ELETTRICITA’ ….. LIBERA

E’ stata distrutta, per l’ennesima volta, la cabina Enel posta all’angolo fra viale Pinturicchio e via Giulio Romano. Come si vede dalla foto i cavi elettrici restano scoperti creando una situazione di pericolo. A quando una migliore sistemazione visto che il problema si ripete con allarmante frequenza?

(Foto Carla Rezza)

 

UN MATERASSO A MOLLE… MOLLATO A VIA PO

Se lo avessero lasciato a piazza Buenos Aires, le piazze sarebbero state tre: due, quelle del materasso, una quella Quadrata. Invece è via Po, a pochi passi. E così il quartiere elegante del Pinciano, si ritrova non solo i motorini parcheggiati sul marciapiede, ma anche un vecchio materasso che il proprietario ha pensato bene di lasciare per strada. Magari per dare conforto a qualche senza tetto, avrà pensato lui. Dobbiamo credere che questo figuro abbia agito nottetempo, come i ladri, perché sarebbe stato difficile camminare indisturbato dal portone di casa fino ai cassonetti, senza destare un po’ di meraviglia. Sì, in effetti lo ha lasciato proprio davanti ai cassonetti: non si può dire che sia mancata la buona volontà! E allora vai con i frigoriferi che non raffreddano più, i computer passati di generazione e i vecchi televisori. Chissà che un giorno, dalle parti dei bidoni, non troveremo pure qualche anziano signore, perché in famiglia hanno deciso che ormai non serve più neanche lui… Foto: Romatoday

IL CIRCO DE LOS HORRORES È ARRIVATO A PIAZZALE ANKARA

Dai racconti di Edgar Allan Poe al Rocky Horror Picture Show, passando per il Cirque du Soleil, con il vampiro Nosferatu come “accogliente” padrone di casa. Ragnatele, ombre tenebrose, lapidi di un antico cimitero: il castello nero del Circo de Los Horrores è arrivato in città e il tendone di piazzale Ankara, accanto allo Stadio Flaminio, è pronto per il debutto di domani sera in prima nazionale, dove lo spettacolo verrà replicato fino al 6 aprile. Il circo spagnolo, fondato nel 2007 da Suso Silva, unisce teatro, arti circensi e cabaret, tutte mischiate in un’atmosfera che si ispira al cinema in bianco e nero e ai capolavori del genere horror. Il personaggio di Nosferatu ispira la storia narrata nel corso dello spettacolo: la favola noir ha inizio in un cimitero, dove si ferma un treno misterioso; da uno dei vagoni, scende un singolare passeggero che si trasformerà, dopo essere stato baciato sul collo da un avvenente vampira, proprio in Nosferatu, il principe dei vampiri. Continue reading

RIAPRE IL TRATTO DA BATTERIA NOMENTANA A VIA LANCIANI

«Venerdì mattina sarà riaperto il tratto della vecchia Tangenziale Est che va da Batteria Nomentana a via Lanciani, chiuso dal 2009». Lo hanno annunciato l’assessore allo Sviluppo delle Periferie, Infrastrutture e Manutenzione Urbana di Roma Capitale, Paolo Masini, e il presidente del II Municipio, Giuseppe Gerace, nel corso dell’assemblea pubblica sulla riqualificazione della vecchia tangenziale est. «Per la prossima settimana – proseguono – saranno invece riaperte via Ungarelli e via Ciampi. Continue reading

A VIA NOMENTANA SI DISCUTE DI SALUTE DELLA DONNA

Oggi alle 17.30, presso l’Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi di Roma in via Nomentana 54, in collaborazione col Comitato Atena Donna, un evento con l’intervento di Giovanni Scambia, direttore del Dipartimento Salute della Donna e della Vita Nascente del Policlinico Gemelli di Roma che tratterà il tema della prevenzione dei tumori femminili. L’iniziativa è volta a costruire una rete tra Istituzioni ed Associazioni in sinergia di risorse. In politica la “questione femminile”acquista una sempre maggiore rilevanza e quindi anche gli Enti Locali in ambito territoriale devono porre al centro delle loro azioni politiche e culturali la “donna” partendo dalla sua concreta condizione e dalla sua vita con particolare attenzione alla salute , al lavoro,alla violenza contro le donne ed al diritto di tutte le persone umane a progettare una esistenza felice.

