TEATRO TIRSO DE MOLINA, ECCO LA RICETTA DI MARTUFELLO

Dall’8 al 19 gennaio, al Teatro Tirso de Molina, in via Tirso, arriva Martufello con “Niente di complicato”. È lo spettacolo della maturità di un artista, che ha ottenuto il successo della grande platea televisiva e la simpatia di tutte le piazze ed i teatri d’Italia, con la sua maniera semplice e diretta, da amico che racconta storie piacevoli, che fanno ridere e divertono. Oggi, però, Martufello fa un passo avanti. I testi che affronta e proprone, sono sempre leggeri e divertenti, ma hanno anche la sostanza per essere brillanti testimonianze del tempo, del costume e anche del malcostume, di questa nostra epoca. La malasanità, la malaeconomia, la malapolitica, ma anche i malfattori di ogni risma e colore, i tanti “sòla” che ci circondano, e poi le manie, i tic, costituiscono la materia su cui si esercita la comicità senza briglie di Martufello.

ARIOSTO E BOIARDO, SECONDO CUTICCHIO, ALL’AUDITORIUM

È la capacità fabulatoria di Mimmo Cuticchio, insieme alle modulazioni della sua voce, ad attivare il patto narrativo, a immergere il pubblico nell’episodio della serata. Un episodio che apre spiragli su uno sconfinato immaginario epico, tratto da un ciclo narrativo e un corpo scenico tradizionalmente molto esteso. Astolfo nell’incantesimo della maga Alcina, l’amore travagliato tra Ruggiero e Bradamante; imprese meravigliose e magiche, creature fantastiche, battaglie e duelli… sono questi i nuclei tematici e scenici che strutturano lo spettacolo. All’Auditorium, il 3 gennaio, ore 21.

VILLAGGIO OLIMPICO: I LADRI NELLA SEDE DI “SALVAMAMME”

Furto, l’altra notte, nella sede dell’associazione “Salvamamme” al Villaggio Olimpico, in via degli Olimpionici 19. Lo denuncia Maria Grazia Passeri, presidente dell’associazione, evidenziando i danni (è stata divelta l’inferriata di una finestra) alla sede e il furto degli oggetti all’interno, che facevano parte della festa della Befana, riservata a neonati e mamme, soprattutto di nazionalità straniera, cui l’associazione presta assistenza e cure. Al di là del fatto di cronaca, immaginiamo che l’associazione si aspetti solidarietà concreta dai cittadini per poter far fronte all’impegno del 6 gennaio. Per informazioni: 06 35403823 – www.salvamamme.it