DIVENTERÀ MINISTRO LA DIRETTRICE DELL’ACCADEMIA D’EGITTO?

Dalla direzione dell’Accademia d’Egitto di Roma (in via Omero 4) al ministero della Cultura del suo paese. Sulla poltrona più importante, quella di ministro. L’ingresso di Gihane Zaki nel governo che il nuovo premier, Ibrahim Mahleb, sta formando proprio in queste ore è considerato quasi certo negli ambienti politici e culturali del Cairo. Non solo. Alla professoressa – egittologa, membro del Consiglio esecutivo dell’Iccrom e Cavaliere della Repubblica di Francia – che da due anni è alla guida dell’Accademia romana toccherà anche il compito di unificare due ministeri: quello della Cultura e quello delle Antichità che, in considerazione della ricchezza archeologica del Paese, è un dicastero-chiave per l’economia egiziana. La nomina della professoressa Zaki sarebbe un segnale importante della nuova fase politica che si annuncia nel paese e un riconoscimento delle sue competenze personali. Continue reading

IL 3 MARZO RIAPRE IL CENTRO ASL DI VIA TAGLIAMENTO

Il prossimo 3 marzo, alle ore 11, dopo una lunga chiusura per lavori di ristrutturazione, verrà inaugurato il Centro Asl in via Tagliamento 19. I medici e il personale della ex sede di piazzale Gentile da Fabriano saranno trasferiti nella struttura per assicurare ai cittadini oltre ai servizi essenziali anche prestazioni specialistiche di eccellenza. Nei mesi immediatamente successivi è prevista l’apertura di un nuovo centro Asl in via degli Olimpionici, per mantenere nel quartiere Flaminio una presidio per prenotazione visite, vaccinazioni e prelievi.

ANCHE LA FIGC ADERISCE ALLA CAMPAGNA CONTRO L’OMOFOBIA

La Federcalcio di via Allegri e la Nazionale di calcio dicono sì alla campagna contro l’omofobia. Figc e azzurri hanno raccolto l’invito della Fondazione Cannavò, aderendo all’iniziativa ideata dal sito di scommesse ‘Paddy Power’ e rilanciata nelle scorse settimane in occasione del ‘Candido Day’. “Attraverso questa scelta – ha commentato il presidente della Figc, Giancarlo Abete – vogliamo ribadire la sensibilità e l’impegno civile del calcio italiano, in particolare di atleti e tecnici che indossano la maglia azzurra, attraverso atti concreti in grado di testimoniare anche i valori sociali che lo sport deve rappresentare e nei quali crediamo fortemente”.

SERATA DI SOLIDARIETA’ PER I BAMBINI DEL POLICLINICO UMBERTO I

In occasione della Giornata Internazionale delle Malattie Rare, il Radisson Blu Es Hotel di via Turati presenta “Jazz&Charity”, aperitivo solidale con concerto jazz. La serata è a ingresso libero e prevede un aperitivo solidale a partire dalle ore 19 con concerto del “Carletto Conti Trio”. A margine dell’evento ci sarà anche una riffa di beneficenza con articoli esclusivi messi a disposizione da parte di noti brand, tra cui Peroni – sponsor ufficiale della Nazionale Italiana Rugby, JshHotels & Resorts – prestigiosi soggiorni nelle località più belle d’Italia, White Gallery Roma – luxury fashion, Airoldi – luxury jewerly, che grazie alla loro generosità susciterà sicuramente un grande interesse da parte del pubblico e aiuterà in modo significativo la raccolta. Seguiranno tante altre iniziative. Il profitto della serata sarà interamente devoluto al dipartimento di Pediatria del Policlinico Umberto I di Roma per l’acquisto del nuovo macchinario Moc.

“IL GRANDE INQUISITORE” DI DOSTOEVSKIJ AL TEATRO KEIROS

“Il Grande Inquisitore” di F.M.Dostoevskij è un’opera universale, sempre vera quanto il suo stesso esistere: un’inquisitoria sull’esistenza dell’umanità; sulla fugacità della vita terrena al cospetto del trascendente; verso colui che si è immolato per l’uomo – in nome dell’uomo – e la sua libertà; sull’Inquisizione. La libertà, questa è la grande fonte di dubbio dell’inquisitore, ma al contempo la sua unica fonte di certezza. Il regista Alessio Soro adatta il testo del più tormentato scrittore dell’Ottocento per il palcoscenico del Teatro Keiros, di via Padova 38 (28 febbraio, 1 marzo, ore 21). Dello spettacolo dice: “Lavorare su questo testo non è stato facile, molte, forse troppe, sono le sfumature che lo colorano e definiscono. Abbiamo lavorato con l’intento di rimanere fedeli all’idea originale dell’autore russo ma allo stesso tempo abbiamo lasciato che il testo dirompesse nella realtà attuale. Abbandonando gradualmente l’atmosfera storica del racconto, ci siamo spinti avanti nel tempo, e in un quadro scenico contemporaneo abbiamo messo a fuoco la crudele lotta di un uomo contro un altro uomo.

L’IDEA DI UNA LINEA TRAMVIARIA TRA PARIOLI E FLAMINIO

Dal cilindro della Commissione VI del Municipio è spuntata una proposta di risoluzione che interessa moltissimo i cittadini. Si tratta dell’ipotesi di una nuova linea tramviaria che passando per viale Parioli, arrivi all’Auditorium e, da lì, al quartiere Flaminio. In effetti, oggi come oggi, il quartiere Parioli è scarsamente servito dal trasporto pubblico, con conseguente incremento del traffico privato e dell’inquinamento atmosferico e acustico. Questa linea servirebbe, così, tutto l’asse che riguarda importanti punti di riferimento per la città, già esistenti o in via di realizzazione. Parliamo di Auditorium, Stadio Flaminio, Palazzetto dello Sport, Maxxi e Città della Scienza. Ora – si legge nella proposta di risoluzione, firmata tra gli altri da Carla Fermariello e Alessandro Ricci – si dovrà procedere alla realizzazione di uno studio di fattibilità per il collegamento tra i quartieri Parioli e Flaminio. Impegnati in questo lavoro dovranno essere il Comune, il Municipio e le Commissioni competenti.

UN NUOVO INCONTRO CON LA MUSICA CONTEMPORANEA AL MAXXI

Musica contemporanea sabato I° marzo, alle 20.30, al Maxxi con i concerti realizzati dal Conservatorio “Santa Cecilia”. Aprono il concerto i Due pezzi per pianoforte di Glenn Gould, l’inimitabile e leggendario pianista canadese, la cui genialità si manifesta anche nelle sue rare composizioni. Seguiranno i grandi e ormai classici compositori del Novecento. Alcuni sono musicisti rivoluzionari come Arnold Schoenberg, il padre della dodecafonia, di cui si ascolterà la Fantasia per violino e pianoforte, e Edgar Varèse, il più libero e geniale sperimentatore in musica della prima metà del secolo, che per primo superò la tradizionale distinzione tra suono e rumore, di cui sarà eseguito Density 21,5 per flauto solo. Si ascolteranno anche musicisti più legati alla tradizione, come Paul Hindemith, di cui sarà eseguito un Trio per l’inusuale organico di viola, sax e pianoforte, e André Jolivet, il cui Chant de Linos per flauto e pianoforte è una vera rarità e sicuramente costituirà una interessante riscoperta. Continue reading