TRE MOSTRE AL MAXXI

Tre mostre al Maxxi dedicate agli artisti e designers contemporanei. I quattro finalisti del «Premio Maxxi 2014» sono in mostra con i loro lavori negli ampi spazi del museo, per integrarsi con la scenografica Galleria 5, con il Corner D, la piazza, le scale tra le trame fluide dello spazio progettato da Zaha Hadid. Sono temi differenti quelli trattati dagli artisti, uno dei quali riceverà il primo premio proprio al Maxxi il 13 giugno. Yuri Ancarani, Micol Assaël, Linda Fregni Nagler e Marinella Senatore hanno trattato rispettivamente: i calcio da un punto di vista controcorrente, uno spazio fisico che diventa mentale, il brivido della sospensione nel vuoto, una scuola nomade dove imparare ma anche insegnare (fino al 21 settembre 2014). La seconda mostra «Design destinations» a cura di Domitilla Dardi, è costituita dai lavori di Formafantasma, Salvatore Franzese, Gionata Gatto, Giovanni Innella con Tal Drori, Francesca Lanzavecchia, Maurizio Montalti e Eugenia Morpurgo. Continue reading

ECCO I MUSEI APERTI IL 2 GIUGNO A ROMA E NEL MUNICIPIO

Lunedì 2 giugno apertura straordinaria al pubblico per molti musei del Sistema Musei Civici secondo l’orario consueto e la tariffazione vigente. Sono aperti: Musei Capitolini; Centrale Montemartini; Museo dell’Ara Pacis; Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco; Museo delle Mura; Villa di Massenzio; Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina; Museo di Roma; Museo Napoleonico; Macro; Museo Carlo Bilotti; Museo Pietro Canonica; Museo di Roma in Trastevere; Musei di Villa Torlonia; Museo Civico di Zoologia. Info: 060608 tutti i giorni ore 9.00-21.00.

AUDITORIUM, APPUNTAMENTO CON MICHELE RABBIA

Ultimo appuntamento, stasera all’Auditorium, ore 21, con il percussionista e multi strumentista Michele Rabbia, artista residente della stagione 2013 – 2014, che incontrerà in un progetto inedito l’arte del movimento del coreografo e danzatore Virgilio Sieni accompagnato da Garth Knox alla viola e Daniele Roccarato al contrabbasso. “Nel mio principio è la mia fine. Una dopo l’altra case sorgono cadono crollano vengono ampliate vengono demolite distrutte restaurate o al loro posto c’è un campo aperto…”. Partendo dall’incipit del secondo dei quattro quartetti di Thomas S. Eliot, questi artisti incrociano le loro esperienze creando spazi sonori che partono dal gesto per ritornare ad esso sotto forma di suono-movimento. Gesto inteso come generatore di materia sonora e suono come disegnatore di spazi drammaturgici.

MARINO VUOLE CHIUDERE LA VALLE DEI CUCCIOLI (E NON SOLO)

La storia ha inizio il 22 maggio quando la giunta approva all’unanimità una delibera che stabilisce la chiusura delle strutture comunali – canili e gattili – ad oggi non a norma: Rifugio Vitinia ex Poverello, Valle dei Cuccioli, Oasi felina Villa Flora e ridimensionamento di Muratella dagli attuali 640 cani a 250. Sono strutture comunali e perciò toccherebbe all’amministrazione comunale metterle a norma. Rimarrebbero aperte solo la recentemente ristrutturata oasi felina Porta Portese e forse, in un futuro, il rifugio Ponte Marconi, attualmente chiuso agli ingressi degli animali. Ma come si è arrivati a decisioni che cancellano il lavoro di decenni? Il primo gradino è stato il proclama del sindaco Ignazio Marino in campagna elettorale, quando per farsi votare dalle associazioni animaliste aveva promesso un garante e la riapertura dell’ufficio diritti degli animali. Continue reading

PAOLO CAPOZZI È IL NUOVO DIRETTORE GENERALE DEL MUNICIPIO

Cambio della guardia al Municipio II. L’ingegner Paolo Capozzi è il nuovo direttore generale in sostituzione di Patrizia Bonanno. Il nuovo arrivato gode di buona fama, per capacità ed efficienza, doti per le quali si è già distinto come direttore dell’Ufficio tecnico, incarico che peraltro continuerà a ricoprire. A lui gli auguri di buon lavoro dalla redazione di Roma2oggi.

