense, un chiosco che non paga il fisco da 14 anni. Per quell’immobile – gestito da privati e senza alcun onere versato al Comune -sono scattati i sigilli. La storia. Il bar tuttofare, nel ’98, stabilisce il canone da versare al Comune. Il permesso è per due anni ma va avanti lo stesso, come se niente fosse(a marzo non risultava rinnovato). I soldi, però, non arrivano. La struttura data in concessione alla Società Giardino 2000 srl, non versa le indennità per occupazione di suolo pubblico, vale a dire una cifra pari a 68.500 euro. Continue reading

ANCHE IL RISTORANTE GALLURA NELLA VICENDA TANGENTI?

Al momento il “metodo Costantini”, quello attraverso cui due funzionari dell’Agenzia delle Entrate chiedevano tangenti per chiudere un occhio su multe salatissime del Fisco di fatto inesistenti, è stato accertato su un solo caso, il ristorante “Mezzo”. Ma nell’inchiesta del Nucleo di polizia Tributaria della finanza, coordinata dal pubblico ministero Mario Palazzi, sono finite decine di attività commerciali della capitale su cui i due ispettori avevano deciso di fare affari. A cominciare dal ristorante Gallura nel cuore di Parioli e il Capo Boi al Salario il cui proprietario si suicidò misteriosamente un anno fa. Era il 12 aprile del 2013 quando Alberto Boi, 52 anni, venne trovato morto impiccato a un albero nella sua tenuta in zona Due Ponti-Flaminia Nuova. Continue reading

L’ESTATE E L’AUTUNNO “CALDI” DEL MAXXI: ECCO IL CALENDARIO

Sono 18 le mostre, da ora fino a dicembre, tra cui ben 8 novità in corso: le monografiche dedicate a Gaetano Pesce ed Ettore Spalletti; i giovani talenti di Premio Maxxi, Design Destinations e Yap Maxxi 2014; le architetture di “Geografie Italiane, Tra/Between Arte e Architettura e Strutture Romane”; la collezione permanente in “Non Basta Ricordare”; le piattaforme indipendenti in “The Independent”. Continue reading

ROBERTO VECCHIONI ALLA CAVEA DELL’AUDITORIUM

Roberto Vecchioni al Parco della Musica per Luglio suona bene (ore 21, viale de Coubertin 30). A due mesi dall’uscita del suo album «Io non appartengo più», Vecchioni racco attraverso i suoi nuovi brani «la presa d’atto che l’essere umano più di tanto non riesce a fare, non riesce a dare: talvolta stringe la mano degli altri perché nel buio non capisce niente, o si rivolge al cielo, talvolta si convince che deve farcela da solo». Ad accompagnarlo sul palco, in uno spettacolo rigoroso e semplice, con la musica al centro di tutto, la sua storica band composta da Lucio Fabbri (pianoforte, chitarre, violino), Massimo Germini (chitarre), Roberto Gualdi (batteria) e Marco Mangelli (basso), con un trio d’archi di cui fanno parte Costanza Costantino (violino), Riviera Lazzeri (violoncelli) e Chiara Scopellitti (viola). Fonte: Corriere della Sera

ULTIMO APPUNTAMENTO PER “ROMA INCONTRA IL MONDO”: LEVANTE

Levante (stasera a Villa Ada) nasce a Caltagirone in provincia di Catania nel 1987. Ispirata da cantautrici come Carmen Consoli, Janis Joplin e Tori Amos, Claudia Lagona in arte Levante riesce a raccontare le cose in modo semplice e decisamente efficace, andando a centrare esattamente nel cuore delle persone. Nel 2011 incontra Davide Pavanello che si innamora della ballata “La scatola blu” e la sprona a lavorare sul disco “Manuale Distruzione”, album d’esordio in uscita l’11 Marzo 2014 per l’etichetta indipendente Inri. Il primo singolo estratto “Alfonso” raccoglie subito il consenso delle maggiori emittenti radiofoniche italiane suscitando l’attenzione di importanti realtà come Radio Deejay e Vanity Fair. Continue reading

POLICLINICO UMBERTO I, ANZIANA RICOVERATA E DERUBATA

Allarme furti al policlinico Umberto I. Lo scorso maggio un’anziana ricoverata in ospedale aveva subito il furto di oltre 400 euro in contanti, di un anello e un paio di orecchini d’oro e del bancomat, utilizzato poi per acquistare un costoso orologio, un televisore e una collanina d’oro bianco, per un valore complessivo di quasi 1.500 euro, in alcuni negozi vicini all’ospedale. Avevano approfittato dell’età della donna e del suo stato di salute per appropriarsi dei suoi averi. I quotidiani servizi effettuati dagli uomini della Questura hanno permesso agli agenti del commissariato Università di risalire ai responsabili del furto e di denunciare una coppia di romani, con vari precedenti di polizia, trovati ancora in possesso di parte della refurtiva. Continue reading

MAXXI: CHIARA VALERIO SI RACCONTA A ROBERTO IPPOLITO

I libri irrompono nella piazza del Maxxi con il ciclo di incontri Nel baule. Ricordi e autobiografie a cura dello scrittore e giornalista Roberto Ippolito. Appuntamenti dall’atmosfera familiare in cui i protagonisti raccontano, pescando nel proprio passato, episodi, incontri, fasi particolari della propria vita personale e professionale, fornendo una chiave di lettura per i propri libri. Giovedì 31 luglio, ore 19.00, “Spiaggia libera tutti”, un reportage sentimentale e con molto sense of humor che Chiara Valerio, dedica alla sua Scauri, una cittadina all’estrema propaggine meridionale della provincia di Latina e del Lazio. L’autrice alterna momenti di esistenza letta a quella vissuta durante la sua giovinezza, desiderosa di vita e incurante del pericolo, attenuato in qualche modo dalla “protezione” del paese. La zona di Scauri sembra un pullulare di bar, un luogo dove tutto avviene all’aperto, a prescindere dalla stagione.

