AL MUSEO DI ZOOLOGIA PER PARLARE DI “DARWIN GEOLOGO”

In occasione del ‘Darwin Day 2014’, la Sala scheletri del Museo di Civico di Zoologia di via Aldrovandi, ospiterà martedì 18 febbraio, alle ore 18, la conferenza “Darwin geologo”. L’incontro, tenuto dal geologo Guido Chiesura, propone l’approfondimento di un aspetto generalmente trascurato della vita e dello sviluppo intellettuale di Charles Darwin, il grande naturalista inglese a cui si deve la formulazione della teoria della selezione naturale per spiegare l’evoluzione delle specie viventi. La sua formazione iniziò proprio dalla geologia e a questa disciplina egli dedicò tutta la vita considerandola essenziale per la maturazione della sua teoria. Basti pensare che Darwin scrisse ben 1383 pagine di appunti di geologia, contro le 368 pagine di botanica e zoologia. Guido Chiesura da diversi anni si occupa dello studio delle opere di Darwin, dando un grande contributo alla loro diffusione, attraverso la traduzione dei testi originali e la pubblicazione di numerose opere divulgative. Continue reading

DUE INTERESSANTI APPUNTAMENTI ALLA LIBRERIA KOOB

Tante le attività della libreria Koob di via Poletti (accanto al Maxxi), ogni settimana. Questa volta segnaliamo, il seminario di Storia dell’arte, a cura di Paola Scremin, mercoledì 19 febbraio, h. 10,30. Titolo: Storie dell’Arte: Russia Novecento. Nascita dell’Avanguardia. Nel primo Novecento, la Russia scrive un altro importante capitolo dell’avanguardia. Travolta da una guerra contro il Giappone, conclusa con l’umiliante sconfitta dello zar Nicola II, il 22 gennaio 1905, a San Pietroburgo, operai e contadini oramai agli stenti marciano in una manifestazione pacifica verso il Palazzo d’Inverno. La Guardia Imperiale apre il fuoco e uccide oltre 100 persone disarmate. Finisce qui, ma la reputazione dello zar è compromessa. In un susseguirsi di eventi che condurranno alla Rivoluzione di Ottobre del 1917, intellettuali e artisti russi danno vita a Manifesti e correnti artistiche ricche di suggestioni, in un confronto serrato con l’Occidente. Cubismo, Futurismo, Astrattismo, sono rielaborati alla luce della grande cultura e tradizione anche Orientale del paese; dal Raggismo al Suprematismo, fino al Costruttivismo, le opere di Goncharova, Larionov, Malevich, Kandinsky, Tatlin, Rodchenko e molti altri. Venerdì 21 febbraio, h. 18, presentazione del libro di Elfriede Gaeng, “Con il sole negli occhi”, Casa Editrice Rocco Carabba. Ne parlano con l’autrice, Marco Favale e Giovanni Scipioni. Continue reading

BLOCCATO E ARRESTATO PER TENTATA VIOLENZA IN VIA CATANIA

Era appena uscito da casa quando ha visto la scena che si è presentata sotto i suoi occhi. Una studentessa di 23 anni con tuta e scarpette da ginnastica stava percorrendo il solito tragitto lungo via Catania, che l’avrebbe condotta alla palestra che frequenta di solito, quando all’improvviso, all’incrocio con via Foggia all’altezza dei cassonetti della spazzatura, è stata avvinghiata da un 33enne peruviano che ha cominciato a molestarla con insistenza. “All’inizio pensavo che fosse uno scherzo” ha spiegato Rosario, 29 anni. “Magari è solo un gioco. Ma poi lei ha cominciato ad urlare e a chiedere aiuto così sono intervenuto. Quando mi ha visto, l’aggressore ha iniziato a ripetere ‘è solo uno scherzo, è solo uno scherzo’ ma ovviamente non mi ha convinto. Mi sono prima accertato che lei stesse bene e poi, quando ho visto che il peruviano stava scappando, ho tolto lo zaino e l’ho inseguito”. Una corsa concitata, durata pochi minuti durante i quali il 33enne si è addentrato per via Foggia, passando per via Udine e via Lucca fino a raggiungere una piccola stradina che sbucava dietro al mercato di piazza Bologna. Continue reading

IL SINDACO MARINO IERI A PORTA PIA

Ogni tanto ritorna la storiella del parcheggio sotto Porta Pia. La trasmissione Striscia la notizia l’aveva tirata fuori già nel 2007. Evidentemente se ne sono dimenticati, perché ieri mattina hanno rifatto lo scoop su sollecitazione del consigliere Schettino del Movimento 5 Stelle. Il sindaco si è presentato puntualissimo alle nove e ha spiegato che lì sotto il parcheggio non si può fare perché non si saprebbe dove mettere le rampe, e poi sarebbero 60 posti e non i conclamati 600 come sbandierano coloro che di tanto in tanto cercano di farsi pubblicità con questa favola. (Il sindaco naturalmente è arrivato in bici, però a guardaglierla mentre era occupato nel sopralluogo ci pensava un membro dello staff che era venuto in auto: tanto valeva che pure Marino…)