STUDENTI: COME PARTECIPARE AL “PREMIO CREATIVITÀ”

In considerazione degli ottimi risultati raggiunti nella prima edizione del Premio Creatività 2012, nonché dell’interesse dimostrato per l’iniziativa dalle Istituzioni scolastiche, si darà vita alla seconda edizione del Concorso Premio Creatività 2013 con l’obiettivo di avvicinare le nuove generazioni ai temi della legalità e della creatività e, in particolare, sensibilizzare i giovani al rispetto dei diritti morali e patrimoniali degli autori così come previsti dalle norme in materia, avvalendosi anche dell’opportunità offerta dalla registrazione delle opere dell’ingegno nel Registro Pubblico Generale delle opere protette, ex art. 103 Legge n. 633/1941. Il Concorso è dedicato agli studenti che abbiano compiuto i 16 anni di età al fine di sollecitare la loro creatività e realizzare opere dell’ingegno appartenenti ad alcuni dei generi tutelati dalla legge sulla protezione del diritto di autore (L. 22 aprile 1941, n. 633) quali in particolare: Continue reading

PICCOLI GESTI CHE FANNO LA DIFFERENZA (E LA DIFFERENZIATA)

di Elena Improta

consigliere Municipio II

Tutti noi accumuliamo in una scatola o in un sacchetto le nostre pile ‘scariche’. Abbiamo costruito una (più o meno) solida coscienza ambientale, che ci impedirebbe di gettarle nell’indifferenziata e che ci porta invece a stoccarle in uno spazio domestico, portandole poi, periodicamente, presso un punto Ama Roma dedicato e riversandole nelle apposite colonnine. Noi rispettiamo l’ambiente e la comunità. E l’Ama? E chi dovrebbe controllarne l’ordinario lavoro di svuotamento dei contenitori speciali? Il cronico mancato svuotamento dei contenitori destinati alla raccolta differenziata delle pile esauste è stato oggetto di una mia recente mozione, che impegna il presidente Gerace e l’assessore competente in un’azione energica nei confronti di Ama. Dobbiamo tener conto: della pericolosità ambientale, in caso di abbandono delle pile esauste in natura e di eventuali trattamenti indifferenziati presso gli impianti di smaltimento; della composizione media delle pile esauste, i cui componenti, se separati per tipologia, possono essere a loro volta riutilizzati con un importante risparmio di materie prime (es. zinco); del fatto che Ama, pur spronando la cittadinanza a separare i rifiuti prodotti e a farli introdurre in luoghi e contenitori di raccolta specificamente destinati, non illustra con chiarezza la destinazione finale delle pile raccolte né i quantitativi di materie prime recuperate attraverso l’impegno dei cittadini; dell’assenza di utili riferimenti circa le ditte incaricate dello svuotamento dei contenitori speciali per le pile e gli effettivi riutilizzatori dei materiali contenuti nelle pile. Continue reading

COMUNE, TAGLI E RITAGLI. E FRATTAGLIE AI CITTADINI…

Gli asili nido? Chiusura anticipata. Le retribuzioni dei dipendenti? A picco. La sicurezza stradale? Drasticamente ridotta. I tagli di bilancio immaginati dal Campidoglio per uscire dal pantano finanziario in cui l’amministrazione si dibatte come nelle sabbie mobili non saranno una semplice questione di maquillage contabile. Tutti i romani, a cominciare dai dipendenti del Comune, ormai in rivolta («Siamo indignati e traditi»), rischiano di pagare a carissimo prezzo gli 80 milioni di euro che la Giunta Marino intende recuperare affondando il bisturi ovunque. Un altro esempio? Gli autovelox usati dai vigili per “calmierare” la velocità del sabato sera. Continue reading

BUCA, BUCA CON ACQUA! LO SCANDALO DEI RATTOPPI KILLER

Oltre 40 incidenti in quattro giorni a causa delle voragini scavate dalla pioggia. E sul web si scatena la caccia ai «rattoppi killer»: troppe buche, scrivono i romani coinvolti in incidenti, «vengono inutilmente chiuse con una carriola d’asfalto». Inutilmente, perché in capo a 48 ore sono di nuovo scoperte e nei giorni seguenti si allargano fino a diventare pericolosissime per gli automobilisti, a volte letali per i motociclisti. Sul blog «Roma fa schifo» campeggiano il 5 febbraio gli scatti fotografici che documentano questa situazione. Su Twitter – dove si moltiplicano i post con l’hashtag #piovonobuche – Alessio denuncia: «Situazione drammatica. Io ho bucato 2 volte in due giorni. I gommisti gioiscono». Continue reading

