ALLA GALLERIA COLONNA UNA MOSTRA SUL QUARTIERE COPPEDÈ

All’interno della cornice della Galleria Alberto Sordi in Piazza Colonna a Roma si inaugura giovedì 30 gennaio (inaugurazione aperta al pubblico alle ore 18:00) e sarà allestita fino al 28 febbraio, la mostra-evento dedicata al magico Quartiere Coppedè, location romana spesso usata dal cinema italiano, da Dario Argento (Inferno e L’uccello dalle piume di cristallo) a Michelangelo Antonioni e molti altri. La mostra sarà costituita da oltre 30 immagini applicate nei totem presenti negli spazi pubblici della Galleria e due monitor che mostreranno in loop il teaser di un cortometraggio di prossima realizzazione dedicato a queste architetture uniche nel panorama capitolino. Continue reading

UNO SPAZIO PER INTERVENIRE SUL DISAGIO DEI BAMBINI. E NON SOLO

di Elena Improta

consigliere Municipio II

Da sette anni, sul nostro territorio, a due passi da piazza Annibaliano (via Ghirza 9), c’è un centro clinico, aperto ai bambini e ai ragazzi del II municipio e non solo. Il centro “Tana libera tutti”, nato dalla collaborazione tra la Società Italiana di Psicoterapia Psicoanalitica del Bambino, dell’Adolescente e della Coppia e il Corso di psicoterapia psicoanalitica del bambino, dell’adolescente e della coppia “Asne-Sipsia-iW-Istituto Winnicott”, offre uno spazio qualificato per accogliere la crescente domanda di approfondimento, comprensione e trattamento psicoterapeutico del disagio dei bambini, degli adolescenti e dei loro genitori. Continue reading

GNAM, MAXXI, GALLERIA BORGHESE: IN ARRIVO GRANDI MOSTRE

A Roma la pioggia dell’inverno non ha mai fermato la stagione dell’arte mentre la primavera delle grandi mostre è in arrivo. «Giacometti. La scultura», a cura di Anna Coliva e Chistian Klemm, prevista per dicembre 2013, inizia in ritardo l’excursus della “statua” nelle varie epoche storiche, con una quarantina di opere scultoree di Alberto Giacometti, dal Buste de Diego (1954), alla Femme de Venise V (1956); esposte in dialogo con quelle di epoca antica e moderna della Galleria Borghese, dal 4 febbraio al 15 giugno 2014. Continue reading

IN RETE TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI PER L’USO DEI FARMACI

Quali sono i comportamenti da adottare quando si è costretti per lunghi periodi a dover assumere farmaci? Quali i rischi di interazione? Quali le abitudini da modificare? Sono queste le domande ricorrenti che arrivano quotidianamente alla redazione del sito web della Sifo (http://www.sifoweb.it/), la Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei servizi farmaceutici delle aziende sanitarie. Uno spazio sicuro dove trovare in rete tutte le informazioni utili per capire come muoversi per la scelta e l’uso dei farmaci, un luogo di incontro e di dialogo tra i cittadini e gli esperti, che contiene documenti divulgativi prodotti dalla Sifo in collaborazione con Cittadinanzattiva e il tribunale per i diritti del malato. Continue reading

RENDITE CATASTALI PIÙ ALTE PER CHI ABITA NEL ‘VECCHIO’ MUNICIPIO II

Prima e dopo la “cura” dell’Agenzia delle Entrate, non sarà davvero lo stesso per le circa 224mila famiglie romane che stanno per subire un aumento delle rendite catastali. E quindi, di conseguenza, di tutte le imposte che hanno come riferimento la casa, dall’Imu alla tassa sull’immondizia. Si tratta di tutti coloro che possiedono immobili nelle aree del Centro Storico, tra cui Flaminio 1, Flaminio 2, Parioli, Salario Trieste. L’aumento delle rendite sarà particolarmente doloroso per le tasche dei romani che vivono nei quartieri centrali perché di fatto la maggior parte degli immobili salirà al livello della categoria A/2 (civile abitazione), mentre raddoppieranno in sostanza le residenze signorili (A/1). Continue reading

CHI ERA NEDO NADI? UNA TARGA AI PARIOLI LO RICORDA

di Andrea Cortese

Negli ultimi mesi viale Parioli, una prestigiosa strada romana, impreziosita da platani centenari dell’omonimo quartiere, è diventata protagonista di una squallida vicenda, che ha monopolizzato la morbosa ed ipocrita attenzione dei media, attratti irresistibilmente, quanto per fortuna brevemente, dal caso delle baby squillo minorenni, che si prostituivano in un elegante palazzo di inizio Novecento, poco prima della sede dei Vigili Urbani e di Villa Glori: voglio sperare che in altri tempi un altro palazzo, sul lato opposto del viale ma un po’ più su, in piazza Santiago del Cile, abbia attirato ben altra attenzione e curiosità. Sulla facciata del civico 7, dietro lo storico fioraio della piazza, c’è una lapide scolorita dal tempo e dall’incuria, che ricorda le gesta di Nedo Nadi, una leggenda sportiva di inizio secolo, morto a soli 47 anni per un ictus, il 29 gennaio 1940, al quale è intitolata una via del Villaggio Olimpico che collega l’Auditorium al Palazzetto dello Sport. In quella casa “Visse e morì Nedo Nadi, vincitore di 4 Olimpiadi, insuperato campione nelle tre armi, atleta, soldato scrittore e maestro, esempio di grandezza civile e guerriera, tutta la sua vita fu offerta alla Patria”. Nadi fu un atleta eccezionale, precoce e versatile, unico in grado di vincere in tre discipline diverse (fioretto, spada e sciabola) 6 medaglie d’oro alle Olimpiadi di Stoccolma nel 1912 (dove esordì a 18 anni) e ad Anversa nel 1920. Prima di ritirarsi nel 1931, dimostrò ancora la sua bravura di schermitore di livello internazionale, vincendo nel 1930 il Campionato del Mondo per “professionisti”, cioè i Maestri di Scherma, nella spada. Divenuto tecnico della nazionale di scherma, vinse ancora nelle Olimpiadi del 1932 a Los Angeles (due ori, quattro argenti, due bronzi) e nel 1936 a Berlino (quattro ori, tre argenti, due bronzi). Dal 1935, fino alla morte, cinque anni dopo, fu anche presidente della Federazione Italiana Scherma. A lungo si potrebbe discutere su chi sia stato il più grande campione di scherma di tutti i tempi, ma senza nulla togliere a grandissimi atleti come Edoardo Mangiarotti o alle campionesse degli ultimi anni come Valentina Vezzali e Giovanna Trillini, va ricordato che Nadi fu l’unico schermidore a vincere in una sola edizione olimpica (Anversa 1920) 5 ori in tre diverse discipline. Continue reading

“FATTI, MISFATTI E PERSONAGGI DEL MUNICIPIO”: UNA NUOVA RUBRICA

E’ iniziato l’anno 2014 ed il nostro giornale offre ai lettori una nuova rubrica, a cura di Andrea Cortese, il cui scopo è alimentare curiosità e nutrire memoria su fatti, misfatti e personaggi legati al territorio cittadino, in particolare al II Municipio. Con cadenza periodica verranno ricordati avvenimenti o personaggi che hanno vissuto, sono morti o sono ricordati, con lapidi, strade, monumenti, statue, nei quartieri del nuovo II Municipio, un grandissimo territorio al di fuori delle mura Aureliane, composto da quartieri sorti all’indomani dello spostamento della capitale a Roma, dopo la fine dello Stato pontificio, il 20 settembre 1870. Continue reading