VIA SAVOIA: LA DURA LEX DEL PERMAFLEX

Abbiamo appena letto il messaggio di stamattina inviato da Annamaria Coen al consigliere municipale Carlo Manfredi, in cui la stessa si dice molto grata per l’intervento presso Ama e per il fatto che, a seguito di ciò, finalmente dopo un paio di settimane è stato tolto il materasso abbandonato in via Savoia, davanti al Goethe Institut. Sì, lo abbiamo appena letto, ma i soliti ignoti sono stati più veloci della posta elettronica e in un lampo hanno depositato un altro materasso all’inizio della stessa strada, come si vede dalla foto. Ma che gli farà mai via Savoia ai materassi, e soprattutto agli imbecilli che ce li lasciano?

IN TANTI ALL’ASSEMBLEA SUL FUTURO DI VIA GUIDO RENI

Si è svolta ieri al Maxxi un assemblea tra istituzioni e cittadini per il progetto di riqualificazione delle caserme di via Guido Reni dove nascerà la Città della Scienza, un centro di rilevanza internazionale in grado di accogliere, esporre e rendere accessibile al grande pubblico il sapere scientifico e tecnologico, nonché di promuovere la conoscenza scientifica, di sperimentarla e di diffonderla. Un’importante nuova opportunità culturale per la città, per le scuole, e per il quartiere, che sarà definitivamente proiettato tra i luoghi simbolo delle eccellenze culturali europee. Paco Lanciano, fisico e divulgatore scientifico, e l’assessore Giovanni Caudo ne hanno discusso con i cittadini nella Sala Base della Biblioteca del Museo di Arte contemporanea Maxxi, stracolma per l’occasione. Moderava l’incontro Emilia La Nave, assessore del Municipio II.

TEATRO KEIROS, MUSICHE PER CHITARRA DELL’OTTOCENTO

Il concerto di stasera al teatro Keiros di via Padova è “La chitarra dell’800″. Il secolo XIX è stato per la chitarra il periodo di grande splendore. Tra i più grandi chitarristi gli italiani Carulli, Giuliani, Carcassi e gli spagnoli Sor e Aguado. Tutti, anche se con caratteristiche diverse, incarnano quello lo stile e l’eleganza artistico-musicale di un’epoca. Il concerto prova a ripercorrere in modo fluido e piacevole, la grazia compositiva di quelli nominati e di altri chitarristi-compositori dell’800. L’utilizzo di una chitarra d’epoca, rende poi il tutto più realistico e consente un vero e proprio tuffo nel passato.

VILLA BORGHESE: A PIEDI NUDI (E NON SOLO) NEL PARCO

E a Villa Borghese in pieno giorno passeggiando tra rose, siepi e busti antichi ci si può imbattere in un uomo che tranquillamente espleta i suoi bisogni fisiologici: piegato, pantaloni abbassati, carta (per fortuna) alla mano, non si preoccupa dello sguardo scandalizzato dei passanti, come testimoniano le foto pubblicate sulla bacheca Facebook di Amici di Villa Borghese e i commenti che le accompagnano, tipo «Foto e denunce le facciamo tutti i giorni, ma ci rispondono che devono beccarli sul fatto» e poi «ci sono dei bagni pubblici nel giardino del laghetto, tenuti in ottime condizioni…».

DECORO URBANO, PARTONO I LAVORI A PORTA PIA E PIAZZA MINCIO

Dalla riqualificazione di piazza Porta Pia al recupero dell’ex Forte Portuense, dal completamento di un palazzetto dello sport a Corviale agli scavi del Mausoleo di Augusto. E poi ancora: il restauro delle Mura Aureliane, della Casina delle Rose, con annessa trasformazione in museo, il raddoppio di via Portonaccio. Eccola la lista dei 26 interventi finanziati dal Campidoglio grazie al recupero di un «tesoretto» da 39 milioni di euro. Fondi stanziati negli anni passati dalla legge per Roma Capitale, ma rimasti inutilizzati nelle casse di Palazzo Senatorio. Continue reading