“IL MONDO NELLE MANI”, UN LIBRO DI ANNA MASPERO ALL’ARGONAUTA

Alla libreria “L’Argonauta” di via Reggio Emilia (davanti al Macro), sabato alle ore 18 presentazione del libro di Anna Maspero, “Il Mondo nelle mani”. “Più che un libro, questo di Anna Maspero è una sorta di ipertesto. La sua struttura assomiglia molto a quella di un testo a più livelli, con collegamenti interni, salti di stile, tratti narrativi che si alternano a citazioni, consigli per la lettura. Un libro multitasking, insomma, in cui Anna Maspero ha messo tutta la sua passione e la sua esperienza di viaggiatrice. Non un manuale da seguire, quindi, ma la voce di un’amica con cui dialogare, discutere prima, durante e dopo il viaggio”. (dalla Prefazione di Marco Aime). Nelle pagine del suo libro precedente “A come Avventura. Saggi sull’Arte del Viaggiare”, ripubblicato a breve in ebook dalla Casa Editrice Polaris, l’autrice ha potuto coniugare la passione per il viaggio con l’amore per la lettura e per la scrittura. Continue reading

TEATRO KEIROS, UN DUO AMERICANO E IL LORO PROGETTO POP

Anche quest’anno, al Teatro Keiros di via Padova (domani alle ore 21), la Rassegna “Esplorazioni” si propone di osservare i molteplici volti della musica, forma d’arte dalle infinite possibilità, derivino esse da espressioni culturali o creative, in purezza e in contaminazione. “Esplorazioni” si spinge ancor di più a ricercare la collaborazione internazionale e l’incontro tra culture, per portare in Italia nuovi bagagli di conoscenze ed esperienze e vivere l’arte musicale seguendo l’intera Rosa dei Venti. La compositrice, pianista e cantante Greta Gertler e il batterista Adam Gold arrivano da New York, da un tranquillo e tipico quartiere di artisti, musicisti e viaggiatori, e saranno a Roma per darci un assaggio del loro eclettico progetto pop “The Universal Thump”. La loro musica è stata trasmessa dalle più importanti radio americane, che hanno anche ospitato Greta e Adam nei loro studi. I due musicisti, dal 2012, hanno portato “The Universal Thump” in tutto il mondo.

ALLA PARROCCHIA DEL VILLAGGIO OLIMPICO SI DISCUTE DI S. VALENTINO

In occasione della festività di S. Valentino, la Pontificia Commissione di Archeologia Sacra terrà una conferenza: “San Valentino un martire sconosciuto”, martedì 11 febbraio, alle ore 19, presso la parrocchia di San Valentino, in viale XVII Olimpiade al Villaggio Olimpico, nell’Aula Giovanni Paolo II. Ma chi era san Valentino? Ce ne parla Pietro Rossi Marcelli su Roma2Pass, quando si sofferma sulle omonime catacombe. In viale Maresciallo Pilsudski 2, ai piedi dei Monti Parioli, sulla destra venendo da via Flaminia, c’è una cancellata: è l’ingresso di ciò che rimane della Basilica di San Valentino. Una decina di metri a destra dietro il muro di recinzione, una porta metallica segna l’ingresso delle catacombe di San Valentino. Al santo è dedicata la moderna chiesa del Villaggio Olimpico. San Valentino fu vescovo a Terni e morì martirizzato durante la persecuzione di Claudio il Gotico (268-270). Il suo supplizio è segnato agli Atti il 14 Febbraio. E’ diventato, come tutti sanno, patrono degli innamorati. Il complesso cimiteriale è composto da tre parti: l’area cimiteriale sopraterra, la catacomba, la basilica. Tutta l’area antistante fino alla via Flaminia, oggi sotto viale Maresciallo Pilsudski, piazzale Ankara ed il piazzale dello Stadio Flaminio, era un cimitero pagano del II – IV secolo d.C. Una serie di mausolei erano in parte scavati nella collina, con sepolcro arcuato, allineati, contigui e comunicanti. La leggenda vuole che le spoglie del Martire furono deposte nel cunicolo presente nel podere della matrona Sabina, al primo miglio della via Flaminia. Continue reading