STRAGE DI ALBERI NELLE VILLE: ALCUNE, CHIUSE AL PUBBLICO

Una vera e propria “strage” di alberi. Sono decine i fusti divelti fra domenica e lunedì dai nubifragi che hanno colpito la città. Tronchi e rami precipitati sull’asfalto e sulle auto in sosta, che hanno causato la parziale o totale chiusura al traffico di diverse strade, così come sull’erba delle ville storiche, da Villa Borghese, dove un enorme pino secolare è caduto in piazza Sienkiewicz, a Villa Torlonia, che dopo il crollo di alcuni alberi monumentali ieri è stata chiusa al pubblico, come del resto Villa Ada.

LA BOMBA D’ACQUA HA COLPITO ANCHE IL POLICLINICO UMBERTO I

La bomba d’acqua che ha colpito la Capitale non ha risparmiato neanche l’ospedale Policlinico Umberto I. «Scene che non si vedono neanche negli ospedali da campo», commenta la mamma di un piccolo paziente ricoverato al centro di Ematologia del Policlinico, dove si sono registrati i danni maggiori. Nel reparto trapianti di midollo osseo dell’Umberto I, a via Benevento, dove sono ricoverati anche pazienti più piccoli, «abbiamo avuto infiltrazioni d’acqua nell’atrio e nel contro-soffitto di alcune stanze dove dormono i malati», spiega il direttore dell’Unità di Ematologia, Robin Foà. «E pensare che questa struttura era stata ristrutturata neanche due anni fa, alla fine del 2012. Eppure nonostante gli interventi di restauro, anche stavolta abbiamo trovato infiltrazioni d’acqua a ridosso delle camere di degenza». Nel centro di Ematologia del Policlinico l’acqua ha fatto breccia anche nel magazzino della farmacia, in alcune sale del Day hospital e nei seminterrati. Continue reading

A VIA ALDROVANDI UNA SERATA IN RICORDO DI MARIA CARTA

Sabato 21 Giugno, alle ore 20, si terrà presso la splendida terrazza dell’Unar, Unione delle Associazioni Regionali di Roma e del Lazio, in via Ulisse Aldrovandi 16, una serata-evento in ricordo dell’indimenticabile Maria Carta in occasione dell’80° della sua nascita (Siligo, 24 Giugno 1934). La manifestazione organizzata dall’Associazione dei Sardi di Roma “Il Gremio”, in collaborazione con la Fondazione Maria Carta, con la Fasi(Federazione delle Associazioni Sarde in Italia), con la rivista “Salpare” e con lo Studio Scopelliti-Ugolini, si propone di raccontare e far rivivere il fascino dell’indimenticabile artista attraverso un reading delle sue più belle poesie tratte da “Canto Rituale”, la proiezione di un documentario a cura di Giacomo Serreli, un brano dello spettacolo teatrale “Donne allo Specchio”. Continue reading

TEATRO VILLA TORLONIA: UNA TRE GIORNI MULTIETNICA

Dal 20 al 22 giugno il Teatro Villa Torlonia si animerà grazie all’incontro di diverse culture. La Casa dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea presenta il progetto “Solo le montagne non si incontrano mai” a cura di Carla Romana Antolini, in collaborazione con Black Reality e con il Comitato promotore per un’Officina delle culture a Roma. In programma incontri di culture tra Asia, Africa e Sud America: concerti, spettacoli, film, documentari, letture, autobiografie e favole, tutto a ingresso gratuito. Una tre giorni densa di appuntamenti per affrontare il tema della convivenza tra giovani di diverse nazionalità, centrando l’attenzione sullo spostamento e la contaminazione delle culture e indagando simbolicamente sull’adolescenza come momento di trasformazione in cui è difficile identificarsi perché non si è né bambini né adulti, né in partenza né in arrivo. Proprio sulla vita di due giovani romani di seconda generazione si focalizza il film Il futuro è troppo grande di Giusy Buccheri e Michele Citoni. Continue reading

GIOVEDÌ ALLE SETTE DELLA SERA OLIVIERO BEHA A “L’ALTRA CITTÀ”

Giovedì 19 giugno, alle ore 19, la libreria “L’altra città” di via Pavia ospita Oliviero Beha, che presenterà il suo nuovo libro “Un cuore in fuga” (Piemme). Una storia forte e documentata di “Ginaccio” Bartali. La parte più impegnata della sua storia. Se sappiamo già tutto sul campione del ciclismo, e dell’eterna sfida col suo rivale Coppi, ignoriamo invece la missione straordinaria e rischiosa del Bartali postino degli ebrei e di agente segreto. “Un cuore in fuga” sposta l’attenzione su questo piano, togliendo Gino Bartali dall’ombra di Fausto Coppi. Oliviero Beha è firma nota del giornalismo radiotelevisivo italiano e scrittore. Dal 2009 ha avviato una collaborazione come editorialista del Fatto Quotidiano. Alcuni suoi programmi e pubblicazioni lo fanno annoverare tra i più incisivi commentatori dell’Italia contemporanea. Firma da anni articoli di sport e di politica.