VENDESI SAN LORENZO: OSSIA, QUANDO LA CITTÀ DIVENTA MONETA

Pubblichiamo un articolo apparso su Romatoday, a firma dell’architetto Antonello Sotgia. Convinto che la “città è opera collettiva per eccellenza”, non riesce a darsi una ragione del perché si permetta alla rendita dei “pochi” di cancellare l’abitare dei “molti”.

Accade a San Lorenzo, il quartiere di Roma con il più infelice rapporto abitanti/standard ovvero, espressi in metri quadrati, quanto di verde, servizi e parcheggi il Piano Regolatore dovrebbe, per legge, destinare ad ognuno di noi. In quel denso trapezio edilizio, dove grandi palazzi sembrano tenersi stretti l’uno con l’altro affettati da strette strade parallele, i più anziani raccontano di aver dovuto scegliere, quale giardino per portarci i propri figli, tra lo spiazzo del Verano e quello che, fino a qualche tempo fa, era il “pratone” della città universitaria. Continue reading

CONCERTO IUC: IL BAROCCO VENEZIANO DA ALBINONI A VIVALDI

Sabato 22 febbraio, alle 17.30, nell’Aula Magna della Sapienza torna il Barocco con l’Ensemble Zefiro e con Alfredo Bernardini come direttore e solista all’oboe, per la stagione della Iuc, Istituzione Universitaria dei Concerti. L’evento è dedicato interamente a musicisti veneti del Settecento, alcuni famosissimi, come Antonio Vivaldi e Tomaso Albinoni, presenti ciascuno con due concerti, e altri relativamente meno noti, come Baldassarre Galuppi e Giovanni Benedetto Platti. Si potrà anche riascoltare Diogenio Bigaglia (circa 1676-1745), compositore oggi completamente dimenticato: chissà che non sia una delle tante positive sorprese che riservano gli sterminati archivi dell’epoca barocca, così ricchi di musica e ancora in buona parte inesplorati. L’Ensemble Zefiro è stato fondato nel 1989 da tre strumentisti a fiato e per tale motivo porta il nome del dio del vento. Da allora, con l’aggiunta di altri strumentisti, è cresciuto di dimensioni e soprattutto di fama ed è diventato un punto di riferimento in ambito internazionale per la musica del Settecento, eseguita con strumenti d’epoca.

LEZIONI DI STORIA ALL’AUDITORIUM: SI PARLA DELL’EUROPA DEL 1555

All’Auditorium, domenica 23 febbraio, alle ore 11, per “Lezioni di Storia”, Elena Bonora parlerà de “La religione. 1555. Carlo V prima e dopo la pace di Augusta”. 25 settembre 1555: la pace di Augusta segna la fine dell’unità religiosa dell’Europa. Crolla il sogno che l’imperatore Carlo V ha incarnato: l’idea di una monarchia universale voluta da Dio per conservare e difendere la pace, l’ordine, la religione e la civiltà in Europa. Un mese dopo, un Carlo V sconfitto e stanco scende i gradini del trono, l’uomo più potente del mondo spartisce i suoi domini tra il figlio e il fratello. Al termine dei riti di rinuncia al potere, l’ex imperatore si ritira in un monastero sperduto. Nei tre anni successivi, in attesa della morte, Carlo V sopravvive alla fine di Carlo V. E un’Europa divisa sopravvive al tramonto del progetto di un’Europa unita.

JAZZ AL MAXXI CON IL DUO SJC E IL DANIELA TROILO QUARTET

Sabato 22 febbraio, alle 20.30, per i concerti di Maxxi Live Music, realizzati dal Conservatorio “Santa Cecilia”, è di scena il jazz. I protagonisti sono giovani musicisti, alcuni già con importanti esperienze alle spalle, altri ancora studenti del corso di perfezionamento in jazz del Conservatorio. Sono Sjc, duo formato da Sara Jane Ceccarelli (voce) e Attilio Costa (chitarre e loops), e il Daniela Troilo Quartet, formato da Daniela Troilo (voce), Lewis Saccocci (tastiera), Dario Piccioni (basso) e Mauro Salvatore (batteria). Sara Jane Ceccarelli studia canto jazz al Conservatorio “Santa Cecilia” e vede il suo duo con Attilio Costa come ricerca di un linguaggio comune fra due individui con eredità musicali diverse e simili al contempo. Continue reading

A PIEDI DOMENICA, CON PROVVEDIMENTO SALVA-LAZIO

Domenica a piedi, ma con l’anticipo. Si chiude con una mediazione – e palla al centro – la giornata di polemiche sul blocco totale della circolazione del 23 febbraio. Un provvedimento anti-smog previsto da tempo, ma che va a coincidere con la partita serale Lazio-Sassuolo che i tifosi biancocelesti attendono con ansia. Non un gara normale, ma il match della protesta contro il presidente Claudio Lotito: un tam-tam sul web che sta richiamando i tifosi all’Olimpico con un boom di biglietti venduti. Continue reading

“MEDITERRANEO IN JAZZ” AL TEATRO KEIROS DI VIA PADOVA

Mollare gli ormeggi e partire per un viaggio affascinante accompagnati dal Sabir, l’antica lingua del Mediterraneo. Questo lo spettacolo che propongono Stefano Saletti, Barbara Eramo e Gabriele Coen in una suggestiva notte mediterranea, stasera alle 21, al Teatro Keiros di via Padova. Da anni presenti sulla scena italiana e internazionale nell’ambito della musica world, jazz e della canzone popolare, il polistrumentista Stefano Saletti, la cantante Barbara Eramo e il sassofonista Gabriele Coen hanno ripreso questa lingua e l’hanno fatta rivivere scrivendo intensi brani che attraversano i suoni e le culture del Mediterraneo, e si uniscono alle atmosfere della tradizione popolare del sud e a melodie balcaniche, greche, arabe e sefardite per dare vita al particolare progetto acustico “Il canto del Sabir”. Continue reading