AL BIOPARCO DI ROMA SONO NATI DUE LICAONI

Eccezionale evento al Bioparco: sono appena nati due licaoni. Il Licaone è classificato dall’Iucn (l’Unione Mondiale per la Conservazione della Natura) come endangered (ovvero minacciato di estinzione in natura), ne sopravvivono meno di 6 mila sul Pianeta, e rientra in un progetto gestito dall’Eaza, l’Associazione Europea di Zoo e Acquari, che promuove la cooperazione finalizzata alla conservazione della Natura, in particolare attraverso il coordinamento internazionale dei programmi di riproduzione in cattività di specie selvatiche (Eep). Domani, il presidente Federico Coccìa e il direttore generale della Fondazione Bioparco, Tullio Scotti, ne parleranno alla stampa.

IL NUOVO LIBRO DI MINNIE MINOPRIO

È appena uscito il libro “Minnie Sette Spiriti” di Minnie Minoprio, l’indimenticata soubrette che ora gestisce il Cotton Club di via Bellinzona (corso Trieste). È il racconto autobiografico di una ragazza inglese che divenne un’icona della tv italiana durante gli anni d’oro del boom economico e sociale. La difficile conquista di un posto nell’olimpo dei divi del periodo, lontano dai privilegi accordati alle sue celebri colleghe e gli incontri ravvicinati con i ‘Big’ degli anni ’70 e ’80. Un vademecum ed un monito per le molte ragazze che sognano la via facile del successo. Diario di un personaggio che ha fatto sognare un’intera generazione.

#LETTORIALQUADRATO, SI PARLA DE “LA COSTOLA DI ADAMO”

La libreria Assaggi è presente a Villa Mercede in occasione di Habicura con aperitivi letterari, presentazioni/letture di libri italiani contemporanei.. Ogni presentazione inizia alle 19, in via Tiburtina 113 (in caso di pioggia, a via degli Etruschi). Oggi è il turno di La costola di Adamo di Antonio Manzini. Una donna, una moglie che si avvicinava all’autunno della vita, è trovata cadavere dalla domestica. Impiccata al lampadario di una stanza immersa nell’oscurità. Intorno la devastazione di un furto. Ma l’investigatore non è convinto. E una successione di coincidenze e divergenze, così come l’ambiguità di tanti personaggi, trasformano a poco a poco il quadro di una rapina in una nebbia di misteri umani, ambientali, criminali. Per dissolverla, il vicequestore Rocco Schiavone mette in campo il suo metodo annoiato e stringente, fatto di intuito rapido e brutalità, di compassione e tendenza a farsi giustizia da sé, di lealtà verso gli amici e infida astuzia. Soprattutto, deve accettare di sporgersi pericolosamente verso il mondo delle donne, a respirare il carattere insinuante, continuo, che assume la violenza quand’è esercitata su di loro. Continue reading

IL CAMPIDOGLIO COME LA CONCORDIA, SECONDO DE LUCA

L’immagine è frontale, il Marco Aurelio a prua che traina il palazzo del Campidoglio al rimorchio durante il tramonto. Tutti e due inclinati, di 80 gradi circa, come la posizione della Costa Concordia che per 922 giorni è stata accasciata su un fanco nell’isola del Giglio. Dall’inchino di Schettino ha preso ispirazione Iginio De Luca, l’artista protagonista del blitz che ha invaso la capitale, autore anche della provocatoria ‘anti-campagna’ elettorale durante le ultime europee e del momunento al panino gigante contro l’ordinanza anti-bivacco di Alemanno. Da piazzale Aldo Moro al ministero della Marina, dal Macro all’Auditorium, a via Flaminia, oggi su dieci maxi cartelloni sono stati esposti i manifesti con l’immagine del Campidoglio ‘a picco’ come la Concordia. “L’inchino diventa declino, smarrimento di rotta e di centralità, segno di precarietà e vertigine, che De Luca attribuisce al sindaco Marino”, si legge nel comunicato.

ARRESTATI ISPETTORI FISCO PER TANGENTI A VIA DI PRISCILLA

Gli avevano anche dato un nome. I due funzionari dell’Agenzia delle Entrate arrestati ieri. L’avevano chiamato “metodo Costantini”, da uno dei loro cognomi: lo usavano per gonfiare gli introiti dei ristoranti, prospettare multe insostenibili e chiedere quindi mazzette risolutorie ai proprietari terrorizzati. Utilizzando il “metodo Costantini” nel ristorante Mezzo di via di Priscilla sono stati alla fine denunciati dal proprietario Marco Pica e dal suo commercialista Luigi Rimassa. E così Giuseppe Costantini e Gian Piero Giliberti, dopo intercettazioni e pedinamenti, ieri sono stati arrestati per concussione dal nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Roma comandata dal colonnello Cosimo Di Gesù. Continue reading