POLICLINICO ITALIA, LA SORTE DEI MALATI DI ALZHEIMER

«Il primo malato che si aggrava rischia di essere il primo deportato a 150 chilometri da Roma». L’incubo dei trasferimenti «coatti» a «Cassino» e «Veroli» per i malati d’Alzheimer al Policlinico Italia sembra scongiurato. Ma i parenti dei pazienti di terza fascia, i cosiddetti «intensivi», i grandi vecchi che hanno bisogno di un’assistenza continua, non di un infermiere che li imbocca o gli fa fare pipì, ma di personale specializzato giorno e notte, non sono ancora tranquilli. Eppure lunedì mattina, il giorno dopo la denuncia su Il Tempo, quando nella «bellissima» ed «efficientissima» casa di cura in zona piazza Bologna – fondata negli anni ’50 dal medico delle Olimpiadi del ’60, Zappalà, che era anche medico della nazionale di calcio e di rugby, di Gigi Riva e di Pelè – sono arrivati i medici della Asl, la fine dell’incubo sembrava cosa fatta. Continue reading

E I PENDOLARI DELLA ROMA-VITERBO FANNO UN ESPOSTO ALLA PROCURA

Esasperati dai disservizi i pendolari del trenino Atac Roma-Viterbo si rivolgono alla Procura «per fare piena luce – scrivono nell’esposto – sulla gestione di questa tratta e sulle responsabilità di controllo e monitoraggio sul contratto di servizio dell’ente proprietario, ovvero la regione Lazio». Un’iniziativa «estrema» dopo mesi di denunce cadute nel vuoto e tavoli di confronto, pochissimi, rivelatisi inconcludenti. Soppressioni a ripetizione e senza preavviso, scioperi anche questi non annunciati, treni sovraffollati e stazioni abbandonate: tutta la documentazione raccolta verrà messa a disposizione delle Procure di Roma e Viterbo, altro capolinea delle corse, nella speranza che «si inizi a vigilare sul contratto di servizio, che peggiora di giorno in giorno mentre noi continuiamo a pagare l’abbonamento», precisa il portavoce del Comitato pendolari Roma Nord Fabrizio Bonanni. Continue reading

TORNA FINALMENTE A NUOVA VITA LO STADIO FLAMINIO?

Il calcio torna protagonista anche allo stadio Flaminio. Come annunciato dall’assessore allo Sport del Campidoglio, Luca Pancalli, la Federazione Italiana Giuoco Calcio ha ottenuto la concessione provvisoria di un anno dell’impianto sportivo. Un risparmio di ben 800mila euro per le casse del Comune. L’obiettivo della Federazione è quello di fare del Flaminio un grande supporto per lo sviluppo del calcio italiano e metterlo nuovamente a disposizione della città. Magari con il sogno, un giorno, di ospitare una gara della nazionale azzurra. Intervento atteso, come ribadisce Pancalli: “Per l’interesse manifestato dall’interlocutore e per la serietà che la Federcalcio vanta, l’amministrazione capitolina ha ritenuto di conferire per la durata di un anno, con possibilità di rinnovo per l’anno successivo, la gestione dell’opera dell’architetto Nervi, certa che si tratti di un atto preliminare per una futura assegnazione definitiva”. Figc entusiasta, come ha ribadito il suo direttore generale, Antonello Valentini: “Vogliamo ringraziare il sindaco Marino e la giunta capitolina per l’opportunità di restituire a vita un impianto storico come il Flaminio, chiuso dal 2012 e in uno stato di abbandono. Continue reading

