SCATTI INEDITI SU MASSIMO TROISI ALL’AUDITORIUM

“Massimo regista”: è un omaggio a Troisi, attore e director,  con la mostra fotografica ospitata al Festival internazionale del film 2013 nel foyer della sala Sinopoli, all’Auditorium Parco della Musica. Al pubblico verranno esposti i 13 scatti inediti di Mario Tursi che ritraggono l’artista partenopeo sui set di “Non ci resta che piangere”, “Le vie del Signore sono finite”, “Scusate il ritardo” e “Speravo fosse amore… invece era un calesse”. Al comico è anche dedicato il documentario “Massimo – Il mio cinema secondo me” di Raffaele Verzillo, prodotto da Verdiana Bixio per Publispei con la collaborazione di Rai Cinema. La proiezione avrà luogo il 17 novembre al Maxxi.

ROLEX A RUBA, DA VIA ISONZO A VIALE TIZIANO

È il caso di dire che vanno a ruba. L’altro ieri a via Isonzo: un automobilista alla guida di un suv, finestrino aperto, braccio sinistro appoggiato sulla portiera. Basta un attimo, un motorino lo affianca e il giovane seduto sul sellino posteriore sfila il prezioso orologio dal polso del malcapitato. Del rolex di oggi, rubato in situazione analoga a viale Tiziano, sappiamo anche il prezzo: 16.000 euro. Delle due l’una: o girano troppi ladri, o girano troppi rolex. Se le due cose si sommano, è inevitabile che accada quel che accade.

CASA DEL CINEMA, LE FOTO DELLE GRANDI DIVE A ROMA

Jane Russell, in costume da bagno, ha sullo sfondo le statue dello Stadio dei Marmi, dietro, Bette Davis, col tailleur, cappellino e guantini, spunta il profilo di archeologia industriale del Gazometro. Marlene Dietrich, in posa da femme fatale, con sigaretta in mano e camicia di pizzo si trova davanti a Eataly. E poi ancora: Silvana Mangano, unica italiana, è ai Mercati di Traiano, mentre Liz Taylor è davanti al Colosseo. Eccole, in tutto il loro splendore inalterato nel tempo, alcune delle protagoniste della mostra fotografica, rigorosamente in bianco e nero, Bellissime. Icone di ieri nella Roma di oggi, che si potrà visitare fino all’8 dicembre, nelle sale della Casa del Cinema. L’esposizione, promossa da Unindustria e curata con passione dal vicepresidente della Sezione tessile, abbigliamento e moda Stefano Dominella, in collaborazione con Danila Bonito, racconta attraverso 26 fotografie, scattate e reinterpretate da Antonio Barrella in chiave contemporanea utilizzando la “Polaroid Impossible”, come negli anni Cinquanta la moda italiana si impose nel mondo grazie al fascino di donne dalla bellezza intramontabile che frequentavano la “Hollywood sul Tevere” sia per lavoro a Cinecittà che per amore, come Audrey Hepburn e Linda Christian. Continue reading

FORUM AUSTRIACO, CONCERTO DEL WILD CHAMBER TRIO

Martedì 12 novembre, alle ore 20, nella sede del Forum Austriaco di Cultura, in viale Bruno Buozzi 113, serata musicale con il Wild Chamber Trio: Gianni Mimmo, sassofono; Elisabeth Harnik, pianoforte; Clementine Gasser, violoncello. Questa serata d’improvvisazione (a ingresso gratuito) sta nel segno del legame tra tradizione, sperimentazione e spontaneità. L’improvvisazione è un gioco con il passato e un’anticipazione di ciò che verrà. I tre musicisti raccolgono fin dal primo momento ricordi della musica che eseguono in quell’istante, che hanno appena eseguito e che intendono eseguire. Sono necessari una grande capacità, concentrazione e impegno per creare musica improvvisando. La musica stessa si trasforma, infatti, in un campo aperto, uno spazio libero da definizioni di generi musicali che può essere elaborato in maniera artistica. Continue reading

TERAPIA DEL DOLORE, CONFERENZA STAMPA DI ANTEA LUNEDÌ

Conferenza stampa, lunedì 18 novembre, alle ore 10.30, presso l’Hotel NH Vittorio Veneto di corso d’Italia, in cui verranno presentati: “38 volte basta!” la campagna di sensibilizzazione sull’efficacia della Terapia del Dolore e il concerto di Eugenio Finardi al Gran Teatro di Roma. La legge 38 del 2010 tutela il diritto del cittadino al trattamento del dolore garantendo il suo accesso alla Terapia del Dolore. In Italia oltre 15 milioni di cittadini soffrono di dolore cronico di questi oltre 8 milioni di grado severo: la maggior parte di essi potrebbe avere sostanziali miglioramenti se opportunamente curato. Continue reading