TRE LIBRI TRE, OGGI E SABATO SE NE PARLA ALLA KOOB

Oggi, alle ore 17, nei locali della libreria Koob di via Poletti (accanto al Maxxi), Chiara Narracci presenta “Le Favole di Elena”, ispirate all’amore per la libertà interiore e all’importanza di essere presenti a se stessi per vivere la vita con atteggiamento creativo: queste favole vengono spesso usate nelle scuole per insegnare ai piccoli ad attivare le loro risorse interne. Oltre alla presentazione del libro ci sarà un laboratorio con merenda gratuiti. Sabato I° marzo, invece, alle ore 18, presentazione di due libri: di Francesca Gerla, “L’isola di Pietra” e di Francesca Garello, “L’uomo che volle farsi strega”. Ne parla con le autrici lo scrittore Andrea Angiolino. “L’isola di Pietra” è un romanzo sull’origine del desiderio e sulla maternità che trasforma il desiderio stesso e lo spinge verso scopi inimmaginabili. Il tutto, sullo sfondo di una Ventotene che si fa personaggio e sensualità. Si può prendere un virus da un computer? Chiedere di essere ammesso a una congrega di streghe essendo un uomo? Usare la macchina del tempo per fare le ricerche di scuola senza stravolgere i libri di storia? Essere una fata senza avere un fisico da ballerina? Sono solo alcune delle domande esistenziali alla quali i racconti de “L’uomo che volle farsi strega” rispondono attraverso il duplice canale del fantastico e dell’umorismo.

L’ARGONAUTA: PRESENTAZIONE DI ‘RUE AMOR’ E NON SOLO…

In occasione del ‘Flash Mob letterario’ indetto da Caffeina per il I° marzo prossimo, L’Argonauta – libreria di via Reggio Emilia – aderisce all’iniziativa, e propone a chi andrà ad acquistare un libro sabato prossimo anche uno sconto del 10% sull’acquisto del secondo. Nel frattempo, segnaliamo la presentazione, venerdì 28 alle 18.30, della trilogia di “Rue Amor” di Antonio Amoruso.

“NELLA VIGNA DI PAPA GIULIO”, IL 5 MARZO PASSEGGIATA DI AMUSE

Mercoledì 5 marzo, alle ore 15, ci sarà “Nella vigna di papa Giulio”, passeggiata tra via Flaminia e Villa Giulia. Per proseguire senza soluzione di continuità il percorso iniziato nella passeggiata dello scorso mese, questa volta l’appuntamento è al centro di piazza della Marina, tra il grande palazzo e il Borghetto Flaminio. In questo itinerario l’attenzione verrà rivolta a luoghi che nel Cinquecento appartenevano tutti alla grande Villa Giulia voluta dal papa Giulio III. Le informazioni sulle Passeggiate Roma2pass sono sempre disponibili all’indirizzo www.roma2pass.it. Per prenotarsi, basta cliccare qui.

FILARMONICA ROMANA: LA MUSICA DI SCHUBERT DIVENTA UN CD

«Amadeus», la più nota rivista musicale italiana, nell’inverno dell’anno scorso ha invitato due strumentisti italiani a incidere per la propria etichetta l’opera integrale per violino e pianoforte di Franz Schubert. Interpreti di questi autentici capolavori cameristici sono il violinista Davide Alogna e il pianista David Boldrini: due solisti dalla solida formazione e dalla carriera già luminosa. E’ stata una gradevolissima sorpresa costatare un’interpretazione di Schubert davvero originale, nuova, che, cosa molto rara, è riuscita ad ottenere sia il plauso della critica sia l’entusiasmo degli appassionati. Il successo ha spinto i due maestri a proporre la presentazione di questo lavoro presso le maggiori istituzioni musicali europee, che hanno accolto con entusiasmo la proposta. La presentazione-concerto si aprirà con una breve introduzione di carattere storico-musicologico tenuta da Lorenzo Ancillotti, ricercatore presso l’Université Paris-Sorbonne, seguirà una presentazione con concisa intervista degli interpreti, terminata la quale sarà la grande musica a farla da padrona. Appuntamento il 7 marzo nella Sala Casella dell’Accademia Filarmonica Romana, in via Flaminia 118, alle ore 18.30. Per l’occasione, i soci di Amuse, Amici Municipio Secondo, potranno entrare al prezzo simbolico di 1 euro.

“VENGO A PRENDERTI STASERA” AL TEATRO OLIMPICO

Dal 4 al 9 marzo arriva al Teatro Olimpico “Vengo a prenderti stasera”, con protagonisti Mauro Di Francesco e Nini Salerno, con la regia e la partecipazione straordinaria di Diego Abatantuono. Lo spettacolo è una commedia originale che sa dosare emozioni e risate: la trama racconta l’incontro di un comico al tramonto, e che non ha mai raggiunto il successo, con la sua Morte. Una Morte davvero speciale che si occupa di portare nell’aldilà solo i comici. Continue reading